Il Veneto non accoglie 43 psicolabili pericolosi dimessi dai manicomi

mattoTrenta righe sono sufficienti a raccontare cosa si intende per Salute Menttale nella Regione che ha dato i natali a Franco Basaglia, Questa breve intervista al direttore generale della Sanità veneta a proposito dell’imminente chiusura degli opg, fotografa impietosamente l’arretratezza culturale, la disinformazione, l’irresponsabilità di una sanità che continua a produrre stigma e a sanzionare drammaticamente chi ha la sventura di incorrere in una diagnosi psichiatrica.

Da “La Nuova Venezia”:

Il Veneto non accoglie 43 psicolabili pericolosi dimessi dai manicomi

Il 31 marzo gli istituti chiuderanno, il direttore della sanità regionale: «Esigono cure e controlli in istituti attrezzati, pagheremo noi le rette»

di Filippo Tosatto

VENEZIA. Il 31 marzo gli ospedali psichiatrici giudiziari chiuderanno definitivamente i battenti e gli ospiti-detenuti psicolabili, perlopiĂą autori di gravi gesti criminali, saranno dimessi. Tra loro figurano 43 veneti: quaranta pazienti maschi fin qui ospitati nell’istituto di Reggio Emilia, tre donne in quello di Castiglione delle Stiviere. Alla metĂ  di loro, gli psichiatri forensi attribuisce un’«elevata pericolositĂ  sociale» … (vedi tutto l’articolo)

Articoli Correlati:

Share

Lascia un commento

Devi essere registrato per commentare l'articolo