Conferenza della Funzione Pubblica CGIL: Lavoro, pratiche e diritti. Un patto per la Salute Mentale

FP_salute_mentale_scelta_297x420_06052014_NO_CROCINILa Conferenza intende offrire agli operatori dei servizi di salute mentale uno spazio di dibattito sulle condizioni del lavoro, le organizzazioni, le pratiche, le criticità, ma anche uno spazio per avanzare e discutere proposte.

Si vuole rinnovare un’alleanza fra gli operatori e le persone con esperienza di disagio mentale, ma anche allargare l’alleanza alla comunità tutta per un nuovo patto per la salute mentale.

La Funzione pubblica della Cgil propone come punto di partenza da alcuni punti fermi quali:

  • il rispetto della dignità e dei diritti delle persone con disturbo mentale e degli operatori nei percorsi di cura
  • l’apertura dei servizi di salute mentale sulle 24 ore
  • progetti terapeutici individuali finanziati attraverso lo strumento dei budget di salute
  • la partecipazione e promozione del protagonismo di operatori ed utenti.

Ad oggi, hanno confermato la loro partecipazione Angelo Cicatiello, Vito D’Anza, Tonia di Cesare, Domenico Castronuovo, Peppe Nese, Stefano Cecconi, Massimo Cozza, Thomas Emmenegger, Gisella Trincas, l’Ass. Maiorino del Comune di Milano.

Nel pomeriggio è prevista una tavola rotonda, alla quale parteciperanno la Sen. Emilia di Biase, l’Ass. Carlo Lusenti, il portavoce dell’Alleanza delle Cooperative Giuseppe Guerini, Giovanna Del Giudice..

È stato invitato il ministro alla salute, On. Lorenzin.

Le conclusioni della Conferenza sono affidate alla Segretaria Nazionale FP CGIL Rossana Dettori.

A breve sarà disponibile il programma dettagliato della giornata.

    Share

    Lascia un commento

    Devi essere registrato per commentare l'articolo