Punti di vista
Cantiere salute mentale 8. A proposito di utopia 16 marzo 2017
di Peppe Dell'Acqua L’urgenza del cambiamento che Basaglia avvertiva drammaticamente e la sua forza di credere nell’utopia della realtà è ciò che continua a sorprenderci. La possibilità di alimentare utopie, desideri, sogni sembra che oggi ci sia data solo a patto che se ne rimandi la realizzazione in un altrove o in angusti spazi privati.
Lettera aperta a Lorenzin, Orlando e Grasso inviata a firma dei Direttori DSM / Rems della Regione FVG 15 marzo 2017
Oggetto: D.d.L. Giustizia (articolo 12 comma 1 lettera d)) Come operatori psichiatrici, nell’ambito delle responsabilità istituzionali che il nostro mandato comporta, siamo estremamente preoccupati che il D.d.L. 2067 (“Modifiche al codice penale e al codice di procedura penale per il rafforzamento ...
La nota di Marco Cavallo. La giornata della dignitĂ  a Collegno 3 marzo 2017
Mi piacerebbe essere a Collegno per la giornata della dignità. Attraversare muri e abbatterli è quanto più mi piace fare. Ma sarà difficile. Il 13 maggio è per me una giornata molto impegnativa. In Piemonte, a Torino, ci sono ...
Cantiere salute mentale 6. La libertà è terapeutica 27 febbraio 2017
di Peppe Dell'Acqua La libertà è terapeutica abbiamo detto, e scritto sui muri. E’ terapeutico, prima di tutto, liberare le persone. Che non vuol dire che chi è “matto” può fare ciò che vuole per essere alla fine abbandonato e costretto a vivere nelle periferie del mondo e dell’anima la sua improbabile libertà. Non solo libertà di essere bizzarro, di delirare, cantare alla luna. Non certo di pagare con l’emarginazione la propria singolare bizzarria, con la perdita di ogni diritto la propria unica condizione esistenziale.
27 gennaio. L’amnesia della psichiatria 26 gennaio 2017
di Peppe Dell’Acqua e Silvia D’Autilia* Ernest Lossa, bambino tedesco, zingaro, di minoranza Jenisch, ritenuto insufficiente mentale venne ucciso con un’iniezione letale quando aveva 14 anni. Aveva resistito per più di 6 anni ai tentativi di esecuzioni. Sembra invece che fosse particolarmente simpatico, servizievole e intelligente, tanto da ingraziarsi infermieri e aguzzini, resistendo nel chiuso dell’istituto alle violenze e alle vessazioni. Riusciva sempre a rubare una mela, a farsi dare una doppia razione di minestra o una coperta. Al compimento del quattordicesimo anno, una diligente e corpulenta infermiera non fu capace di sottrarsi all’ordine. La singolare e struggente storia di Lossa è diventata un libro e poi un film presentato al Giffoni Film Festival del 2016 ed è in corso di pubblicazione la sua storia in italiano.
Il manicomio che non vuole morire 10 novembre 2016
di Piero Cipriano Ehi, dico a voi, laggiù in Sicilia, voi di Barcellona Pozzo di Gotto, lo sentite questo lamento di animale morente? E a Secondigliano? Vi arriva questo rantolo cupo che non si decide a esalare l’ultimo fiato? E a voialtri, poco più su, ad Aversa, non vi risuona nelle orecchie un ...
La notte della psichiatria 6 settembre 2016
di Fabrizio Starace (*) Un commento al racconto di Di Petta (vedi il racconto) Il compito delle scienze sociali, secondo Domenico De Masi, è “essere moleste”, evidenziando nel rassicurante riprodursi della realtà contraddizioni e incompatibilità che possono risultare fastidiose, ...
Combattere la paura del diverso 16 agosto 2016
di Susanna Camusso. Alle Iscritte e agli Iscritti della Cgil La Cgil è una grande organizzazione sindacale aperta, fondata sulla libertà di adesione, che non conosce e rifiuta discriminazioni di carattere religioso o di provenienza geografica. Democrazia e libertà sono il nostro dna e sono il fondamento della nostra Costituzione. Sono questi principi ...
Dopo la preghiera comune 16 agosto 2016
di Luigi Benevelli Da tempo sono frequenti e non provocano più “scandalo” le occasioni di partecipazione di cristiani ai riti religiosi degli ebrei e di ebrei ai riti dei cristiani. Qualche scandalo e meraviglia ha creato invece la preghiera comune di cristiani e maomettani dei giorni passati in alcune chiese di ...
La linea del colore. Il mondo non può tornare indietro 20 luglio 2016
di Luigi Benevelli [Dedico questa citazione alla memoria delle migliaia di afroamericani USA morti mentre erano nelle mani della polizia, alla memoria dei poliziotti bianchi uccisi il 7 luglio scorso a Dallas da Xavier Johnson, afroamericano, e di Emmanuel Chidi Namdi, nigeriano, morto lo stesso 7 luglio dopo essere stato colpito a ...
Page 3 of 24«12345»1020...Last »