Oramai siamo pronti … ad impazzire insieme!

Parco Culturale di San Giovanni, 22 – 24 giugno 2011

Lo staff dell'organizzazione, oramai esausto, impietrito al suo posto ...

Lo staff dell'organizzazione, oramai esausto, impietrito al suo posto ...

Impazzire si può – Viaggio nelle possibilità delle guarigioni

 

Trieste 2011 – Secondo Incontro nazionale di associazioni e persone con l’esperienza del disagio mentale,

Il convegno è organizzato dalle associazioni  “Club Zyp”, Polisportiva “Fuoric’entro”, “Franco Basaglia”, “Luna e l’altra”, “L’Accademia della Follia”, Gruppo di protagonismo “Articolo 32”, Ass. NADIRpro, in collaborazione col Dipartimento di Salute Mentale di Trieste e con il Patrocini della Regione Friuli Venezia Giulia, della Provincia di Trieste e del Comune di Trieste

Bozza di programma del 22 giugno

La versione finale e definitiva del programma sarà disponibile, come tradizione degli incontri del Forum, solo dopo la conclusione del convegno. L’assemblea di un forum, e di uno come il nostro in particolare, non può avere un programma definitivo a costo di limitare la partecipazione di quanti saranno presenti nella “piazza” che si organizzerà dal 22 al 24giugno: l’unico programma definitivo possibile è quello del giorno dopo

Mercoledì 22 giugno

Ore 10.30 – Direzione DSM

Apertura della segreteria e accoglienza

Condividere le immagini dei luoghi che ci troviamo ad attraversare. Le associazioni e le persone triestine accompagnano gli ospiti interessati a visitare i servizi territoriali di salute mentale.

Ore 10.30 – Spazi intorno Padiglione “M”

Raduno nazionale delle radio per la salute mentale

Coordinato da Radio Fragola (Trieste) e presenti Psicoradio (Bologna), Radio Fuori Onda (Roma), Radio Ondattiva (Bari), Rete 180 (Mantova), Radio DNA (Senigallia), Web Radio Stellapolare (Monza),  Radio Liberamente (Modena), Collegamenti (Pisa), Radio Seconda Ombra (Udine), Il Mondo di Isabel (Perugia), Radio Stella 180 (L’Aquila), Interferenze (Bolzano), Como Cheria (Sassari), Radio Icaro (Cesena). Una folta comunità di redattori e speakers pronta a esser coinvolta dalle 11.00 alle 12.00 nella diretta del programma radio “La Terra è Blu – in onda solo matti” – Radio Popolare Milano, condotta da Trieste da Massimo Cirri e Sara Zambotti.

Ore 13.00 pausa pranzo (box lunch offerto dall’organizzazione, Padiglione “M”) 

Ore 14.30  Teatrino Franca e Franco Basaglia - Assemblea nr. 1

Ognuno è la sua storia. Narrarsi è riappropriarsi, riprendersi, rivedere il proprio futuro. Ci racconti la tua storia?

Spazio aperto alle esperienze individuali e collettive, riguardanti narrazione, racconto scrittura. Parteciperanno narratori, scrittori, speakers e cantastorie.  Sarà presente Massimo Cirri, Pino Roveredo, Pier Aldo Rovatti e altri che stiamo contattando. Nel corso dell’assemblea Carlo Gnetti parla del suo libro “Il bambino dalle braccia larghe”, narrando il suo affettuoso rapporto con il fratello Paolo.

Ore 17.00 – Spazio Villas

Incontro parallelo tra le Radio della Salute mentale

Ogni radio racconta la propria esperienza, soprattutto rispetto all’ultimo anno. Alle spalle dei relatori curiose foto delle esperienze.  Seguirà la proiezione di TurniNotTurni: corto realizzato dal Centro Salute mentale n.11, Bari a cui ha collaborato Webradio Ondattiva di Rutigliano (Ba). L’appuntamento è aperto al pubblico.

Dalle 19.00

Inaugurazione della sede di via Genova 13, Una casa tutta per noi, organizzata in collaborazione con l’ass. culturale di donne Luna e L’altra. Aperitivo musicale offerto dall’Ass. Brez Meja con esibizione di Alessandra Franco e Anna Garano

Dalle 20.00 – Bagno Ausonia, riva Traiana

Una serata in riva al mare Radio Fragola organizza una serata con DJ set delle Radio della salute mentale e quattro particolari cantautori: Gappa & Cristian Grassilli in concerto per la presentazione del Nuovo progetto PSICANTRIA (Psicopatologia cantata) e,  in apertura: Manto e Cecco Signa Presente pure l’Inglobante Universale Escuchame (Trieste), ditta leader nella produzione di matrici simboliche, con l’ermetica piccola performance “Sogni e Microrganismi”. Durante la serata le cucine dello Stabilimento rimarranno aperte, con la loro ricca proposta culinaria.

 

Giovedì 23 giugno

Ore 9.00 Teatrino Franca e Franco Basaglia - Assemblea nr. 2

È economicamente vantaggioso per la società favorire l’inserimento lavorativo delle persone con l’esperienza del disagio mentale. Perché allora si continuano a mettere in atto scelte di assistenzialismo e di non inclusione sociale?

