Parte l’appello per l’abolizione della misura di sicurezza

(l'immagine è tratta dalla mostra "I volti dell'alienazione, disegni di Roberto Sambonet")

(l'immagine è tratta dalla mostra "I volti dell'alienazione, disegni di Roberto Sambonet")

Contro la barbarie della normativa vigente sull’internamento

Il movimento “Società pericolosa”, composto da docenti e studenti dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, invita tutti allo spettacolo teatrale degli internati dell’Ospedale psichiatrico giudiziario di Aversa “Filippo Saporito”, e promuove una raccolta di firme finalizzata alla riforma delle misure di sicurezza e della “pericolosità sociale”. Lo spettacolo teatrale“Passeggeri del doppio binario”, con ingresso libero fino ad esaurimento posti, si terrà al Cinema teatro Academy Astra, in via Mezzocannone 109, Napoli, giovedì 28 maggio, alle ore 17:00.

La manifestazione vuole richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica sulla mortificazione di esseri umani derivante dall’applicazione delle misure di sicurezzapreviste dal Codice penale del 1930, ancorain vigore.Uno dei presupposti dell’applicazione delle misure di sicurezzaè la “pericolosità sociale”, una categoria concettuale ed assiologica introdottanelle scienze sociali dal positivismo criminologico di fine Ottocento;lo stesso pensiero che contribuì a fondare le ideologie totalitarie e razziste del Novecento. I criteri previsti dal Codice penale mediante i quali il giudice perviene al giudizio di pericolosità socialesono ampiamente arbitrari perché privi di fondamento scientifico.Ciò nonostante, in base aquesta normativa si internanoingiustamente esseri umani nelle nuove Residenze per l’esecuzione delle misure di sicurezza (R.e.m.s.), gli ex Ospedali psichiatrici giudiziari, per un periodo di tempo che risulta di gran lunga sproporzionatorispetto al reato commesso.

Primo firmatario è Andrea Camilleri.

Articoli Correlati:

Share

Lascia un commento

Devi essere registrato per commentare l'articolo