La salute mentale a 40 anni dalla legge 180

legge-basaglia-1000x600Faro di Roma, quotidiano di informazione, riporta quanto dichiarato da Paolo Ciani, vice Presidente della Commissione Salute della Regione Lazio e consigliere di DEMOS – Democrazia Solidale, in occasione della visita alla REMS di Palombara Sabina.

«La presenza delle istituzioni nei luoghi di fragilità e di cura è fondamentale per monitorare le politiche sanitarie e realizzare l’integrazione socio-sanitaria. Dopo aver inserito alcuni punti specifici sulla salute mentale nel Piano Sociale Regionale, ho visitato la REMS di Palombara Sabina per ascoltare i malati e gli operatori e capire come sta procedendo il superamento degli OPG.

La salute mentale è un grande tema per la Regione e l’intero Paese. Così come lo è il rapporto tra salute mentale e Giustizia. Dopo la giusta chiusura degli OPG, ora la sfida sono le REMS (Residenze per l’esecuzione delle misure di sicurezza): bisogna vigilare sui percorsi terapeutici dei malati internati, ascoltare gli operatori e valorizzare le competenze e capire l’interazione delle strutture con il territorio circostante. Ritengo fondamentale mettere le istituzioni in ascolto, per scorgere i diversi bisogni e cercare soluzioni efficaci per tutti, senza escludere nessuno.

Questi luoghi rappresentano uno snodo fondamentale per l’integrazione sociosanitaria. Per questo, dopo aver apprezzato l’iter di superamento degli OPG (Ospedali Psichiatrici Giudiziari), ora come vicepresidente della Commissione Sanità ho inserito alcuni punti specifici – continuità terapeutica, mediazione linguistica ove necessaria, strutture residenziali alternative alle Rems – nella stesura del Piano sociale regionale. Così sto monitorando l’implementazione di queste misure, convinto che il reciproco ascolto e un’effettiva collaborazione fra i diversi soggetti sia fondamentale. L’Italia è il paese di Franco Basaglia e a 40 anni dalla legge 180 dobbiamo costruire percorsi di cura e riabilitazione che siano all’altezza della nostra storia e cultura.»

Articoli Correlati:

Share

Lascia un commento

Devi essere registrato per commentare l'articolo