Piena assoluzione per Adolfo Ferraro, ex direttore dell’Opg di Aversa

Scatto_1410Adolfo Ferraro, ex direttore dell’ospedale psichiatrico di Aversa (CE), ed altri sedici tra psichiatri e medici di guardia sono stati assolti dall’accusa di aver maltrattato i pazienti della Real Casa dei Matti, primo manicomio italiano fondato nel 1813 da Gioacchino Murat, perch√© ¬ęil fatto non sussiste¬Ľ. Secondo l’accusa Ferraro ed altri medici avevano maltrattato i pazienti costringendoli all’inattivit√†, senza fornire loro trattamenti terapeutici.

¬ęGiustizia √® fatta, ho passato una vita ad aiutare i malati, per me queste accuse erano paradossali¬Ľ – commenta Ferraro, promotore nel 2003 del progetto Le ali ai letti, realizzato proprio all’interno dell’Opg di Aversa, per ridurre il ricorso all’uso della contenzione e dunque l’abolizione dei letti di coercizione.

L’assoluzione √® un atto di giustizia. Tuttavia i manicomi e gli ospedali giudiziari che ci hanno accompagnato durante il secolo scorso sono luoghi di negazione e di violenza. Bench√© Ferraro e tanti altri direttori si siano prodigati per rendere accettabili quei luoghi, hanno dovuto alla fine convenire che era la distruzione di quelle mura che non poteva pi√Ļ attendere. La legge 81/2014 ha chiuso per sempre i manicomi giudiziari e prima ancora i cosiddetti manicomi civili erano stati chiusi.

Giustizia è fatta.

Articoli Correlati:

Share

Lascia un commento

Devi essere registrato per commentare l'articolo