Impazzire si può. La bozza di programma al 13 maggio 2013

mia vitaImpazzire si può. Viaggio nelle guarigioni possibili. Per continuare a costruire conoscenza comune

Trieste 2013 – Sesto Incontro nazionale di associazioni e persone con l’esperienza del disagio mentale

Parco Culturale di San Giovanni, 23 – 25 giugno

Continua il percorso di “Impazzire si può”, giunto quest’anno alla quarta edizione triestina, dopo esser stato a Urbania (Marche) nel 2011 e a Brindisi/Latiano (Puglia) nel  marzo scorso. Proprio a partire dal  documento finale del convegno “Impazzire si può … al sud?” continueremo a collegare le nostre voci e le nostre esperienze.

Vorremmo anche proporre una sorte di concorso (sui premi ci siamo ancora pensando): qual è il logo che vorresti per la prossima edizione del convegno?

Il convegno è accreditato ECM

Bozza di programma al 13 maggio 2013

La versione finale e definitiva del programma sarà disponibile, come oramai tradizione degli incontri del Forum, solo dopo la conclusione del convegno. L’assemblea di un forum, e di uno come il nostro in particolare, non può avere un programma definitivo se non a costo di limitare la partecipazione di quanti saranno presenti nella “piazza” che si organizzerà dal 23 al 25 giugno: l’unico programma definitivo possibile è quello del giorno dopo

Domenica 23 giugno

Ore 17.30 – 18.30

Aperitivo di benvenuto per i partecipanti al convegno. In contemporanea e a seguire la tradizionale festa della vigilia dei “Fuochi di San Giovanni”. Ritrovarsi e cominciare facendo festa insieme non può che essere l’inizio migliore.

Sul grande palcoscenico all’aperto teatro, danze e musica, nel Parco le Popolimpiadi (olimpiadi popolari) con giochi adatti a tutte le età, le esibizioni degli Armigeri del 1300 e la costruzione del Totem a cui appendere i propri desideri, le speranze, gli auguri …  a sera, accompagnati dai tamburi, il grande falò della notte di mezza estate.

Lunedì 24 giugno 2013

Ore 8.30 – 9.30

Apertura della segreteria e accoglienza

Ore 9.30

Narrare l’invisibile:

Narrare e narrarsi per costruire senso collettivo nell’era dell’incertezza

Sentimondo,

Nessuno mi chiede una mano

ma tutti vogliono tenermi per mano.

A me fanno impazzire quelli che non mi ascoltano

e pretendono che io faccia quello che vogliono loro

Sentimondo,

Io esisto. Lo senti, mondo?

(Associazione Oltre quella Sedia)

Portare alla luce il mondo delle relazioni e del non detto: storie, vissuti, percorsi individuali, diversità, emarginazioni, rimonte, emozioni …

Narrare l’invisibile e l’inudibile che ogni relazione porta con sé, raccontare lo stupore e poi la compassione, l’allegria, la fatica, il dolore, i pensieri, i gesti, la salute, la felicità, il gioco, l’errore, l’affettuosità, l’ascolto, la rabbia, la pazienza, il piacere, l’amicizia, la sessualità. Per renderci visibili nella nostra soggettività.

Parole chiave: soggettività, narrazione, emancipazione, autonomie possibili, protagonismo

Aprono l’assemblea l’Articolo 32 insieme al Centro Sperimentale “Marco Cavallo” di Brindisi.

Massimo Cargnin introduce le sue riflessioni su i “Diritti non costituzionali

Partecipano alla sessione, portando la loro esperienza: Mariagrazia Giannichedda, Flora Tommaseo, Silva Bon,  Rete Uditori di Voci, ass. Apertamente,….

Letture da “Guarire si Può” da parte dell’ass. Luna e l’Altra interpretate dalle attrici dell’ass. Oltre quella Sedia

Ore 13.30 – 14.30

Come consuetudine, agli ospiti, verrà offerto un “sacco al pranzo

2.

Esistenza/Resistenza

Vorrei un mondo all’altezza dei sogni che ho

(Luciano Ligabue)

“Per non essere dei semplici amministratori dell’esistente, dobbiamo diventare degli utopisti”

Franco Basaglia

Apre l’assemblea la Grande Orchestra del Club Zyp

In uno scenario di crescenti incertezze e di più profonda crisi economica, cosa significa costruire insieme Servizi di salute mentale che siano in grado di promuovere questioni di salute basati sul riconoscimento delle persone e dei bisogni che esse esprimono? Quali i meccanismi che favoriscono consapevolezza, riprese, svolte, guarigioni?

