Morte per contenzione, dopo 80 ore.

 Vallo della Lucania  (Salerno), 21 GEN – (Ansa) Interdizione per quattordici, tra medici e infermieri, del San Luca di Vallo della Lucania, in provincia di Salerno. E’ quanto ha disposto il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Vallo della Lucania Nicola Marrone a proposito della inchiesta sulla morte di Francesco Mastrogiovanni, l’insegnante cilentano di 58 anni deceduto nel reparto di Psichiatria del nosocomio vallese dopo quattro giorni di ricovero per un ”tso” (trattamento sanitario obbligatorio). Al centro dell’indagine, le cause della morte di Mastrogiovanni, deceduto lo scorso 4 agosto. Secondo l’accusa, infatti, l’insegnante sarebbe deceduto in seguito a contenzione farmacologica e fisica durata oltre ottanta ore. L’interdizione disposta dal gip vallese, riguarda 14 dei 19 indagati, sei medici e otto infermieri del San Luca. Tra essi, anche il primario del reparto di Psichiatria, Michele Di Genio, per il quale il legale Antonio Fasolino ha gia’ annunciato che presentera’ ricorso.

Articoli Correlati:

Share

Lascia un commento

Devi essere registrato per commentare l'articolo