Notizie
Empoli: E tu slegalo subito … 24 febbraio 2016
VenerdĂŹ 26 febbraio 2016 (alle ore 18,00) al Cenacolo del Convento degli Agostiniani (in Via dei Neri, 15) a Empoli Il problema della contenzione fisica in psichiatria chiama in causa il problema della pratica di legare la persona internata in una ...
Comunicato StopOpg sulla nomina del Commissario: finalmente una buona notizia 22 febbraio 2016
E’ Franco Corleone, già garante dei diritti dei detenuti. La nomina, da parte del Consiglio dei Ministri, del Commissario unico per il superamento degli OPG è una buona notizia. L’abbiamo sollecitata da mesi e finalmente è arrivata. Non deve essere considerato un atto “punitivo” verso i comportamenti delle regioni commissariate, quanto ...
Con il manifesto per una vita libera, dopo di noi può iniziare una nuova storia. 14 febbraio 2016
di Peppe Dell’Acqua. Mentre il Parlamento discute il “Dopo di noi”, molte regioni, la Toscana (vedi Manifesto per la vita libera), si accingono a costruire istituti dove concentrare persone giovani e meno giovani che vivono l’esperienza della diversità. Sappiamo per quanto scrivono familiari e associazioni che un istituto ...
La cooperativa A.S.A.R.P. UNO diffida la Regione Sardegna 14 febbraio 2016
La Comunità Terapeutica “Franca e Franco Basaglia” della cooperativa sociale A.S.A.R.P. UNO non apre grazie alle incomprensibili lungaggini burocratiche della Regione Sardegna. La cooperativa sociale A.S.A.R.P. UNO è ...
E ora non mi rinchiudere 14 febbraio 2016
“E ora non mi rinchiudere. Manifesto per la vita libera delle persone con disturbi mentali e disabilità intellettiva, contro il rischio di una nuova istituzionalizzazione” è il documento che verrà pubblicamente presentato e discusso nel corso di una conferenza organizzata dal comitato "E ora non mi rinchiudere," che è sostenuto dai primi firmatari scritti in calce, il 27 febbraio prossimo a Empoli (Firenze), presso la Sala Conferenze dell’Agenzia per lo Sviluppo Empolese Valdelsa (ASEV). (vedi il Manifesto in allegato) La vita è uguale per tutti Le persone affette da disturbi mentali (1) e disabilità intellettiva (2) hanno il diritto di avere le stesse opportunità di tutti gli altri cittadini, in termini di libertà di scelta, di rafforzamento della consapevolezza e di controllo sul modo in cui vivono per tutta la durata della loro vita, rispettando i principi di autodeterminazione, libertà, inclusione e partecipazione alla società in cui si trovano a vivere.
Mauro Palma è il primo Garante nazionale dei diritti dei detenuti 8 febbraio 2016
Mauro Palma è il primo Garante nazionale dei diritti dei detenuti: dopo una lunga attesa finalmente la nomina del Governo La nomina di Mauro Palma a Garante dei detenuti è una buona notizia. In questi anni, anche nella complessa vicenda del ...
Lecco: La contenzione degli ospiti nelle Case di Riposo 31 gennaio 2016
Venerdì 5 Febbraio 2016: Si può superare la contenzione nelle strutture sanitarie per anziani? Ci sono alternative alla contenzione fisica? Nell ’assistenza delle persone anziane la contenzione fisica è una pratica comune, sia nelle strutture residenziali che ...
Campagna anti-stigma #itaffectsme 30 gennaio 2016
Laura Darralnon è diversa da tante altre ventottenni del Regno Unito. Ha la passione della recitazione, e come molti giovani vi si dedica con tutta se stessa. Ma, allo stesso tempo, Laura sta compiendo qualcosa di straordinario: attraverso una campagna ...
Salute Mentale è tempo di Cambiare 24 gennaio 2016
L’Unasam organizza per il prossimo 4 febbraio 2016 a Roma, presso il Centro Congressi Frentani, il proprio convegno nazionale dal titolo: “Salute Mentale è Tempo di Cambiare. Carenze dei servizi, Organizzazione, qualità degli interventi, esiti, verso la recovery”. Diversi gli ...
Proliferazione diagnostica e vittorie scientifiche, ovvero: dove sono finiti i normali? 8 gennaio 2016
di Silvia D'Autilia. A fine ‘800 la psichiatria manicomiale “curava” i suoi pazzi con poche categorie diagnostiche. Benchè la scommessa, di matrice eminentemente kraepeliniana, fosse quella di differenziare il più possibile una malattia psichiatrica dall’altra, la nosografia del tempo era poco articolata ...