Costruire reti, fare cooperazione, diffondere conoscenze, produrre solidarietà.

Parole chiave: servizi, reti, diritti, valori, conoscenze

Partecipano alla sessione, portando la loro esperienza: don Giacomo Panizza, Torino Mad Pride, Rete Utenti, Forum Versilia, Antonio Esposito, Dario Stefano Dell’Aquila, ..

Rap “a soggetto” degli Freestyle on the Bridge

Martedì 25 giugno

3.

La mia vita con altri, altrove: Costruiamo assieme le nostre comunità di destino

“Il modo migliore per realizzare un sogno é quello di svegliarsi.”

Paul Valéry

Nella comunità di destino le persone, attraverso la loro diversità, sviluppano legami di interdipendenza. Ben più che i legami di sangue, è l’interdipendenza dei destini a costituire appartenenza.

Ridefinire e ridefinirsi per tracciare un senso collettivo.

Parole chiave: strategie, indirizzi, servizi

In apertura cortometraggio “L’altra metà della psichiatria” dell’Ass. Jenny è tornata (Salerno)

Partecipano alla sessione, portando la loro esperienza: Aldo Bonomi, Federico Scarpa, Pino Apollonio, …

Le interviste sulla guarigione condotte dal vivo dall’Articolo 32. E tu vuoi essere intervistato sulla tua guarigione?

Conclude la performance di Torino Mad Pride

Radio Stella 180 di L’Aquila si fa capofila per organizzare il Raduno nazionale delle Radio per la Salute Mentale. Sono state invitate Psicoradio (Bologna), Radio Fuori Onda (Roma), Radio Liberamente (Modena), Collegamenti (Pisa), Radio Fragola (Trieste), Radio Ondattiva (Bari), Interferenze (Bolzano), Rete 180 (Mantova), Radio Shock (Piacenza), Radio DNA (Senigallia), Como Cheria (Sassari), Radio 180 l’altra musica (Cosenza), Vibra TV (Treviso), Radio Seconda Ombra (Udine), Radio Icaro (Cesena).  Una comunità di redattori e speakers pronta a condividere e a esser coinvolta …

Il convegno è organizzato dal Gruppo di Protagonismo “Articolo 32” e dalle associazioni e cooperative sociali triestine: “Freestyle on the Bridge”, Club Zyp”, Polisportiva Fuoric’entro”, Franco Basaglia”, “Luna e l’altra”,  “Larnia”, “Arià”,  “AFASOP/Noiinsieme”, “Apertamente”, Coop. Lavoratori Uniti Franco Basaglia, Posto delle Fragole, La Collina, Cassiopea, Confini, Lister, Agricola Monte San Pantaleone, Duemilauno Agenzia Sociale, in collaborazione con il Forum nazionale Salute Mentale e il Dipartimento di Salute Mentale di Trieste.

E, nel Parco di San Giovanni, ci intrecceremo con …

Un grande tappeto iniziato in Slovenia all’interno di un progetto con le detenute e i detenuti di un carcere (2009). Da là e da allora è stato intessuto da altre mani e da altre esperienze nel suo itinere. Verrà collocato nel parco e i partecipanti al convegno potranno contribuire, con le proprie mani e le proprie parole, a tessere e ad accrescere con la propria voce l’ampiezza del tappeto

Le installazioni della Foresta dei racconti abi(ta)ti, degli abiti parlanti che narrano tante storie di vite

Un Mandala, creato durante la giornata con sale colorato e, seguendo il tradizionale buddista, distrutto a sera quale segno di bene-augurio

La Cortomobile: il Cinema più piccolo del mondo! Cortometraggi, documentari, cartoni animati … tutto dentro un’automobile

In allegato:

  • il programma in versione stampabile
  • la scheda d’iscrizione
  • la scheda d’iscrizione ECM

programma_stampabile

scheda iscrizione

ECM_scheda_iscrizione

Articoli Correlati:

Share

Lascia un commento

Devi essere registrato per commentare l'articolo