Si discuterà di lavoro, di crisi del welfare, di formazione, di cooperazione sociale e della fatica di vedere garantito per le persone che vivono l’esperienza questo fondamentale diritto. Hanno aderito Vera Lamonica,  Segretaria nazionale CGIL, Responsabile Welfare, Manlio Talamo, Responsabile formazione CISL Campania,  Gian Luigi Bettoli (Presidenza Legacoopsociali nazionale), Franco Rotelli (presidente dell’associazione ConfBasaglia). In collegamento telefonico dalla manifestazione nazionale di Roma contro i tagli alle politiche sociali, “Dare futuro al welfare per dare futuro al Paese”, Sergio D’Angelo (Presidente Consorzio GESCO). Nel corso dell’assemblea Gian Luigi Bettoli parla del suo libro “Imprese Pubbliche & Autogestite – La Cooperazione Sociale nel Friuli Venezia Giulia. Riflessioni. Testimonianze. Normativa” 

Ore 13.00 pausa pranzo (box lunch offerto dall’organizzazione, Padiglione “M”) 

Ore 14.30 Teatrino Franca e Franco Basaglia - Assemblea nr. 3

Chi vive l’esperienza del disturbo mentale, anche la più difficile da dire, resta una persona, un individuo, un cittadino. Perché deve essere ancora tollerato il linguaggio  stigmatizzante e perfino offensivo di tanti giornali e altri mezzi di comunicazione?

Si presenterà la Carta di Trieste, codice etico per gli operatori dell’informazione,  approvata  dal Sindacato Nazionale Giornalisti e già presentata e discussa dall’Ordine Nazionale degli stessi. Nel corso dell’assemblea Francesco Zarzana racconta della scoperta de “Il cimitero dei pazzi” che gli è toccato di fare nel suo viaggio in Francia. Sempre durante l’assemblea la proiezione di un documento storico e prezioso: “La favola del serpente”, il mitico e finora introvabile reportage di Pirkko Peltonen girato a Gorizia nel 1968. Le immagini delle prime assemblee goriziane.

Dalle 18.30 – Parco di San Giovanni, nei pressi della chiesa

La tradizionale festa della vigilia: I fuochi di San Giovanni/Sveto Ivanski Kresovi. Organizzata dalla Ass. “Franco Basaglia” in collaborazione con le cooperative sociali,  accoglie gli ospiti del convegno con musica, stand enogastronomici dei prodotti tipici locali. Spazio musicale con giovani autori, esibizione del gruppo musicale Arià dell’Associazione Arià e il concerto della Grande Orchestra del Club Zyp. Alle 23.00 la Banda Berimbau accompagnerà in corteo l’accensione dei tradizionali “Fuochi di San Giovanni”.

 

Venerdì 24 giugno

Ore 9.00 Teatrino Franca e Franco Basaglia - Assemblea nr. 4

Dal disturbo mentale è possibile uscire. Le persone che vivono l’esperienza sono protagonisti e testimoni di questa possibilità. Occorre che i servizi non solo esistano ma che siano anche capaci di accogliere le diverse esigenze delle singole persone. Ma, se le leggi sono le stesse, perché i servizi sono così diversi da Regione a Regione?

Si discuterà di servizi e di percorsi di guarigione. Le persone che vivono l’esperienza, ne abbiamo avuto certezza in ragione degli scambi e dei confronti avvenuti lo scorso anno, denunciano differenze non più tollerabili tra le diverse Regioni e, nell’ambito delle diverse Regioni, tra i diversi dipartimenti. Verrà distribuita la bozza per la costituzione di una Carta dei servizi orientati alla guarigione. Saranno presenti i senatori Michele Saccomanno e Donatella Poretti, della Commissione parlamentare d’inchiesta sull’efficacia e l’efficienza del SSN, Gisella Trincas, Presidente UNASaM, Stefano Notari in rappresentanza della DIAPSGRA e Stefano Cecconi, Responsabile Politiche della Salute CGIL. Ida di Benedetto e l’assemblea leggono il dialogo di “Marco Cavallo e il Drago con gli internati di Montelupo Fiorentino” (anche in memoria di Luciano Comida). E si presenta il libro di Marco Cavallo

  

www.forumsalutementale.it

e.mail: forumsegreteria@yahoo.it  telefono: dalle 10.00 alle 13.00, lun – ven, 040 3997353

 Hanno aderito, ad oggi:

