Punti di vista
Aprire un confronto con la SIP 29 ottobre 2012
Di Lugi Benevelli. Per le considerazioni che andrò a fare, distinguo fra una psichiatria intesa come branca della biomedicina (che trae vantaggio dai progressi della ricerca e della sperimentazione) , e una psichiatria intesa come pratica e organizzazione assistenziale, oggi declinata come salute mentale: mi soffermo su questo secondo scenario.
Elogio della responsabilitĂ  29 agosto 2012
Di Franco Corleone La sentenza della Corte penale di Oslo rappresenta una lezione di civiltà, da molti punti di vista. Anders Breivik è stato condannato a 21 anni di carcere, il massimo della pena per il codice penale norvegese. Dopo l’orrenda strage del 22 luglio 2011, in cui furono sterminate 77 ...
La lettera di Eleonora. A 30 anni dalla chiusura dei manicomi, cosa è cambiato? 27 agosto 2012
Ho 37 anni, ora vivo a Perugia e seguo con interesse e partecipazione i dibattiti e le tematiche che si svolgono intorno alla Psichiatria soprattutto dopo la mia negativa esperienza di un anno in un Centro di Salute Mentale territoriale. Sono ...
Sulla collina di San Giovanni a Trieste per incontrare Basaglia 22 luglio 2012
da l'Associazione Memoria Condivisa, presente a Impazzire si può. L'immagine del cavallo azzurro – scultura realizzata dai pazienti, simbolo della liberazione avvenuta – che entra trionfante in città, fa il giro del mondo insieme alle teorie e le pratiche rivoluzionarie di Basaglia diventando un modello per tutti. [...]  Liberare i corpi dalle gabbie, dalle camicie di forza, dalle vessazioni, dalle umiliazioni, dalla violenza su persone deboli, malate, sole, disperatamente sole con se stessi. Le persone della mia età ricorderanno quegli anni turbolenti, l'Italia illuminata, l'Italia progressista che si batteva con tutte le sue forze per aprire un varco ed entrare nella modernità, di lasciarsi alle spalle lo stragismo di Stato,il terrorismo brigatista, le ingiustizie sociali, è di quegli anni la legge su divorzio, faticosamente conquistata, in una Italia bigotta e reazionaria, di li a poco le bombe e la strage di Brescia .
L’associazione oltre quella sedia a Impazzire si può 5 luglio 2012
Io sono molto importante come donna, ho il mio spazio per vivere bene da sola ma con gli altri miei amici del percorso che non finirà mai, quello della vita che vorrei anche la mia stanchezza è donna, io mi ...
Peppe Pagano a Impazzire si può 2 luglio 2012
Oggi il tema è “il lavoro che mi fa impazzire”, e le esperienze che si susseguono sono caratterizzate dalla concretezza. In alcuni casi, quasi tutti a dire il vero, anche dal genio e dal coraggio, nella loro dimensione ordinaria e ...
L’intervento di Giuseppe Bucalo a Impazzire si può 1 luglio 2012
convegno “Impazzire si può” – Trieste 21 – 23 giugno 2012 intervento di GIUSEPPE BUCALO Salve a tutti. Sono Giuseppe Bucalo. Faccio parte di un’organizzazione che da 25 anni opera in un campo in cui fortunatamente non siamo solitari perché insieme a noi, accanto a noi, camminano tutti quegli utenti, e sono ...
Lella Costa a Impazzire si può 28 giugno 2012
Lella Costa parla, cita, recita, ma soprattutto si commuove e piange: ma non di tristezza, di dolore, quanto piuttosto di una gioia semplice: quella di sentire quell’energia, di potersene far investire senza temere nulla.
A Impazzire si Può, l’associazione Jenny è Tornata 26 giugno 2012
Che ci azzecca Vasco Rossi con Basaglia? Questi "ragazzi" di Pontecagnano, Salerno, fanno dialogare Franco Basaglia con Vasco Rossi perchè vedono "Il rock come atto di libertà". Loro sono quelli che ... "Quelli che credono che qualcosa possa cambiare sempre, che si reinventano, che si mettono in discussione, che si organizzano in un'apparente disorganizzazione oppure che disorganizzano un'apparente organizzazione.
Impazzire si può, terza puntata. Raccontata da un cronista tra il pubblico 25 giugno 2012
Trieste 23 giugno 2012 impazzire si può parte 3 Il viaggio in treno funge da diaframma, da lento mezzo di trasporto da una dimensione all'altra. Arrivare in certe città in treno è un'esperienza: quando arrivi a Venezia, l'ultimo pezzo di laguna sembra una sospensione spazio-temporale sull'acqua; Trieste, una galleria alla volta, l'adriatico blu, le colline, la vista dall'alto, somiglia a un miraggio molto concreto. Trieste è miscellanea di miti, primi fra tutti quelli letterario e psichiatrico, entrambi strettamente umanistici, umani, e in quanto tali, imperfetti. Forse è proprio questa propensione al mito imperfetto, a farmela amare così tanto.
Page 20 of 25« First...10«1819202122»...Last »