Contenzione
Storia di un ragazzo legato al letto 23 luglio 2015
di Piero Cipriano Un anno fa ho incontrato Francesco. Mi ha raccontata la sua storia di persona legata a un letto d’ospedale. Ho pubblicato un suo scritto ne Il manicomio chimico, nel capitolo Ivàn Fëdorovič e il sinedrio di bioetica. Francesco preferiva non comparire col suo vero nome. Pensava di aver chiuso con la psichiatria. Alla luce del suo recente, attuale ricovero, ha capito che non è così. Pubblicai la storia del suo primo ricovero, e della sua contenzione preventiva, perché volevo che questa sua storia, di vittima della psichiatria, di vittima di una psichiatria che sequestra le persone, e le tortura, fosse conosciuta, facesse scalpore, mettesse paura, scandalizzasse, scuotesse le coscienze.
Slegalo subito 30 giugno 2015
di Giovanna Del Giudice. Venerdì 5 giugno 2015, a Pistoia, nell'VIII Forum salute mentale Maria Grazia Serra, Giovanna Del Giudice e Piero Cipriano hanno annunciato l'apertura della campagna per l'abolizione della contenzione, in una situazione di grande emotività dopo la visione di alcune immagini sull'agonia di Francesco Mastrogiovanni, legato nel letto del Servizio psichiatrico ospedaliero di Vallo della Lucania. Immagini strazianti di un uomo sofferente, reso inerme, negato nella soggettività e nei diritti, invisibile agli occhi degli operatori (guarda il trailer). Non è questa tortura? Come si può considerare la contenzione cura e trattamento sanitario?
Asarp: “Basta legare, superiamo la contenzione.” 16 maggio 2015
L’associazione dei familiari Asarp chiede all’assessore regionale alla salute Luigi Arru e alle ASL della Sardegna di mettere in pratica le raccomandazioni del Comitato Nazionale di Bioetica e di predisporre al più presto programmi finalizzati al superamento di ...
Per Pistoia, il CNB per l’abolizione della contenzione 13 maggio 2015
Per queste ra gioni, il CNB ribadisce l’orizzonte bioetico del superamento della contenzione, nell’ambito di un nuovo paradigma della cura fondato sul riconoscimento della persona come tale (prima ancora che come malato e malata), portatrice di diritti. Il rispetto dell ’autonomia e della dignità della persona è anche il presupposto ...
Per Pistoia. Una campagna per abolire la contenzione 3 maggio 2015
La contenzione, le porte chiuse, la violazione del corpo rappresentano lesioni gravi dei diritti umani e sono pratiche mortificanti per chi le subisce e per chi le esercita. Sono la conseguenza dell’assolutizzazione del paradigma biologico e delle pratiche riduttive ad esso connesso. La rinuncia e la mortificazione degli operatori e la perdita delle infinite risorse che sguardi differenti e diversamente motivati possono introdurre nel campo del lavoro di cura sono una conseguenza drammatica.
A proposito della tortura. 9 aprile 2015
Di Peppe Dell'Acqua. La Corte europea dei diritti dell’uomo ha condannato l’Italia. Nel nostro paese non è previsto il reato di tortura. Ora il Parlamento pare voglia affrettarsi per votare una legge che è in lista d’attesa da anni. Già precedentemente il Comitato europeo per la prevenzione della tortura, delle pene e dei trattamenti inumani e degradanti, visitando gli ospedali psichiatrici giudiziari e prendendo atto della diffusione della pratica della contenzione, aveva richiamato il nostro paese a provvedere per cancellare queste persistenti vergogne.
Tra contenzione e misure di sicurezza. La storia di Stefano 17 marzo 2015
17 marzo, diciasettesimo giorno. Dove si racconta di un'adolescente che fa fatica a stare con gli altri e lo desidera tanto. Che già a 10 anni, allo sguardo medico e psicologico appare incontenibile. E allora, di lì a poco, contenzioni che non finiscono mai. Dei diagnosi e cura, delle ...
La contenzione? E’ terapeutica 14 marzo 2015
14 marzo, quattordicesimo giorno. Venerdì 13 marzo, a “La Radio ne parla” che trasmetteva dal manicomio criminale modello di Castiglione, il Direttore Pinotti ha dichiarato che la contenzione è “gesto terapeutico necessario”. Di Anna Poma. La contenzione è un gesto terapeutico necessario, un trattamento a cui si ricorre di norma in tutti i Servizi di Diagnosi e Cura Psichiatrica, la sola pratica accreditata per impedire alle persone “malate di mente” di danneggiare se stesse o gli altri. E’ ovvio che nell’Opg di Castiglione delle Stiviere, il solo a completa conduzione sanitaria, quello buono in mezzo all’inferno di tutti gli altri (ci sono giardini qui, stanze in buono stato, personale preparato a costruire relazioni difficili, donne e non solo uomini internati) legare le persone ai letti sia lecito e persino auspicabile.
Trieste prima cittĂ  italiana “libera dalla contenzione” 20 gennaio 2014
Dopo la battaglia portata avanti negli anni '70 per liberare, con la riforma Basaglia, i malati mentali da camicie di forza ed elettrochoc, Trieste vince la sfida legata alla libertĂ  e tutela dei diritti degli anziani nelle ...
Lunghi pensieri e libertĂ  ristrette 27 ottobre 2013
La contenzione è costituzionale? Cosa si intende per libertà inviolabile? Come valutare un Tso? Un convegno ha provato a fornire alcune risposte (video) A Civitavecchia, lo scorso agosto, un uomo di 59 anni, legato ad un ...
Page 5 of 12« First...«34567»10...Last »