Incontro internazionale: Territori senza segregazione

portaFranca e Franco Basaglia International School: Territori senza segregazione. La sfida della porta aperta, del discorso aperto, dell’accesso libero nella salute mentale e nei servizi attraverso pratiche di libertà

Trieste, 16-18 dicembre 2015

L’incontro ha lo scopo di scambiare esperienze e pratiche attraverso un processo di apprendimento reciproco tra innovatori, innalzando i livelli di consapevolezza circa i bisogni emergenti nel campo della salute mentale di comunità ed espandendo la rete internazionale in direzione del cambiamento. Un piano d’azione in questo senso sarà prodotto per una immediata realizzazione.

L’incontro è gratuito ma sono disponibili posti limitati. Verrà data priorità alle collaborazioni ed ai partner del Centro Collaboratore OMS di Trieste.

In allegato il programma (vedi) e la scheda d’iscrizione

TOPICS:

  • Open Door
  • Forensic
  • Open Discourse
  • Co-Production
  • Engaging Community
  • Recovery – The Way Through

Mentre la psichiatria non altera il suo paradigma e continua a proporre forme di esclusione, reclusione e segregazione, legittimate da motivazioni terapeutiche o imposte (ed accettate) da forme di controllo sociale ad essa delegate, si impone ancora una volta una scelta di campo a favore della persona sofferente. Da un lato ciò comporta la difesa delle lesioni di diritto, come nel caso dei trattamenti obbligatori e della contenzione fisica, e dall’altro il sostegno in positivo all’esercizio dei diritti fondamentali. Questa scelta di campo sembra in grado, se colta in tutte e sue implicazioni e conseguenze, di poter generare pratiche basate su valori, e che producono delle evidenze in termini di esiti individuali e complessivi. Questo poiché essa si riferisce ad una persona intera, e ad un mondo condiviso che è leggibile come prodotto di intersoggettività e di scambio, dove l’alienazione trova minor alimento e terreno. La terapia della realtà sembra allora un’utopia possibile.

Tutto ciò implica il coinvolgimento dell’utenza in senso allargato, dell’utente primario, del carer e del familiare, della comunità stessa, in una co-produzione di programmi e di servizi che si allargano a tutto lo spettro dei bisogni, alla vita. Ma non vi è coinvolgimento senza diritto alla parola, al dibattito, al dialogo, se non si crea un discorso aperto, il cui orizzonte è quello del recuperarsi di sé e di un sistema che si autocura, di “un’istituzione che cura sé stessa” (Basaglia). E di una comunità che impara continuamente, dalle esperienze reali dei suoi protagonisti, e che di esse fa la chiave del cambiamento del sistema di cura e della realizzazione di nuovi servizi.

La sfida delle riforme sta attraversando oggi ancora le questioni della pericolosità e della discriminazione, come esemplarmente accade con la chiusura degli OPG in Italia, e la chiave dei diritti sembra l’unica ancora una volta in grado di contrastare le scelte tecniche acefale, senza orizzonte valoriale.

Come introdurre allora una nuova idea di de-istituzionalizzazione, intesa come cambiamento di pensiero, pratiche e sistemi, che lavori sulle contraddizioni delle istituzioni, come quella  tra cura e controllo? E che smonti il ritorno della pericolosità come paradigma del controllo sociale cui è chiamata la psichiatria? Ogni istituzione va “contemporaneamente agita e negata”, come ad esempio è possibile fare anche nelle condizioni peggiori, come quando il lavoro nelle misure di sicurezza è ispirato alla recovery ed all’emancipazione.

L’evento è accreditato ECM in 2 distinti moduli:

  • 16 / 17 dicembre (I° modulo) 18 crediti
  • 18 dicembre (II° modulo) 7 crediti

Sono ammesse iscrizioni sia soltanto a un modulo che per le intere 3 giornate

Language / lingua: English / Italian – Lingua inglese / italiano

Contacts / contatti: e-mail: who.cc@aas1.sanita.fvg.it

Meeting venue / Sede dell’incontro:

Direction Mental Health Dept. / Direzione Dipartimento di Salute Mentale

Parco di San Giovanni, via Weiss, 5 – Trieste

You can find all the hotel options on the web site / tutte le informazioni alberghiere su:

www.retecivica.trieste.it / (under “turismo”)

Evento realizzato in collaborazione con World Health Organization (WHO) and:

International Mental Health Collaborating Network (IMHCN), World Association for Psychosocial Rehabilitation (WAPR), Trimbos Instituut (the Netherlands), COPERSAMM / ConfBasaglia, Fondazione Fiocruz (Brasile), ABRASME, EPSM Lille (WHOCC), WHOCC Verona, Comitato StopOpg, NGO Banyan – Chennai (India), Hospital Permai Johor Bahru (Malesia), International Aid Network – IAN (Belgrade), UNESP (Brasile), Lister (Utrecht), Altrecht Services (Utrecht), Gruppo Articolo 32, Tata Foundation Trust (India)

programma_17_nov

scheda_iscrizione

Articoli Correlati:

Share

Lascia un commento

Devi essere registrato per commentare l'articolo