Archivio di febbraio, 2016
Giornata importante per non rinchiudere 28 febbraio 2016
Giornata importante, di spessore e di partecipazione, quella che si è svolta a Empoli, " e ora non mi rinchiudere", sul tema della disabilità. Unanime apprezzamento ha avuto il manifesto sottoscritto da oltre trenta associazioni, tra cui il Forum Nazionale ...
Incontro nazionale del Forum Salute Mentale, il 14 maggio 2016, a Venezia . 28 febbraio 2016
I giorni 13-14-15 maggio si svolgerà a Venezia il festival dei Matti. Quest’anno il tema generale  dell’incontro sarà ...
Odori di merda e morte. Basagliani 28 febbraio 2016
Grottaferrata: bambini disabili picchiati e segregati. Vercelli, Borgo d’Ale, Sereni Orizzonti: calci, pugni e sevizie. Grottammare, la casa di Alice: Ragazzini autistici costretti… Savona… Decimomannu… di Carlo Giacobini È ovvio che sia accaduto e continui ad accadere. E, se non si scalzano le cause, è altrettanto inevitabile che continui a riproporsi. Decimomannu, Grottaferrata, Borgo D’Ale: sono solo gli ultimi casi in cui la disumanità scavalla l’eterea narrativa per assumere consistenza sotto le telecamere della Polizia di Stato e dell’ Arma dei Carabinieri. Spezzoni di filmato che hanno il merito di impedire allo sguardo e al pensiero di rifugiarsi in convinzioni più rasserenanti.
Immagini dal fronte. Per Carla Cerati 27 febbraio 2016
di Peppe Dell’Acqua e Silvia D’Autilia A pochi giorni dalla morte di Carla Cerati, vogliamo ricordare così il suo peculiare contributo alla liberazione di un’umanità dimenticata. Nella stagione della denuncia politica dell’opprimente persistenza delle istituzioni, Carla Cerati e Gianni Berengo Gardin si trovano a testimoniare la tragedia del manicomio, la condizione in cui versano gli internati, la scomparsa degli uomini e delle donne. Nasce Morire di classe, la raccolta di fotografie che Einaudi pubblica nel 1969, legando la fotografia al filo rosso della contestazione sociale che in quegli anni si sta consumando nel nostro paese.
Psichiatria. Trattamento sanitario obbligatorio e politiche di salute mentale. Ecco i dati regionali. 26 febbraio 2016
di Fabrizio Starace, Direttore DSM-DP Modena Il monitoraggio dei ricoveri per TSO su base regionale consente di verificare la coerenza delle politiche e delle prassi assistenziali locali con i principi della legge di riforma psichiatrica, in particolare con le ...
Un gene per la potatura delle istituzioni totalizzanti. 26 febbraio 2016
di Peppe Dell’Acqua “Schizofrenia, la causa in un gene che altera il processo di 'potatura' dei neuroni” è il titolo della comunicazione di Repubblica.it del 26 gennaio 2016 ( vedi l'articolo) che mi aveva segnalato Giorgio Bignami, maestro sempre attento alle notizie certe e roboanti che di tanto in tanto arrivano dal mondo della ricerca biopsichiatrica. Anche persone, che da tempo conosco e che vivono l’esperienza del disturbo mentale, mi avevano segnalato l’articolo. Domande inquiete. È mai possibile?
“Un messaggio chiamato Cavallo” di Umberto Eco 25 febbraio 2016
Domenica 25 Febbraio del 1973, alle ore 12.45, Marco Cavallo uscÏ da San Giovanni rompendo le mura del manicomio di Trieste. Quale congiuntura migliore per ricordare insieme a Giuliano Scabia Umberto Eco! Scrive Giuliano: "Mentre il grande Umberto ci sorvola ridendo, rileggo  l'articolo ...
Stefano calciatore. Senza passaporto 24 febbraio 2016
di Peppe Dell’Acqua. Era la primavera del 1975. Avevamo avviato da un mese in una spaziosa villa veneta disabitata, Villa Fulcis, nei pressi di Belluno un soggiorno per 50 pazienti allora tutti internati nell’ospedale psichiatrico di San Giovanni, a Trieste. Tre infermieri, uno psicologo, ed io assieme ai cinquanta condividevamo tempi, spazi, relazioni. Restai in villa per tre mesi. L’esperienza durò per più di due anni; il tempo che occorreva per portare a termine il radicale cambiamento di san Giovanni: dal manicomio ai centri di salute mentale aperti 24 ore, alle residenze in città. Per quei due anni gruppi di pazienti per periodi di due mesi soggiornavano a Villa Fulcis, imparavano a vivere “fuori”, a riconoscersi liberi dal tempo servo e dagli spazi geometrici del manicomio. La villa disponeva di un ampio prato verde. Quel prato fu la scena delle nostre prime esperienze calcistiche. Divenne quasi un’abitudine la partita di calcio quando era bello, dopo il riposo pomeridiano e prima di cena.
Empoli: E tu slegalo subito … 24 febbraio 2016
VenerdĂŹ 26 febbraio 2016 (alle ore 18,00) al Cenacolo del Convento degli Agostiniani (in Via dei Neri, 15) a Empoli Il problema della contenzione fisica in psichiatria chiama in causa il problema della pratica di legare la persona internata in una ...
Un’altra vita mi darai… Antonio finalmente fuori! 22 febbraio 2016
di Francesca De Carolis. S’è aspettato un po’ a dirlo. Forse un po’ per scaramanzia, forse un po’ perché dopo tanto dannarsi e tanto lottare contro le maglie di meccanismi paradossali e crudeli, c’è bisogno di riservarsi del tempo, c’è bisogno di tenere dentro di sé la gioia, accarezzarla con tremore, difenderla dal frastuono del mondo… Ma la notizia è che Antonio (ne abbiamo seguito e raccontato la storia sulle pagine del forum - vedi in fondo il rimando agli articoli), finito poco più che diciottenne in un ospedale psichiatrico giudiziario grazie al perverso gioco di rimandi fra giustizia e psichiatria, è finalmente fuori.
Page 1 of 3123»