Schizofrenia: quanta complessità dentro quell’unica parola

Di Peppe Dell’Acqua

[lettera pubblicata sul quotidiano triestino Il Piccolo]

In questa settimana, una marea montante di luoghi comuni, pregiudizi, approssimazioni e superficialità sono state dette e scritte intorno ai terribili e dolorosi fatti di Trieste. Il mio interesse a parlarne non ha alcuna intenzione polemica né con i giornalisti, né con gli opinionisti che si sono avvicendati. Sono le domande che mi rivolgono i familiari e i tanti giovani che nella nostra città faticosamente riescono a rimontare, a farcela e ritrovare possibilità di futuro, malgrado l’esperienza del disturbo mentale e l’attraversamento di diagnosi – come schizofrenia, che qui estendo a malattia mentale – che spesso suonano come inappellabili condanne.

Nei giorni scorsi, e di recente anche su Il Piccolo, è ritornata questa parola. Una parola che facciamo da tempo fatica a svuotare dalle profezie paurose e immutabili: schizofrenia/incurabilità, schizofrenia/marginalità, schizofrenia/incomprensibilità e soprattutto il luogo comune più infondato di tutti: schizofrenia/violenza/aggressività/pericolosità.

Forse è bene cominciare proprio da qui. Si deve sapere che il reato, il crimine e tanto più il gesto efferato ha pochissimo a che vedere col disturbo mentale. E ancor di più con la diagnosi, ancorché incerta, di schizofrenia.
leggi tutto »

Nessun Commento »
Punti di vista
Le evitabili parole che feriscono
Di Lorenza Magliano [commento apparso su Facebook e relativo a quanto accaduto a Trieste] Con parole accorte, è necessario stabilire una maggiore collaborazione con gli operatori degli old media. Non credo che luoghi comuni e pregiudizi si riducano principalmente con i numeri, ...

Nessun Commento »

Notizie
Da Torino S.O.S. Caffè Basaglia
Caffè Basaglia nasce nel gennaio del 2008 come circolo Arci per l'inserimento socio-lavorativo di persone seguite dai servizi pubblici di salute mentale. I fondi per l'apertura provengono da un azionariato popolare, senza alcun altro sostegno, una scelta di libertà resa ...

Nessun Commento »

Storie
Giornata Mondiale della Salute Mentale
...basta rompere lo specchio impazzire è come attraversare lo specchio. nulla cambia, apparentemente sei ancora tu, eppure tutto è alla rovescia, e non sei che l'ombra di te stesso. vorresti tornare in te, di là, nel mondo reale, ma oramai questo ...

Nessun Commento »

Notizie
Una psichiatria sul bordo dell’implosione
Di Mario Colucci Il modello dei servizi di salute mentale di Trieste come fonte d’ispirazione per una riforma della psichiatria in Francia: è quanto emerso dalla giornata di presentazione dei due rapporti della Commissione Affari Sociali del parlamento transalpino ...

Nessun Commento »

Dalla stampa
I cittadini di Bibbiano meritano le scuse
Di Giuseppe Baldessarro [articolo uscito per bologna.repubblica.it] Bibbiano, il tribunale dei minori: «Il sistema è sano, nessuna anomalia». «Non ci sono altri casi». Affidi illeciti, su 100 situazioni esaminate disposto l'allontanamento del minore in 15: «Mele marce»....

Nessun Commento »

Notizie
Molti mi chiedono che cosa è veramente successo a Trieste
Di Peppe Dell'Acqua Trieste, 8 ottobre 2019 Da venerdì scorso, in molti mi chiedono che cosa è veramente successo a Trieste. Sono preoccupati da quanto appreso dai giornali: che Alejandro Augusto Stephan Meran fosse in cura presso i servizi di ...

Nessun Commento »

Notizie
Sui fatti di Trieste ho qualcosa da dire
Di Allegra Carboni Quanto accaduto nel pomeriggio di venerdì 4 ottobre a Trieste è una tragedia. La morte di due giovani uomini, che indossino o meno la divisa, è una notizia drammatica, che dal punto di vista mediatico risulta ancora più impattante quando riguarda due poliziotti, che rappresentano lo Stato e sono morti, come si dice in questi casi, nell’adempimento del loro dovere. Il dolore che avvolge le famiglie e gli amici delle due vittime, Matteo Demenego e Pierluigi Rotta, merita rispetto e vicinanza.

Nessun Commento »

Da leggere
La rivoluzione di Franco Basaglia nel più bel libro del 2015
Nel riproporre L'istituzione inventata. Almanacco Trieste 1971-2010 segnaliamo l'attenta recensione di Marino Sinibaldi, uscita nel 2015 per Internazionale: La rivoluzione di Franco Basaglia nel più bel libro dell'anno. Un giorno, alla metà degli anni ottanta, ...

Nessun Commento »

Punti di vista
[Dopo il convegno] A supporto della candidatura al Nobel Peace Prize
Di Gianni Peteani [intervento letto dall'attore radiofonico Marco Puntin in occasione del convegno Good Practice Services: Promoting Human Rights & Recovery in Mental Health] Quest’area non era affatto quella che voleva sembrare. Un’apparenza ordinata, delimitata e circoscritta. Un nucleo urbano isolato ai ...

Nessun Commento »

Punti di vista
[Dopo il convegno] In corpore vivi. Tre dispositivi di controllo sociale
Di Mauro Barberis [intervento letto in occasione del convegno Good Practice Services: Promoting Human Rights & Recovery in Mental Health] Perché candidare al Nobel per la pace l’esperienza di Franco Basaglia? A questa domanda si possono dare due risposte, una semplice ...

Nessun Commento »