Comunità di Sant’Egidio Roma, Forumsalutementale Versilia, Fondazione Franca e Franco Basaglia, U.N.A.Sa.M., DIAPSIGRA,  Le Parole Ritrovate Trento, ConfBasaglia,  Rete regionale Toscana utenti salute mentale, Ass. Jenny è Tornata Salerno, Rete Spazi Siena, Ass. 180Amici L’Aquila, Ass. 180Amici Puglia, Ass. Liberamente Fano, Ass. Il Filo d’Arianna Valle del Serchio (LU), Ass. Il Gabbiano Martina Franca, Ass. Como Cheria Sassari, Ass. Rosaspina Pistoia, Ass. Sentichiparla Pistoia, Ass. Mafalda Pistoia, Gruppo Donne San Marcello Pistoiese, Ass. Orizzonti Palermo, Ass. Il Nostro spazio Bolzano, Ass. Porte Aperte Ravenna, Ass. ARUM Udine, LegaCoopSoc Nazionale, Coop. Confini TS, Coop. Lister TS, Coop. San Pantaleone TS, Coop. La Collina TS, Coop. La Piazzetta TS, Coop. Lavoratori Uniti Franco Basaglia TS, Coop. Posto delle Fragole TS, Coop. Duemilauno Agenzia Sociale TS, Coop. “L.Ri” TS, Coop. Itaca Pordenone, Coop. Crisalide Cosenza, Coop. Noncello Pordenone, Coop Partinverse Mantova

Eventi collaterali (che possono essere più estesi e organizzati in corso del convegno):

Campo “Soncini” (via Soncini 40)

L’Ass. Polisportiva Fuoric’entro, dopo l’entusiasmante incontro di calcio Ass Fuoric’entro Trieste Vs Ass. Como Cheria Sassari dello scorso anno, intende proporre un torneo calcistico tra quanti vorranno di sfidare la Fuoric’entro e la Como Cheria. Si attendono adesioni!

Dal 10 al 25 giugno 2011 – Spazio Villas, via de Pastrovich 5

Mostra fotografica: Obiettivo: un mondo di persone. 24 fotografi in azione. Il mondo dell’arte fotografica contro l’esclusione sociale e per l’accesso ai servizi sociosanitari dei gruppi vulnerabili. Evento organizzato da NADIRpro

Dal mercoledì 22 a venerdì 24 – Parco di San Giovanni

Il laboratorio multimediale HeadMadeLab “un pensiero digitale”, autore della sigla del convegno, riprenderà  momenti significativi all’interno degli incontri e realizzerà brevi interviste tra i presenti

Dal 23 giugno – Spazio Rosa

“Panopticon” di Kant machine presenta la nuova installazione “Panopticon”, costruzione simbolica di uno spazio panottico per una riflessione sul tema della libertà e del rapporto tra individuo e istituzione. Un’installazione che fa uso di immagini, testi, suoni, voce e spazio in cui lo spettatore non è contemplatore passivo, ma partecipa emotivamente con modalità esperienziali

Giovedì 23 dalle 17 alle 19 e venerdì 24 dalle 11 alle 13

Visite accompagnate attraverso il Roseto storico, curato della coop. Monte San Pantaleone

Per tutto il convegno

Spazio espositivo di libri, manufatti, prodotti autogestito dagli espositori (Si prega, ai fini organizzativi, di prendere preventivo contatto con la Segreteria Organizzativa).

Per tutto il convegno – Piazzale Canestrini 1, orario 16.00 – 19.00

Museo Multimediale “Oltre il Giardino”. Tavoli interattivi per visitare documenti, foto e video storici. Aperto tutti i pomeriggi grazie al contributo della Coop. La Collina.

bozza impazzire_22_06

scheda iscrizione

soluzioni_alberghiere

24 fotografi in azione_stampa

panocticom

Articoli Correlati:

Share

Un Commento a “Oramai siamo pronti … ad impazzire insieme!”

  1. [...] Logo di Impazzire si può Fa effetto leggere un testo scritto da Franco Basaglia nel 1979, pubblicato oggi sull’Unità, a confronto con un articolo del The New York Review of Books, disponibile nella versione cartacea della rivista a metà luglio, ma consultabile già adesso on-line. Il primo è la prefazione all’edizione tedesca di “Marco Cavallo“, il secondo è un’inchiesta della giornalista Marcia Angell dal titolo emblematico The Illusion of Psychiatry. Scriveva Basaglia: “Oggi come in passato la psichiatria dominante si rifiuta di ammettere i propri insuccessi di fronte alle persone che sono state inghiottite dai manicomi, persone di cui non sono rimasti che corpi senza storia [...] Continuare ad accettare la psichiatria e la sua definizione di malattia mentale significa accettare che un mondo sconvolto e distruttivo sia l’unico mondo possibile, naturale e immutabile contro il quale non ha senso lottare. Finché sarà così, continueremo a formulare diagnosi, prescrivere cure e trattamenti, inventare nuove tecniche terapeutiche, pur consapevoli del fatto che il vero problema è altrove”. Fa effetto che l’analisi dell’impatto delle farmaceutiche sulla psichiatria e sui manuali diagnostici, ricostruito dettagliatamente dalla Angell, si adatti perfettamente alle parole di Basaglia a distanza di più di trent’anni. Si scontrano due opzioni profondamente diverse: aprire o chiudere gli occhi davanti alla “ragione dell’irriducibilità della follia”. La maggioranza degli psichiatri sembra eternamente tentata dalla seconda possibilità. A Trieste in questi giorni c’è però chi non la pensa così, c’è chi crede che Impazzire si può. [...]

Lascia un commento

Devi essere registrato per commentare l'articolo