Buone e cattive pratiche
Cantiere salute mentale 14. Riconoscere le persone 2 luglio 2017
Il lavoro territoriale che si è faticosamente sviluppato in Italia negli ultimi decenni, benchè in troppi luoghi ancora lacunoso, ha reso evidente che la vicinanza ai conflitti, la presenza precoce nel riconoscere e prendere in carico la sofferenza delle persone e i loro bisogni impedisce che la domanda di aiuto si debba necessariamente definire in diagnosi psichiatrica, che le rotture, i fallimenti, le fragilità debbano “montare” la malattia.
Cantiere Salute Mentale 13. In Italia mancano risorse e personale 11 giugno 2017
Una dettagliata e minuziosa analisi delle strutture e delle attività dei Dipartimenti di salute mentale in Italia è stata compiuta dalla Società italiana di epidemiologia psichiatrica che ha redatto un focus confluito in una pubblicazione presentata di recente a Bologna dalla Siep, la Società italiana di epidemilogia psichiatrica. Fabrizio Starace, presidente Siep sottolinea: "Il principale nodo da sciogliere? Sono le disuguaglianze regionali. Differenze intollerabili". E’ impietosa la fotografia delle Regioni scattata dalla Siep, la Società italiana di epidemiologia psichiatrica, che nei giorni scorsi ha presentato a Bologna un lavoro di analisi nel corso di una riunione scientifica a tema.
Si disse e si dice “morte per Tso” 1 giugno 2017
Il 27 maggio di due anni fa, i vigili urbani di Sant’Arsenio, nella provincia cilentana di Salerno, entrarono in casa di Massimiliano Malzone, un’ora e mezza prima dell’arrivo dei medici, per sottoporlo a Trattamento Sanitario Obbligatorio.  Lo portarono nel servizio psichiatrico di diagnosi e cura, dove fu ricoverato, alla famiglia non fu permesso fargli visita per i dodici giorni successivi. Il 10 giugno Massimiliano Malzone morì in quello stesso reparto per un arresto cardiaco improvviso: le massicce dosi di psicofarmaci per sedarlo e la contenzione (forse attuata) le probabili cause.
Come muore la cultura della 180 in Puglia 5 maggio 2017
La situazione in cui versa il Dipartimento di Salute Mentale (DSM) di Brindisi, specchio di quello che sta accadendo nell’intera Regione Puglia, è insostenibile. La denuncia ci arriva da parte di associazioni di cittadini, operatori e medici della provincia pugliese e richiama, ancora una volta, la necessità di fare luce sulle condizioni drammatiche della salute mentale nelle regioni italiane.
Cantiere salute mentale 10. A proposito della diagnosi 23 aprile 2017
Più che un documento in cui risulti la storia del paziente sembra spesso una pezza giustificativa che l’ospedale (il servizio) prepara per motivarne il ricovero (il trattamento). La formulazione della diagnosi illumina di un colorito particolare ogni atto o avvenimento ...
Cantiere salute mentale 9. Inventare le istituzioni 13 aprile 2017
di Piero Cipriano … ricordo un’infermiera che lavorava nella mia equipe, e che sul finire degli anni ‘70 evidentemente era accorsa con centinaia di altri volontari a Trieste, che mi racconta di una discussione, a dir poco animata, tra Rotelli e ...
La nota di Marco Cavallo. Paolo, la Pazza Gioia e la psichiatria romana 9 aprile 2017
A Roma da qualche anno c’è “Lo spiraglio”, festival del cinema sulla salute mentale. Lo so perché qualche anno fa mi hanno invitato. Era il momento del viaggio negli Opg. Tutti a farmi i complimenti e io a dire: ma ...
Non lo so se c’entra sta cosa, se non c’entra scusate. 19 marzo 2017
Ti trovi di fronte questa immagine nella sala d'attesa del reparto di oncologia a Macerata. Tu ti siedi, alzi gli occhi e ti metti a pensare. Ti chiedi se è così in tutti gli ospedali o se è ...
Cantiere per la salute mentale 7. A proposito di territorio 9 marzo 2017
di Peppe Dell'Acqua La scelta della comunità, andare verso le persone, incontrare l’altro nell’accadere delle relazioni, declinare la clinica nella ruvidezza dei conflitti, nei contesti reali è quanto ancora oggi stiamo cercando di perseguire (purtroppo in molti luoghi del nostro paese perfino “la visita domiciliare”, con incomprensibili motivazioni, è negata).
2010. La Commissione Marino entra a Barcellona Pozzo di Gotto 2 marzo 2017
di Peppe Dell’Acqua. Mentre gli ultimi 4 internati escono da Barcellona Pozzo di Gotto, non possiamo non ricordare che  proprio in quell’Opg la Commissione parlamentare d’inchiesta sull’efficacia ed efficienza del servizio sanitario nazionale, presieduta dal sen. Ignazio Marino, cominciò la sua indagine. Era il 2010 e la Commissione, prefiggendosi di esaminare le richieste di riforma della Legge 180, che allora ancora erano numerose, decise di verificare da vicino lo stato della riforma, trent’anni dopo. Avviò un programma di visite nei servizi di salute mentale in diverse regioni.
Page 1 of 1912345»10...Last »