Un nuovo welfare per la salute mentale nella fase 2 del Covid? Alcune proposte

[Illustration by Francesca Capellini]

Di Roberto Mezzina

10 giugno 2020

1. Dopo l’esplosione della pandemia da Covid-19, i governi sono chiamati a riformulare le politiche di salute mentale. La stessa salute mentale va ripensata come asset fondamentale degli esseri umani. In che modo essa è oggi connessa ai determinanti sociali di salute? In che modo è in relazione col destino e con le esistenze delle persone e delle comunità? In che misura è garantita da servizi?

Quale è il ruolo dei servizi stessi nel garantire un maggiore e reale accesso alle cure, ma anche ad una visione collettiva della salute mentale?

Dopo i tanti appelli, finalmente alcuni paesi iniziano a porsi il problema della salute mentale nel post Covid. Visioni come quella della Nuova Zelanda che nel suo piano d’emergenza si richiamano alla comunità come perno. Così si è mossa anche l’Australia con un piano nazionale ambizioso.

Il policy brief delle UN, presentato dal Segretario Generale Gutierrez, va nella direzione giusta: riconoscere i servizi essenziali alle persone con disturbo severo, coinvolgere tutta la società e soprattutto gli stakeholders come protagonisti, fare piani nazionali e investire, coinvolgere la comunità, aumentare e riorganizzare i servizi, e soprattutto deistituzionalizzare.

Da noi il Ministero ha diramato finora scheletriche note di servizio miranti a ridurre i rischi e poco più.

Non vi sono ancora notizie di un piano nazionale per la salute mentale nell’emergenza.

Ma se non ora, quando?

Alcune speranze sono puntate sull’esito della Commissione Colao che (grazie al lavoro di Starace e del gruppo nazionale della Conferenza) include alcune (tre) schede riguardanti raccomandazioni generali per la salute mentale (che si incentrano sui Budget di salute, sui servizi territoriali “sociosanitari” e il loro finanziamento, sull’inserimento lavorativo delle persone con disabilità). Ma il testo deve essere ancora discusso dal governo, recepito forse parzialmente, e poi – si spera – tradotto in atti e, finalmente, in pratiche. La strada è lunga.
leggi tutto »

1 Commento »
Notizie
Iniziative per il rilancio Italia 2020-2022
[Picture by Lacie Slezak] Il Comitato di esperti in materia economica e sociale (istituito con DPCM del 10 aprile 2020) ha presentato delle iniziative per accelerare lo sviluppo del Paese e per migliorare la sua sostenibilità economica, ...

Nessun Commento »

Punti di vista
A quando una formazione sulla salute mentale?
Sabato 31 maggio 2020 si è tenuta la Conferenza Nazionale per la Salute Mentale e, all’interno dello spazio virtuale che è stato aperto in occasione dell’evento, il Collettivo Percorso Psiche ha partecipato alla riflessione circa le necessità di ripensamento e ...

Nessun Commento »

Da leggere
Franco Basaglia. Una riflessione a 40 anni dalla morte
Una biografia che si legge, o si rilegge, con grande interesse, e che ricostruisce avvenimenti lontani che nulla hanno perduto della loro febbrile attualità. Eugenio Borgna A quarant’anni esatti dalla sua scomparsa, la figura di Franco Basaglia continua ...

1 Commento »

Dalla stampa
Salute Mentale, evitiamo che non cambi niente
Di Vito D'Anza [articolo uscito su ilmanifesto.it] Un motivo ricorrente in questo periodo di pandemia è stato: niente sarà più come prima. Si aspettano cambiamenti soprattutto nel nostro modo di pensare lo Stato e la politica. Dovrà essere ridisegnata ...

1 Commento »

Punti di vista
Tempi interessanti
Di Allegra Carboni / Ho finito di scrivere questo articolo alcune settimane fa, ma le attuali sacrosante proteste e rivolte per la morte di George Floyd lo rendono ancora più attuale: sono infatti l’ennesima espressione delle palesi disuguaglianze che da secoli impregnano il tessuto sociale, negli Stati Uniti e non ...

1 Commento »

Notizie
Il Movimento pugliese Rompiamo il Silenzio vuole “ricominciare”
Il Movimento Rompiamo il Silenzio, insieme alla Conferenza Nazionale, “ricomincia”, dopo il difficile periodo di lockdown, riprendendo la Mobilitazione Permanente da dove si era interrotta per l’emergenza virus. Il 10 giugno si svolgerà una Assemblea online con inizio alle 16 (collegamento ...

1 Commento »

Dalla stampa
Chi se ne frega dei Matti Calabresi? E di tutti gli altri?
[Photograph by Alec Soth] Se ci fosse realmente la psichiatria territoriale come era stata pensata e realizzata da Basaglia, non ci sarebbe neanche bisogno del servizio psichiatrico Di Raffaele Nisticò [articolo uscito su ...

1 Commento »

Dalla stampa
Ginosa e Laterza. Uno psichiatra per 50.000 persone
[articolo uscito su tarantobuonasera.it] «Il Comune di Ginosa continuerà a impegnarsi e ad essere collaborativo nei confronti dell’Asl Taranto, ma il Centro di Salute Mentale di Ginosa deve restare e serve uno sforzo concreto affinché venga potenziato». È quanto ha ...

1 Commento »

Notizie
Forse abbiamo ricominciato
[Photograph by Kirsten Luce] Conferenza nazionale per la Salute Mentale: le conclusioni 1 Per il rilancio del Paese è centrale la salute mentale, destinare risorse per i servizi territoriali di prossimità. Strutture residenziali un modello fallimentare da riconvertire. «Riconvertire le strutture residenziali ...

1 Commento »

Da leggere
Abitare insieme
Di Lorenza Magliano È stato pubblicato a marzo scorso dalla Erickson il volume CIGI - Intervento Riabilitativo Combinato nei contesti residenziali psichiatrici (Combined Individual and Group Intervention) – Manuale per realizzare programmi psicosociali individuali e di gruppo e formare ...

1 Commento »