Archivio di febbraio, 2020
Giornata dedicata a Paolo Tranchina 19 febbraio 2020
Il 22 febbraio si terrĂ  presso il Teatro Chille de la Balanza di Firenze una giornata dedicata a Paolo Tranchina, organizzata da Psicoterapia Concreta, Psichiatria Democratica e Compagnia Teatrale Chille de la Balanza. Non riesco a capacitarmi che Paolo ...
Il 20 febbraio a Cagliari per contrastare il taglio dei servizi 18 febbraio 2020
[articolo uscito su sardegnareporter.it] Un incontro aperto a tutti per affrontare il problema del ridimensionamento dei servizi territoriali di salute mentale in Sardegna: si terrà giovedì 20 febbraio, alle ore 16, l’assemblea pubblica organizzata dall’ASARP (Associazione Sarda per l’Attuazione ...
Buone pratiche da Urbino 13 febbraio 2020
Di Francesco Cofano [articolo uscito su Il Ducato] Maria soffre di un disturbo psichico. Crede che la famiglia, e in particolare la sorella, la perseguiti. Un’ossessione che l’ha costretta a lasciare l’università. Il dipartimento di salute mentale dell’Asl locale ...
Il fiume della vita. Una storia interiore 12 febbraio 2020
Il grande psichiatra Eugenio Borgna alla vigilia dei 90 anni si racconta nell’autobiografia Il fiume della vita. Una storia interiore (Feltrinelli): l’infanzia, le letture, la terapia dell’ascolto. «Non dovremmo mai dimenticare, lo ripeto senza fine, che senza analizzare cosa avviene in noi, nella nostra vita interiore, nulla sapremmo cogliere delle emozioni ...
L’Osservatorio regionale dell’Abruzzo per la salute mentale per il superamento delle Rems 11 febbraio 2020
Di Gigliola Edmondo [articolo uscito su rete8.it] Il superamento degli ospedali psichiatrici giudiziari in Abruzzo è stato uno dei temi al centro dell’incontro dell’Osservatorio regionale per la salute mentale e l’assessore regionale alla Salute Nicoletta Verì. Nell’agenda del neo Osservatorio, infatti, ...
Ci siamo dimenticati della salute mentale? 11 febbraio 2020
Di Giorgio Simon [articolo uscito su quotidianosanita.it] La salute mentale è qualcosa che ha sempre un posto un po’ marginale nelle aziende sanitarie. Questi operatori che non usano il camice, che si occupano di farmaci ma anche di lavoro, di casa, di socialità, che chiedono di aprire negozi o aziende agricole, che portano i pazienti al cinema o al supermercato sono vissuti spesso con un senso di sopportazione e di fastidio. Un po’ si pensa che non abbiano veramente a che fare con il servizio sanitario fatto di diagnosi, farmaci, ricoveri e terapia. Non si riescono mai a ricondurre nei parametri usuali: quante visite? Quanti ricoveri? Che degenza media? Che produttività? In fin dei conti nelle aziende spesso la salute mentale e i suoi operatori sono sottoposti allo stesso stigma cui sono sottoposte le persone con disturbo mentale all’interno della società. Sono strani.
Articolo 3. Tutti i cittadini hanno pari dignitĂ  11 febbraio 2020
Di Tobia Bait Era il settembre del 2018 quando a fronte di inchieste dall’esito sconcertante sulla situazione degli animali da allevamento intensivo, l’Unione europea accettava una mozione del movimento civile end the cage age, letteralmente, porre fine all’era delle gabbie. Oggi, siamo nel 2020 ...
Legare? Qualche breve appunto 11 febbraio 2020
Di Alessia de Stefano 1 Secondo la ricerca ProgresAcuti 2007, l’80% dei 323 SPDC italiani sono a porte chiuse e sono attrezzati per la contenzione. Una ricerca condotta dai SPDC del Lazio ha rilevato che in 21 SPDC, su 3130 ricoveri, si riportano ...
Città libere da contenzione. Insieme si può 3 febbraio 2020
Dopo sei mesi dalla morte di Elena Casetto, giovane donna di 19 anni ricoverata nel reparto di Psichiatria dell'Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, legata al letto e trovata carbonizzata, a seguito di un incendio nel reparto forse partito dalla ...
Never Ending Story 3 febbraio 2020
La Convenzione Europea di Oviedo si aggiorna, ma i diritti delle persone restano al palo: una nuova battaglia contro la coercizione in psichiatria? Di Roberto Mezzina e Grazia Zuffa In questi mesi è in corso una complicata vicenda ...