Archivio di gennaio, 2018
Nuove forme di partecipazione 31 gennaio 2018
di Carlo Miccio Questa è la storia della nascita della prima Associazione italiana creata da e per i figli di genitori con un disturbo mentale. Quando ho iniziato a scrivere “La Trappola del Fuorigioco” – un romanzo che racconta il tormentato rapporto tra un figlio e suo padre che vive l’esperienza del disturbo mentale – mi è stato subito ben chiaro che quello che volevo non era scrivere la mia storia, un qualcosa che potesse cioè essere rimandato a un dato autobiografico, esclusivamente mio.
Contenzione fisica. regioni in audizione al senato 31 gennaio 2018
Contenzione fisica: le Regioni hanno approvato nel 2010 un documento che delinea possibili strategie di prevenzione sulla “Contenzione fisica in psichiatria: una strategia possibile di prevenzione”. Ed ora la Commissione parlamentare per la tutela e la promozione dei diritti umani del Senato, nell’ambito dell’audizione per l’indagine conoscitiva sulla contenzione meccanica ha chiesto loro se e quali Regioni hanno emanato direttive per monitorare il fenomeno, promuovere pratiche sistematiche di miglioramento della qualità sulla gestione delle situazioni di crisi
Le associazioni a maggio per la 180 30 gennaio 2018
Invito per l’organizzazione di una Conferenza Nazionale Salute Mentale in vista del quarantennale della Legge 180 –
L’inclusione sociale e la promozione delle comunità 30 gennaio 2018
Tre giorni a inizio febbraio per approfondire il valore culturale dei processi inclusivi che costruiscono il benessere della persona. È la proposta della cooperativa sociale La Esse con la Fondazione Benetton. A Treviso in programma due workshop, un incontro pubblico e un convegno
“Melanconia con stupore” di karen venturini: un libriccino prezioso. 29 gennaio 2018
"Rachele era nata in un casolare nelle campagne di Cesena. Un sabato mattina, nei suoi dodici anni, mentre andava a comperare la farina al mercato, fu spinta alle spalle,
Intervista a Rotelli su Basaglia e la 180 28 gennaio 2018
Franco Rotelli: «40 annni fa chiudemmo i manicomi. Basaglia, un pensiero incancellabile» «Una cosa è certa: i manicomi non torneranno mai più. È una brutta storia finita per sempre grazie alla legge 180 che il 13 maggio compie 40 anni»
Sanità: sì preliminare al Piano regionale salute mentale 26 gennaio 2018
Udine, 25 gen - Strutture territoriali e più vicine ai bisogni dei malati, Centri di salute mentale sulle 24 ore più efficienti e una rete di cura omogenea a livello regionale. Sono gli obiettivi principali del Piano regionale della salute mentale, infanzia, adolescenza ed età adulta 2018 - 2020 approvato in via preliminare dalla Regione.
Articoli 88 e 89 del codice penale. È possibile abrogare il vizio di mente? 25 gennaio 2018
Da sempre la questione della incapacità e della pericolosità attraversa gli ambiti del diritto e della psichiatria, e spesso si deve confrontare con la richiesta di controllo sociale. L'infermità mentale non comporta mai di per sé una condizione di totale o parziale non-imputabilità, dovendo essere accertato se, in relazione al fatto commesso, essa possa aver inciso sulla capacità di intendere o di volere dell'Autore del reato al momento della commissione del fatto; l’incontro si pone l’interrogativo della possibilità di riconoscere la responsabilità penale anche dell’infermo di mente.
Senato: riapre il cantiere DDL2850 23 gennaio 2018
Seminario di approfondimento su iniziativa delle Sen. Nerina Dirindin e Emilia Grazia De Biasi Salvaguardare e promuovere la salute mentale: Un’occasione di ascolto e confronto
ADULTS FOR CHILDREN – LA GENITORIALITA’ NEI SERVIZI PSICHIATRICI 23 gennaio 2018
IL 1° FEBBRAIO A MILANO IL SECONDO CONVEGNO NAZIONALE SUI FIGLI DI GENITORI CON UN DISTURBO PSICHICO Salute mentale, prevenzione, genitorialità e figli: questi fra i temi chiave del secondo convegno italiano sui figli di genitori che soffrono di una patologia psichiatrica. Essere una mamma o un papà con una fragilità psichica può avere serie conseguenze sulla vita dei propri figli e sul loro benessere psicologico, se non sono adeguatamente supportati. Spesso restano invisibili nel loro dolore e per questo vengono definiti “Forgotten Children”, i figli dimenticati.
Page 1 of 212»