La protesta delle Coop Sociali il 15 dicembre a Trieste

TROPPI 6 ASSESSORI, CONFRONTO CON LA REGIONE SEMPRE PIU’ DIFFICILE – Il paradosso della giunta Tondo

 “Le politiche delle Amministrazioni regionali che in questi anni si sono succedute, sia di centrosinistra che di centrodestra, hanno favorito la crescita di questo importante settore, ritenendo che il loro consolidamento e sviluppo fosse utile a tutti i cittadini della nostra regione”. Lo sostengono i massimi rappresentanti delle tre Associazioni regionali di Agci-Solidarietà, Federsolidarietà-Confcooperative e Legacoopsociali del Fvg.

“In questi ultimi tempi dobbiamo però registrare da una parte una crescente difficoltà di confronto con l’Amministrazione regionale dovuta anche al fatto che dobbiamo rapportarci con 6 diversi Assessori, dall’altra poiché – inseriti nel Bilancio delle attività produttive – constatiamo come la finanziaria regionale in discussione in questi giorni preveda un taglio alle Cooperative sociali del 43% dei già contenuti finanziamenti che sono stati concessi negli anni precedenti. Ci troviamo quindi nella situazione paradossale che, mentre la giunta Tondo ha lodevolmente mantenuto intatto il finanziamento per il Sociale, la Cooperazione sociale che è un pezzo determinante di questo settore viene pesantemente colpita”. 

Intanto martedì prossimo 15 dicembre a partire dalle 8 le Cooperative sociali del Fvg faranno sentire la loro voce in piazza Oberdan davanti alla sede del Consiglio regionale di Trieste con una manifestazione organizzata e promossa in forma unitaria da Agci-Solidarietà, Federsolidarietà-Confcooperative e Legacoopsociali del Friuli Venezia Giulia. L’incontro, che avrà luogo per tutta la mattinata davanti alla sede del Consiglio regionale, inizierà alle 8 con una “Colazione Sociale” grazie alla quale a tutti i consiglieri regionali verranno offerti i prodotti di alcune Coop sociali di inserimento lavorativo. 

Fabio Della Pietra

Ufficio Stampa

Cooperativa sociale Itaca, Pordenone

    Share

    Lascia un commento

    Devi essere registrato per commentare l'articolo