Psicologia analitica e servizi di salute mentale

Carissimi,¬†sono lieto di comunicarvi che √® uscito il N¬į 27 , Vol.79/2009¬†, della Rivista di Psicologia analitica, un numero monografico intitolato:¬†

 JUNG NEI SERVIZI DI SALUTE MENTALE  (pagine 310, Euro 20) ISSN 0392-9787

¬†Il testo mi ha ricordato il convegno di oltre 25 anni fa, organizzato da Francesco Caracciolo a Roma il 26-27 novembre 1983: “Psicologia analitica e servizi psichiatrici e sociali”,¬†del quale, stranamente, sono l’unico relatore presente anche in questo numero della rivista. L’incontro √® stato realizzato 10 anni¬†prima che AIPA e CIPA, (le due maggiori associazioni junghiane italiane)¬†fondassero il GARPAS,¬†un gruppo di approfondimento dei rapporti tra psicologia analitica¬†e servizi pubblici, coordinato da A. Lo Cascio.

Stefano Carrara e Angelo Malinconico presentando la rivista scrivono: “Nel 1997 Lo Cascio descriveva con questa bella immagine la situazione dell’apporto junghiano nei servizi pubblici: “…un aquilone che si libra nell’aria sostenuto dal vento e vincolato al suolo da un filo trattenuto fa un giovane, gi√† saggio ma privo di sufficiente esperienza..” A distanza di un decennio, il giovane √® un p√≤ invecchiato, ma forse ha acquistato una maggiore esperienza…ma la lunghezza ottimale del filo¬†√® ancora sempre da trovare…attraverso…una pervasiva attitudine analitica”.

Nel testo Luciana De Franco e Paolo Tranchina si occupano di supervisione, Pier Claudio De Vescovi di età evolutiva, Giuseppe Maffei di  supervisione e formazione, Fausto Rossano di leadership, Ricardo Carretero Gramage di linguaggio, Stefano Carrara e Arrigo Rossi di Legge 180, salute mentale, individuazione,  Gianluigi Di Cesare di riabilitazione, Mariella Cortese di oggetto immagine e gruppo multifamiliare,Guido Ambrogini di dissociazione e riabilitazione, Mario Mastroianni del setting, Richard Mizen e Susan Mizen di analisi, soggettività e affetto, Silvano Tagliagambe di sincronicità, maschera, sembiante e terapia della sabbia, Augusto Vitale di anima, archetipo, sogno.

Il testo rappresenta un lavoro molto significativo per approfondire l’apporto della psicologia analitica alla psicoterapia delle psicosi nel servizi psichiatrici pubblici,¬†in un momento caratterizzato,come in Italia, da forti processi di¬† cambiamento pratico e¬†teorico che hanno portato, unico paese al mondo, alla totale¬†¬†’eliminazione dei ma nicomi..¬†Simbolicamente, questo lavoro riallaccia un dialogo ricco e articolato col lavoro di Jung e Abraham che all’inizio dello scorso secolo, sotto gli occhi attenti di Bleuler, al Burghoelzli, il manicomio pubblico di Zurico, aprirono la strada alla psicoterapia delle psicosi.¬†¬†¬†¬†

Cordialmente, Paolo Tranchina

Articoli Correlati:

Share

Lascia un commento

Devi essere registrato per commentare l'articolo