Category

Punti di vista

Category

Detenzioni mascherate di Enrico Di Croce Matteo arriva in comunità in ambulanza, accompagnato dai carabinieri. Proviene dal Spdc, il reparto psichiatrico dell’ospedale a circa un’ora e mezza di strada. Prima di partire ha assunto una terapia per il viaggio ed è così sedato che non riesce a stare in piedi: meglio accompagnarlo in stanza con la barella. Appena messo a letto si riaddormenta come un sasso. Al risveglio gli sarà difficile capire dove si trova.…

di Fabrizio Starace* da “Quotidiano sanità” 24 agosto 2022 In maniera speculare al documento di riorganizzazione dell’assistenza territoriale varato dal Governo Draghi (DM 77/2022), nel quale non v’è traccia di salute mentale, dipendenze patologiche, neuropsichiatria infantile, la politica continua a considerare relativamente trascurabili questi temi, che riguardano la vita di milioni di cittadini italiani. Ma ci sono delle eccezioni che ci consentono di nutrire un moderato ottimismo sulla capacità che la politica ancora conserva di…

di Roberto Mezzina* Grazie Luigi della dettagliata sintesi. Il libro, che ho in parte letto su segnalazione di amici americani, si inserisce nella lista ormai lunga delle testimonianze sulla crisi della psichiatria biomedica e soprattutto del sistema (è un eufemismo chiamarlo così) americano di cura e assistenza in salute mentale. Per intenderci, in tempi recenti Allen Frances ha ripetutamente sottolineato la tragedia dell’abbandono nelle strade e nelle carceri, e suoi testi sono stati anche tradotti…

di Luigi Benevelli agosto 2022 Il consenso alla richiesta di ripresentare nella prossima nuova legislatura il testo del progetto di legge già a firma Dirindin, poi Carnevali, evidenzia la forte preoccupazione del movimento italiano per la salute mentale sullo stato e le prospettive dei servizi, Regione per Regione, Azienda per Azienda. Come ha ben documentato Antonio Lucchetti nella suo intervento dell’11 agosto scorso sul nostro Forum, la legislatura che si chiude non ha visto sviluppare…

Conferenza nazionale di salute mentale un anno dopo. Della salute mentale non c’è più traccia di Antonio Luchetti (Merano) A vent’anni dalla prima Conferenza Nazionale di Salute Mentale, il 25 e il 26 giungo di oramai un anno fa, si tornava in campo uniti per ribadire (come affermava in quell’occasione il ministro della salute Roberto Speranza) che “il disagio mentale nasce nei luoghi di vita e di lavoro delle persone, si cura nelle comunità in cui vivono…

Il dominio dello stigma psichiatrico , una drammatica deriva regressiva di Enrico Di Croce, psichiatra, Torino L’orribile omicidio a mani nude del cittadino nigeriano avvenuto di recente a Civitanova Marche è tragico e inaccettabile per diverse ragioni, fra le quali non esiterei a comprendere una parte delle reazioni emotive suscitate presso l’opinione pubblica. Mi riferisco alla vera esplosione di invettive stigmatizzanti che hannoinvestito non tanto l’assassino quanto la categoria antropologicaassegnatagli d’ufficio dai grandi mezzi di…

A proposito dell’omicidio di Civitanova. Razzismo, indifferenza, psichiatrie… di Francesca de Carolis Alcune brevi riflessioni, e qualche domanda, a proposito dell’omicidio di Alika Ogorchukwu, l’uomo nigeriano ucciso a Civitanova Marche. Alcune riflessioni ora che piano piano la terribile vicenda via via sembra sbiadirsi, sommersa da altri incalzare… Il nostro pensiero va alla moglie, alla famiglia e all’intera comunità nigeriana così comprensibilmente sconvolta… mentre, oltre il dolore di chi in questa tragedia è coinvolto, rimangono, pesanti…

La salute mentale è un diritto umano di Roberto Mezzina* Un rapporto sul documento del WHO – Il World Mental Health Report 2022 Il WHO ha lanciato il World Mental Health Report ‘Transforming mental health for all’ in giugno, dopo un lavoro durato quasi due anni. Esso segue dopo oltre un ventennio il precedente ‘New Understanding, New Hope’, che nel 2001 disegnò tre diversi scenari (a livello di risorse e di interventi) per una salute…

di Roberto Mezzina da: REVISTA de la Asociación Española de Neuropsiquiatría – vol.42 num.141 giugno 2022 Una “rivoluzione gentile”: la chiusura degli ospedali psichiatrici giudiziari Sin dall’inizio del processo di deistituzionalizzazione, a livello internazionale, si è determinato uno spostamento delle istanze di controllo e di contenimento dei comportamenti connessi alla sofferenza psicopatologica, in particolare se accompagnati da disturbo sociale e fino alla commissione di reati penalmente rilevanti, in altre configurazioni istituzionali, dai vecchi manicomi…

Ricostruire su ciò che resta di Pompei di Francesca de CarolisHa ragione Carla, Carla Ferrari Aggradi. E il suo è anche il nostro stupore, se nel convegno nazionale del 10 giugno, come troppo spesso accade, non fosse stato per il breve intervento di Mario Colucci, non c’è stato alcun riferimento all’esperienza basagliana, e a quello che ha rappresentato e rappresenta nel mondo. Come se, riprendo le sue parole che meglio non potrebbero fotografare l’assurdo, “quarantaquattro anni…