In apertura
Posizioni disallineate dal carcere: “La trappola del fuorigioco”. Una recensione. 27 giugno 2018
Di Susanna Berardi, Maria Cappello, Barbara Fabrizi, Rossella Lupo, Vincenza VaccaroAi margini della realtà delle nostre città povere d'umanità, dove l'individualismo competitivo, anche il più feroce, avvelena le relazioni e i valori correnti, dove esiste una moltitudine di uomini, la cui condizione esistenziale è l'abbandono, la solitudine fino alla stigmatizzazione in quanto ultimi, il libro di Carlo Miccio non è solo di stringente attualità nel raccontare una vicenda di sradicamento delle strutture familiari e storico vitali originarie, nel materializzare gli esiti del fenomeno escludente di individui considerati inassimilabili, ma riesce a conciliare il lettore con la drammaticità delle piccole e grandi storie di esclusione che si susseguono, quando offre un protagonista che riesce a trasformare un'esperienza tragica in un processo di costruzione di consapevolezza civile, di responsabilità sociale e di coscienza di sé in rapporto agli altri.
40#180: GORIZIA 1961. Con Antonio Slavich, là dove tutto ebbe inizio 13 giugno 2018
di Paolo F. Peloso Ha fatto molto bene l’editore Alphabeta di Merano a proporre quest'anno nella collana 180 (e dove sennò?) diretta da Peppe Dell’Acqua con consulente Pier Aldo Rovatti il libro postumo di Antonio Slavich All’ombra dei ciliegi giapponesi[i]. ...
Matti ancora da slegare a quarant’anni dalla Legge Basaglia 2 maggio 2018
di Antonella Barina In Italia ci sono 320 reparti di psichiatria, all’interno di ospedali generici, dove si ricovera chi è in fase di sofferenza acuta. Di questi 320 Servizi psichiatrici di diagnosi e cura, Spdc (si chiamano così), solo una ventina ...
Silvia, Desirée e il CSM 24h. Architettura e salute mentale 18 marzo 2018
di S. Meterc e D. Grisoni Siamo Silvia e Desirée, ci siamo laureate a dicembre 2017 in Architettura al Politecnico di Torino evi racconteremo il percorso della nostra tesi “Il centro di salute mentale nel sistema psichiatrico. Sperimentare un progetto multidisciplinare”. Il nostro lavoro tratta di luoghi e di istituzioni, di ambienti e persone legate dalla psichiatria, di muri che sono stati abbattuti e degli spazi che la salute mentale sta conquistando nel territorio. Parliamo di una storia che non si è mai conclusa e che proprio per la sua natura non finirà mai. L’istituzione e il potere della psichiatria hanno sempre cercato compimento nello spazio progettato. Per questa ragione gli spazi della psichiatria con le loro differenze e le loro mutazioni ricalcano con grande precisione la storia dell’istituzione.
Le ragioni del Ddl. Ridurre le drammatiche differenze 22 ottobre 2017
Centri di salute mentale (Csm), presenti mediamente in numero adeguato in tutto il territorio nazionale (1 ogni 80-100mila abitanti) non sono equamente distribuiti. In alcune Regioni, per via delle razionalizzazioni e degli accorpamenti, vanno ulteriormente riducendosi di numero, insistendo su aree estese e popolazioni sempre più numerose. Sono aperti per fasce orarie ridotte. Ad eccezione di alcune realtà regionali, i Csm sono aperti per 8- 12 ore al giorno per 5 giorni alla settimana. Gli interventi di gestione della crisi, di presa in carico individuale, di sostegno alle famiglie e all’abitare, di integrazione sociale, finiscono per essere insufficienti o del tutto assenti. Frequente è la riduzione alle sole visite ambulatoriali (con il ricorso a sterminate liste di attesa) per prevalenti prescrizioni farmacologiche.
Terrorismo, criminalità e disturbi mentali. Perché non esiste un legame diretto 3 settembre 2016
di Pietro Pellegrini (*) I fatti di sangue accaduti recentemente in diversi paesi Europei hanno portato alcuni commentatori dei mass media a collegare le condotte criminali e terroristiche ai disturbi mentali. Si tratta di una lettura assai preoccupante che richiede alcune ...
La perizia psichiatrica è una profezia 19 luglio 2016
di Peppe Dell’Acqua e Silvia D’Autilia Facendo seguito agli interventi di Mencacci ("Le liste d'attesa per le Rems. Le cause e le soluzioni", http://www.news-forumsalutementale.it/le-liste-d%e2%80%99attesa-per-le-rems-le-cause-e-le-soluzioni/) e Pellegrini ("Il diritto al processo, http://www.news-forumsalutementale.it/il-diritto-al-processo/), pubblichiamo un estratto dal prossimo numero di aut aut, n. 370/2016 "Individui pericolosi, società a rischio" per andare con più consapevolezza alla radice delle questioni emerse con chiarezza abbagliante con l’approvazione della legge 81/2014.
Disabilità, “Dopo di noi”, approvata la Legge 22 giugno 2016
Da SosSanità: La Camera ha approvato in via definitiva il testo unificato delle proposte di legge: Disposizioni in materia di assistenza in favore delle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare (Approvate, in un testo unificato, dalla Camera e ...
Forum Salute Mentale: incontro nazionale a Venezia 8 maggio 2016
Isola di San Servolo, il 14 maggio 2016 (ore 10.00 - 16.00). L’incontro si svolgerà all’interno della VII edizione del“ Festival dei matti” 13/16 maggio 2016 ( www.festivaldeimatti.org). Dopo i Forum di giugno 2015 a Pistoia ci vedremo a Venezia il 14 maggio 2016 partendo dalle conclusioni del Forum di Pistoia del 4-5-6 giugno 2015 Il Forum di Pistoia, l’ VIII Forum Nazionale (vedi), si concluse con tre impegni di lavoro per i mesi a venire: promuovere la campagna per l’abolizione delle contenzioni, avviare dei percorsi per contrastare l’involuzione ormai progressiva ed insopportabile dei servizi di salute mentale nel nostro paese, proseguire nel difficile cammino dell’applicazione della legge ‘81/2014 per portare a compimento  la chiusura “ per legge” degli Ospedali psichiatrici Giudiziari, Proposte per superare l’insopportabile disomogeneità tra le varie regioni d’Italia che si configura come arretratezze e povertà profonde aree dove le cose vanno meglio, almeno in esperienze più avanzate nelle stesse singole regioni.
Di cosa parleremo a Venezia 17 aprile 2016
Di Vito D’Anza, portavoce nazionale del Forum Salute Mentale A Venezia il 14 maggio 2016 partendo dalle conclusioni del Forum di Pistoia del 4-5-6 giugno 2015 Il Forum di Pistoia, l’ VIII Forum Nazionale (vedi), si concluse con tre impegni di lavoro per i mesi a venire: A) promuovere la campagna per l’abolizione  delle contenzioni B) avviare dei percorsi per contrastare l’involuzione ormai progressiva ed insopportabile dei servizi di salute mentale nel nostro paese C) proseguire nel difficile cammino dell’applicazione della legge ‘81/2014, la chiusura “ per legge” degli Ospedali psichiatrici Giudiziari.
Page 1 of 1012345»...Last »