La perizia psichiatrica è una profezia

di Peppe Dell’Acqua e Silvia D’Autilia

Facendo seguito agli interventi di Mencacci (”Le liste d’attesa per le Rems. Le cause e le soluzioni”, http://www.news-forumsalutementale.it/le-liste-d%e2%80%99attesa-per-le-rems-le-cause-e-le-soluzioni/) e Pellegrini (”Il diritto al processo, http://www.news-forumsalutementale.it/il-diritto-al-processo/), pubblichiamo un estratto dal prossimo numero di aut aut, n. 370/2016Individui pericolosi, societĂ  a rischio” per andare con piĂą consapevolezza alla radice delle questioni emerse con chiarezza abbagliante con l’approvazione della legge 81/2014.
leggi tutto »

Nessun Commento »
Da leggere
Memorie dal sottosuolo triestino
di Daniela Mallardi "Se tu mi scrivi io ti scriverò. Se tu mi dimentichi io ti dimenticherò, fino al giorno del tuo ritorno." (C. ÉVORA, Sodade, in Miss Perfumado, 1992) Torno da Trieste. Erano anni che avevo idea di andarci ma forse quasi da uno ci avevo incominciato a pensare ...

Nessun Commento »

Da applaudire
A proposito de “LA PAZZA GIOIA” di Paolo Virzì
di  Riccardo Spataro, Forum Salute Mentale della Versilia Cerchiamo di ricostruire il percorso riabilitativo delle due amiche nella narrazione di questo film che a noi sembra notevole. Rimaniamo convinti che sia stato lui Marco Cavallo, il nostro caro Marco Cavallo, in gran ...

Nessun Commento »

Notizie
Il sogno della cittĂ  che cura. 4) Uscire dalle gabbie disciplinari, dai muri corporativi, per dare vita a una nuova politica della salute
Una riforma che parla ad altri mondi. La legge Basaglia data ormai quasi 40 anni. Ogni tanto si parla di aggiornarla, modificarla. Quanto è ancora viva la le­zione basagliana? Basaglia è andato veramente alla radice delle questioni. I problemi in psichiatria sono stati presi alla radice e quella radice è stata estirpata. C’è stato un cambio netto di paradigma, di approccio. In questo senso la 180 è una riforma: non una rivoluzione, ma una riforma radicale. Una riforma che è andata talmente alla radice che continua a essere viva e vitale. Dal Giappone alla Cina continuiamo ad avere visitatori, gente curiosa che viene a chiedere come si fa, come è possibile, a quali condizioni.

Nessun Commento »

Notizie
Il sogno della cittĂ  che cura. 3) Erigere un muro porta sempre piĂą consenso che abbatterlo?
Non è vero che la gente non capisce. Oggi viviamo un momento storico in cui alle frontiere tornano i muri. Erigere un muro porta sempre più consenso che abbatterlo? Stare dalla parte degli esclusi non ha mai aiutato molto dal punto di vista elettorale. Però io penso che se ci si assume delle responsabilità chiare sui problemi – anche su problemi che inquietano e spaventano – la gente capisce. Se il centro di salute mentale è aperto 24 ore al giorno, se le famiglie sanno di non essere sole ad affrontare la sofferenza mentale di un loro figlio, ma di avere al loro fianco servizi e cooperative sociali, bene se tutto questo vive e funziona, la gente capisce.

Nessun Commento »

Notizie
Il sogno della cittĂ  che cura. 2) Aprire le istituzioni
Aprire le istituzioni. Sui motivi per cui il partito comunista a Parma non sostenne l’esperienza di cambiamento di Basaglia si è molto scritto in questi anni. Qual è la sua idea? Il Pci ha sempre considerato che la contraddizione principale fosse tra classe operaia e capitale. Dentro questa contraddizione matti, sottoproletari, esclusi totali non hanno mai trovato più di tanto spazio. Erano lumpenproletariat. Noi invece abbiamo sempre pensato che la contraddizione principale fosse tra istituzioni chiuse e istituzioni aperte.

Nessun Commento »

Notizie
Il sogno della città che cura. 1) Cos’era il manicomio negli anni ’60?
[In occasione dell'uscita dell'ultimo numero di Animazione Sociale (n.299-3/2016), il Forum salute mentale s'impegna a pubblicare da oggi i passaggi dell'intervista di Roberto Camarlinghi a Franco Rotelli sul suo ultimo libro, L'istituzione inventata, edito da Alpha Beta Verlag, per raccontare la distruzione del manicomio e l'inizio di una nuova storia, costituita da persone, relazioni e nuovi percorsi di cura.]

Nessun Commento »

OPG - Carcere
Psichiatria Democratica: Dopo la chiusura dell’OPG di Aversa
La chiusura dell’opg di Aversa, il cui processo è stato costantemente monitorato negli anni scorsi da Psichiatria Democratica che ha effettuato numerose visite nella struttura attivandosi anche per la dimissione di alcuni pazienti impropriamente internativi, da un lato conferma il ...

Nessun Commento »

Notizie
Salute mentale. Il pericolo degli UFE
dalla Sardegna, l'Asarp, associazione per l’attuazione della riforma psichiatrica: Nella Legge Regionale n°5 dell’ 11 aprile 2016 “Disposizioni per la formazione del bilancio di previsione per l’anno 2016 e per gli anni 2016-2018 (legge di stabilità 2016), all’art.6 “Disposizioni in materia ...

Nessun Commento »

Notizie
Il diritto al processo
di Pietro Pellegrini (*) Una serie di tragici e orribili fatti, femminicidi, omicidi, tentati omicidi, capitati nel nostro territorio e nel nostro paese preoccupano l’opinione pubblica e pongono domande di diversa natura che richiedono l’analisi di molteplici elementi biologici educativi, psicologici, sociali, economici, culturali, valoriali, giuridici, etici. Insieme a questo sono certamente utili una sensibilità per quanto attiene la sicurezza e la qualità della convivenza sociale e un’attenzione che contrasti ogni forma di indifferenza e disinteresse e aiuti mediante una vigilanza attiva a migliorare il delicato lavoro delle forze dell’ordine, dei servizi educativi, sociali e sanitari nonché a rendere partecipi e protagonisti i cittadini, le famiglie e tutte le articolazioni della comunità senza mai travalicare nei modi, linguaggi e toni i limiti imposti dalla misura e dal buon senso.

Nessun Commento »

Notizie
Siamo tutti devianti
di Stefano Tieri. Il manicomio è più vivo che mai. Piero Cipriano, classe 1968, psichiatra “riluttante” per sua stessa definizione, torna a ricordarcelo nel suo recente La società dei devianti, edito da elèuthera come i precedenti ...

Nessun Commento »