In primo piano
27 gennaio. Memorie. Ex Ospedale Psichiatrico, Aversa 27 gennaio 2016
(la foto, e il pensiero, è di Antonio Fortarezza)
Stiamo Impazzendo! 18 settembre 2015
Alle 14.00 di ieri è iniziato Impazzire si Può: quasi 300 amici dall’Olanda, dalla Francia, dall’Inghilterra, dal Trentino Alto Adige, dalla Liguria, dal Veneto, dalle Puglie, dal Lazio, dalla Lombardia, dalla Toscana, dalle Marche, dalla Campania, dal Piemonte e, ovviamente, ...
Pronti per Impazzire? 16 settembre 2015
Oramai ci siamo! Tutto lo staff organizzativo triestino, oramai un po‚Äô stremato ma euforico, √® pronto ad accogliere anche quest‚Äôanno gli amici di ‚ÄúImpazzire si Pu√≤‚ÄĚ! A domani ‚Ķ.
Impazzire si può: meno 5! 12 settembre 2015
Impazzire si pu√≤ 2015 - ‚ÄúAlla ricerca dei viaggi possibili e impossibili‚ÄĚ Trieste 2015 ‚Äď Incontro nazionale di associazioni e persone con l‚Äôesperienza del disagio mentale Parco Culturale di San Giovanni, 17 ‚Äď 19 settembre Giunto alla sua 6¬į edizione triestina, ‚ÄúImpazzire si pu√≤‚ÄĚ, appuntamento annuale che coinvolge numerosi soggetti: persone con l‚Äôesperienza del disagio, associazioni, cooperazione sociale, operatori dei servizi, politici, amministratori, cittadini, gruppi teatrali e non solo, che si incontrano presso la Direzione del Dipartimento di Salute Mentale per tre giorni per discutere, scambiare e sperimentare nuovi modi di fare ‚Äúsalute‚ÄĚ. (in allegato il¬†programma stampabile, la scheda d'iscrizione, la scheda degli eventi "a margine", la mappa del Parco e le soluzioni alberghiere)
Per Pistoia: la Legge 180 13 maggio 2015
La  Camera  dei  deputati  ed  il  Senato  della Repubblica hanno approvato; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PROMULGA la seguente legge: Art. 1. Accertamenti e trattamenti sanitari volontari e obbligatori Gli accertamenti e i trattamenti sanitari sono volontari. Nei  casi  di  cui  alla  presente  legge e in quelli espressamente previsti  da leggi dello Stato possono essere disposti dall'autorita' sanitaria   accertamenti   e  trattamenti  sanitari  obbligatori  nel rispetto della dignita' della persona e dei diritti civili e politici garantiti  dalla  Costituzione,  compreso  per  quanto  possibile  il diritto alla libera scelta del medico e del luogo di cura.   Gli  accertamenti  e  i  trattamenti  sanitari obbligatori a carico dello  Stato  e  di  enti  o  istituzioni  pubbliche sono attuati dai presidi  sanitari  pubblici territoriali e, ove necessiti la degenza, nelle strutture ospedaliere pubbliche o convenzionate.   Nel   corso  del  trattamento  sanitario  obbligatorio  chi  vi  e' sottoposto ha diritto di comunicare con chi ritenga opportuno.   Gli  accertamenti  e  i  trattamenti sanitari obbligatori di cui ai precedenti  commi devono essere accompagnati da iniziative rivolte ad assicurare  il  consenso  e  la  partecipazione da parte di chi vi e' obbligato.
“Le interessa pi√Ļ il malato o la malattia?” “La malattia naturalmente.” 14 dicembre 2014
di Luigi Benevelli La Proposta di accordo Stato-Regioni sulla Definizione dei percorsi di cura da attivare nei Dipartimenti di salute mentale per i disturbi  schizofrenici, i disturbi dell’umore e i disturbi gravi di personalità (16 ottobre 2014) di Luigi Benevelli
Considerazioni sul convegno Impazzire si Può 13 ottobre 2014
di Erika Cei. Si è conclusa la tre giorni di "Impazzire si può", convegno che ha avuto luogo presso il Parco culturale (ex o.p.p.) di San Giovanni a Trieste e ha visto protagoniste associazioni e persone con "esperienza del disagio mentale", nello specifico gli utenti stessi, i familiari, gli operatori del settore (educatori, volontari, assistenti sociali, infermieri, psicologi, psichiatri, etc…).
10 ottobre Giornata Mondiale della Salute Mentale. Riguarda la schizofrenia. L’OMS invita a conoscere le storie delle persone. 9 ottobre 2014
Attorno alla data del 10 ottobre si aggruppano molte iniziative dedicate alla salute mentale. Il 10 ottobre, ricorre la giornata mondiale della salute mentale. Quest'anno riguarda la schizofrenia o meglio il vivere con la schizofrenia.
“Lo psichiatra ha una sola possibilit√†” (Franco Basaglia, 11 Marzo 1924 – 29 Agosto 1980) 29 agosto 2014
A pi√Ļ di 35 anni dalle conferenze che Franco Basaglia tenne in Brasile, di seguito una testimonianza raccolta da Ernesto Venturini. [...] Durante i seminari ribalta sugli interlocutori le domande che gli vengono poste, stimolando nuovi livelli di consapevolezza. Pi√Ļ volte dichiara di non avere le risposte, di essere lui stesso alla ricerca di una risposta. Detesta i luoghi comuni, sa che "√® pi√Ļ facile convivere con il preconcetto che con la libert√†". Particolarmente intenso √® il suo soggiorno a Belo Horizonte. Dopo aver visitato alcuni ospedali psichiatrici della citt√†, Basaglia si reca nella citt√† di Barbacena, distante circa 170 chilometri, per conoscere un ospedale per cronici, la cosiddetta Colonia. L‚Äėimpressione prodotta da queste visite, e soprattutto quella prodotta da quest‚Äėultimo viaggio, √® cos√¨ intensa da lasciare Basaglia profondamente scosso e depresso.
√ą morto Giorgio Gaslini: nel 1974 suon√≤ a San Giovanni per buttare gi√Ļ le porte del manicomio. 31 luglio 2014
“Il quattro di settembre il concerto di Giorgio Gaslini aveva chiuso le manifestazioni all’aperto. Trovare il pianoforte a coda fu un’altra difficilissima prova che il comitato organizzatore dovette sostenere. Il concerto aveva amplificato  un momento di lotta dei degenti sui servizi, sui sussidi, sulla casa, sulla Cooperativa lavoratori uniti. Tutto l'ospedale era stato riempito  di cartelli e manifesti, prodotti dal collettivo d'arte Arcobaleno dove si spiegavano i motivi dell'agitazione. Brunetta è stata pettinata e truccata da Olimpia Bencina per l’occasione.  Wanda, infermiera del Q, una sua quasi mamma,  le ha fatto indossare un bel vestito di colori pastello e un paio di scarpe nuove.
Page 2 of 8«12345»...Last »