Impazzire: ci vediamo alla prossima!

1044811_484145491664228_759276831_nProblemi tecnici ci hanno impedito di informare, come avremmo voluto, sull’incontro di Trieste.

Il tutto è cominciato, come da copione, con il grande Falò, domenica sera. Tanti gli ospiti arrivati già la domenica pomeriggio, tanti cittadini triestini. Tutti confusi nella magia del Parco e del fuoco.  1013952_484145108330933_1783572377_nMai,come quest’anno, il fuoco del solstizio che saluta l’estate è stato vissuto da tanti di noi con maggior gioia. Le recenti elezioni regionali, la vittoria del centro sinistra, ci ha fatto intravvedere che uno dei più gelidi inverni stava forse concludendosi.

Ancora una volta, la forma dell’incontro libero e senza schemi preordinati ha funzionato. Le persone con l’esperienza, con poteva essere diversamente, sono state protagoniste straordinarie.

Di emozioni, interventi, discussioni potremo parlare a lungo. Meglio se ognuno, con un video, un brano scritto, un saggio contribuisca ad arricchire questo rapporto finale.

1003955_484151304996980_1384441103_nNon possiamo non sottolineare la faticosa e impegnativa conduzione di Novella e di Roberto. Tutto il Forum li ringrazia. Senza dimenticare tutti gli altri che hanno contribuito all’organizzazione con una fatica, forse quest’anno, meno lieve del solito.

La presenza di più di 300 persone ha confermato la gioia di rispondere a questa chiamata.

Gli interventi e i racconti dei “non triestini” sono stati ricchi e tanti.

I video (alcuni già pubblicati) hanno confermato la capacità di essere strumento agile e incisivo di comunicare.

1045230_10151686667538536_2125191714_nTra i momenti davvero emozionanti, la Grande Orchestra con i suoi quasi 40 elementi (ma hanno in animo di arrivare a 100 per fare il Grande Concerto degli “Impazziti” in piazza Unità d’Italia!), la lettura delle donne de Luna e l’altra di “Guarire si può” con la teatralizzazione delle attrici di Oltre quella Sedia e poi, una sorpresa straordinaria, Lucio di Cava dei Tirreni ha cantato una  antica canzone napoletana dove il racconto di un pescatore rimanda alla bellezza e alla fatica delle relazioni umane. Gli amici di Modena poi ci hanno invitato tutti alla loro settimana di ottobre, “Mat”,  Latiano si ripromette di riconvocarci per un’altra giornata di amicizia e di preoccupazioni: le cose in Puglia e per il Centro Marco Cavallo non vanno affatto bene. Come del resto in quasi tutte le Regioni italiane. Accorpamenti, tagli, sciocche e ottuse riorganizzazione dei servizi stanno, di fatto, fracassando quel poco o quel tanto di buono che, faticosamente, siamo riusciti a mettere in piedi. Anche la tavola rotonda sulle questioni del lavoro ha proposto riflessioni sulle possibilità, gli impensabili successi, le imprese virtuose e i rischi sempre più evidenti conseguenze di politiche distratte o peggio ideologicamente ostili.

Su questo ordine di discussione, forse il momento più emozionante, certamente il più applaudito, è stato l’intervento di Elia che ha preso la parola dopo un breve intervento di saluto della nuova assessora alla sanità FVG, Maria Sandra Telesca. L’assessora aveva detto buone e solite parole di apprezzamento e attenzione per il futuro. Elia ha ringraziato ma ha tenuto a precisare che le persone con l’esperienza, che egli in quel momento rappresentava, sono attente e vorranno verificare quanto accadrà, vorranno partecipare alle decisioni, vorranno ascoltare parole che traducano idee, proposte, innovazioni. E ha voluto ribadire che, ove mai le idee dovessero mancare a chi governa o mal chiarite questioni economiche dovessero bloccare progetti e percorsi individuali, le persone con l’esperienza, le loro associazioni, le risorse naturali che essi posseggono sono a disposizione, in tutte le regioni italiane: “Vogliamo essere ascoltati – ha concluso Elia – partecipare alle decisioni e proporre le nostre idee e , cara assessora, vedrà che quanto siamo in grado di fare non solo risponde a larghi bisogni ma può costare poco, pochissimo. O addirittura entrare nelle micro economie locali e portare utili, anche economici”.

Applauso. Standing ovation per più di 5 minuti.

Alcune altre immagini … alla rinfusa!

17491_484144804997630_1964390477_n

421822_10151673150434655_1767117865_n

6947_484144978330946_895251259_n

1016813_10151673146214655_1575986660_n

942310_484145034997607_984861238_n

1001010_484151468330297_1830826020_n

993531_10151494679677966_1493700610_n

1001159_484144944997616_1987674790_n

1043954_484145524997558_1475392861_n

945023_484144874997623_88464434_n

1011895_10151491242212966_1717841405_n

Articoli Correlati:

Share

Lascia un commento

Devi essere registrato per commentare l'articolo