Collana 180. Archivio critico della salute mentale

libri_da_leggereLa Collana 180 – Archivio critico della salute mentale delle Edizioni Alpha Beta Verlag di Merano è diretta da Peppe Dell’Acqua con la collaborazione di Pier Aldo Rovatti.

Collana 180 è nata nel 2011 e ad oggi ha pubblicato 21 titoli che, in ordini di discorso diversi ma convergenti, cercano di approfondire la conoscenza di quanto è accaduto nel nostro paese nel campo della salute mentale a partire dall’“assemblea” goriziana, al lavoro triestino, alla legge 180, alla restituzione del diritto alle persone che vivono l’esperienza del disturbo mentale, alla chiusura degli ospedali psichiatrici.

Si muove intorno alla rivoluzione scientifica aperta da Franco Basaglia e al capovolgimento del paradigma medico tutto interno alle fortune del positivismo scientifico dello scorso secolo, ovvero il malato e non la malattia, le singole persone con le loro storie.

La Collana è nata anche con il compito di tenere viva la memoria e da qui di leggere il presente e di individuare orizzonti possibili e oggi quantomai necessari. È stato proprio questo, quasi dieci anni fa, a convincere Aldo Mazza, editore delle Edizioni Alpha Beta Verlag di Merano, Pier Aldo Rovatti e Peppe Dell’Acqua a scommettere sull’importanza, o meglio sulla necessità, di affrontare questo tema e soprattutto sulla trasmissione di un sapere pratico che rischia sempre di finire nei luoghi comuni e nella smemoratezza, uno dei mali più atroci dei nostri tempi.

Edizioni Alpha Beta Verlag di Merano agisce storicamente sul confine e sui confini, nel caso di Collana 180 tra “salute e malattia”. Collana 180 è l’esempio di come si può sostenere un pensiero e renderlo fruibile attraverso i libri, mantenendo uno spirito critico. Una sorta di “operazione culturale editoriale” che fornisce un valore aggiunto al lavoro della casa editrice.

La Collana 180 prese forma, sviluppando quattro filoni: Narrazione, Riproposte, AttualitĂ  e Traduzioni. Le Riproposte hanno l’obiettivo di rieditare libri che furono importanti per la formazione dei giovani psichiatri negli anni ’60 e ’70. Le Narrazioni sono preziose testimonianze ad opera di chi vive o ha vissuto l’esperienza del disturbo mentale. L’AttualitĂ  vuole evidenziare le cose che oggi accadono e che sono luminosissime, ma rischiano di affondare nel pantano di una superficialitĂ  e di un pensiero unico prepotente. Infine le Traduzioni si propongono di pubblicare testi provenienti da altre culture.

La Collana 180 ha cominciato a camminare e la scommessa della casa editrice e di Aldo Mazza sembra resistere. Oggi i libri della Collana sono diventati un pre-testo per eventi, discussioni, denunce, dibattiti, ricerche, analisi e riflessioni.

Per la Collana 180 è quanto mai significativo dare valore e risalto a queste voci, al lavoro svolto da istituzioni, operatori, associazioni che sostengono, curano e accompagnano le persone, le famiglie, i progetti e le politiche sensate di cambiamento.

Articoli Correlati:

Share

Lascia un commento

Devi essere registrato per commentare l'articolo