L’Opg chiude per sempre. Gennaio 2017 un convegno a Trieste

30573-Disegni_di_Roberto_Sambonet_tratti_dal_volume_Della_Pazzia_ed_M_arte_Milano_1977_8_Martedì 13 dicembre, nel Palazzo della Regione FVG, alla presenza del consiglio regionale, è stata inaugurata la mostra dei disegni di Sambonet. Come è noto, gli internati di Juqueri hanno accompagnato la campagna di StopOpg e sostenuto le azioni di denuncia e sensibilizzazione contro l’orrore della contenzione (vedi).

Con gennaio, ha detto il Commissario straordinario Franco Corleone, gli ultimi 2 opg (Barcellona Pozzo di Gotto e Montelupo Fiorentino), che al momento contengono poco meno di 30 internati, saranno chiusi.

La Regione FVG accogliendo la mostra, mette in evidenza due risultati che sono stati sottolineati nel corso della presentazione.

Si è realizzato, in questa Regione, il progetto della “Rems diffusa”, con 3 luoghi di accoglienza (Pordenone con 2 posti/letto, Udine con 4 e Trieste con 2). Attualmente il tasso di occupazione dei posti disponibili si mantiene molto al di sotto della media nazionale ed è 4 volte inferiore al tasso della regione Lombardia, che occupa il primo posto in questa particolare classifica.

Di recente la Giunta regionale ha votato una delibera con la quale vieta la contenzione in ogni luogo sanitario (vedi). Il risultato di“contenzione zero” era già stato da tempo raggiunto nei DSM. Ora la Regione impegna tutte le aziende affinchè scompaia da qualsiasi luogo questo atto antiterapeutico: dagli ospedali, dalle case di riposo, dai luoghi di residenza di persone con severe disabilità.

A conclusione dell’inaugurazione, su proposta del portavoce di StopOpg, Stefano Cecconi, e del Commissario Franco Corleone, la Regione FVG si è impegnata, per rimarcare l’avvenuta chiusura degli Opg, per il 27 gennaio in Consiglio regionale e, sabato 28 gennaio, a sostenere un convegno nazionale – indetto da StopOpg – di valutazione del lavoro fin qui fatto e di ridefinizione delle strategie ulteriori per il completo superamento delle pratiche e delle culture residuali per una piena attuazione della Legge 81/2014

    Share

    Lascia un commento

    Devi essere registrato per commentare l'articolo