Archivio di marzo, 2015
Non basta chiuderli per abolirli 10 marzo 2015
di Anita Eusebi 10 marzo, decimo giorno. Gli Ospedali Psichiatrici Giudiziari, costituiti alla fine del 1800, in epoca lombrosiana, racchiudono in sé il peggio dell’istituzione manicomiale e di quella carceraria, sono non-luoghi, istituzioni totali che, a oltre trent’anni dalla chiusura dei manicomi civili con la legge 180, sono rimaste sostanzialmente estranee e impermeabili alla riforma della scienza e della cultura psichiatrica. Oltre agli ambienti certamente degradati e alle pessime condizioni di vita scandite dall’ordine istituzionale, ciò che non è più accettabile è l’idea di una giustizia fatta di meccanismi di internamento riconosciuti come del tutto incostituzionali, pericolosità sociale, incapacità di intendere e di volere, non imputabilità, o ancora evidenze biologiche infondate rispolverate per l’occasione.
Riconquistare la dignitĂ  di esseri umani 10 marzo 2015
9 marzo, nono giorno di Anita Eusebi La dignità di un uomo esiste a prescindere dal suo stato di salute e dai reati che possa aver commesso: questo il messaggio ripetuto in ogni dove da Marco Cavallo nella campagna a fianco di StopOPG. Un principio che vale per tutti, anche per coloro che sono internati negli Ospedali Psichiatrici Giudiziari, privati di ogni diritto e soggettività, spesso legati e violati, dimenticati e soli, ridotti a “oggetti”. Persone rese vuote “dallo sguardo e dalla parola della psichiatria”, come afferma Peppe Dell’Acqua, abbandonate nel loro problema psichico e nel loro delirio. Persone alle quali è urgente restituire volto, storia, diritti, cittadinanza nel senso più ampio del termine, dignità di esseri umani.
8 marzo, ottavo giorno di digiuno 9 marzo 2015
Sono i “piccoli opg” regionali il vero cruccio di Marco Cavallo. L’impegno di tutte le componenti di StopOpg dal gennaio 2012, dalla legge svuota carceri ad oggi, ha tentato di provocare capacità critica per avviare una resistenza che, al momento, alle battute finali (?) deve mostrare tutta la sua forza.
I cittadini di Gorizia e Trieste agli inizi degli anni 8 marzo 2015
7 marzo, settimo giorno I cittadini di Gorizia e Trieste agli inizi degli anni '70 hanno visto accadere qualcosa di straordinario. Qualcosa che ha cambiato la vita a milioni e milioni di persone. Qualcosa che nessuno era mai stato capace di immaginare. Fino a quel momento, in tutto il mondo, tanti uomini e donne, bambini e bambine vivevano dietro ad altissime mura, fuori dalla vista, fuori dalle città e fuori dalla memoria. Negli anni tanti generosi avevano cercato di abbattere quelle mura che avevano fondamenta profondissime ed erano costruite con pietre enormi, grandi come macigni. Un esercito di scienziati, di professoroni e potenti di ogni razza e religione facevano la guardia a quei recinti. Nessuno poteva neanche avvicinarsi. Soltanto per muovere una pietra o aprire una porta occorreva tanta forza. Ma dove prenderla? Scoprirono che dentro quelle mura c'era un’energia che avrebbe potuto rivoltare il mondo.
Messer Alonso, venga a prendere un Elettrochoc in Formula Uno! 8 marzo 2015
di Piero Cipriano. “Mi chiamo Fernando Alonso, corro in kart e voglio diventare un pilota di Formula uno”. Gli ultimi vent’anni della sua vita rimossi dalla memoria, il campione di Formula uno ricorda la sua vita fino al 1995. Per fortuna (scrive ...
TSO: la classifica delle Regioni 8 marzo 2015
di Fabrizio Starace. In questi giorni gira la “classifica” delle Regioni valutate per la effettiva erogazione dei Livelli Essenziali di Assistenza. Da questa apprendiamo che vivere in Toscana (prima in classifica) offre maggiori garanzie sul piano della salute che vivere in ...
Opg Barcellona , ispezione della Commissione SanitĂ  del Senato in vista della chiusura 6 marzo 2015
La delegazione guidata dalla senatrice Dirindin ha ribadito il no alla proroga e, in vista della scadenza prevista al 31 marzo, ha chiesto agli operatori di fare presto e assicurarsi che a fine mese per tutti gli ospiti siano individuati ...
Premio “Fausto Rossano”: primo premio al Viaggio di Marco Cavallo e allo Stato della Follia 6 marzo 2015
Cinema e sociale: grande successo al PAN per la due giorni del Premio Cinematografico “Fausto Rossano per il Pieno Diritto alla Salute” dedicato alla memoria dell’ultimo direttore dell’Ospedale Psichiatrico Leonardo Bianchi di Napoli, che ha chiuso la struttura aprendola al ...
Cesare Bondioli digiuna 6 marzo 2015
Anche se il digiuno non fa parte della mia tradizione di lotta politica ho aderito volentieri: il digiuno mette in gioco i nostri corpi insieme a quelli degli internati che hanno subito la segregazione e per i quali oggi deve ...
Luigi Colaianni a StopOpg Lombardia 6 marzo 2015
Buon giorno. Scelgo di scrivere queste brevi note nel timore che il mio silenzio possa essere inteso come condivisione o come accidiosa renitenza. Rilevo, nella configurazione del convegno pianificato per il 18 marzo a Milano e dal titolo “31 marzo chiudono gli opg APRIAMO I SERVIZI”, tutti gli elementi da me evidenziati ...
Page 5 of 7« First...«34567»