Quale psichiatria? Taccuino e lezioni di Franco Rotelli

rotelliQuale psichiatria? Taccuino e lezioni è una raccolta di 22 saggi, scritti tra il 1967 e il 2018, che riprende lo straordinario percorso umano e professionale di Franco Rotelli, tra i protagonisti della riforma psichiatrica in Italia e uno dei principali collaboratori di Franco Basaglia.

In questo video, l’autore ci racconta il punto di partenza e il senso delle riflessioni raccolte in Quale psichiatria? appena pubblicato per Edizioni alpha beta Verlag con la postfazione di Benedetto Saraceno.

¬ęParlare di salute mentale, non pi√Ļ di psichiatria e di che cosa pu√≤ servire per produrre un po’ di salute mentale, o per combattere contro quel troppo poco di salute mentale che esiste.¬Ľ

¬ęSe l’impossibile diventa possibile¬Ľ cos√¨ Agnese Baini, curatrice del volume, presenta gli scritti raccolti in Quale psichiatria? Taccuino e lezioni che vanno a delineare un instancabile cammino di inclusione e di emancipazione dove la salute mentale diventa pratica di libert√†.

√ą infatti la libert√† il cuore di questo volume. E la fine dell’istituzione manicomiale, di cui Rotelli √® stato tra i principali fautori, diventa un passaggio imprescindibile nel superamento di un approccio al disagio mentale fatto di oggettivazione, distanziamento, violenza.

Di cosa parla, dunque, il libro? Parla di ¬ęprendere il largo dalle psichiatrie per inventare luoghi e modi che portino un po’ di salute mentale e politiche che ne conseguono. Parla di beni comuni, di applicare la Costituzione, di cooperazione sociale, di vita activa, di energie che si liberano se scegli, tra regole e bisogni, da che parte stare.¬Ľ

Articoli Correlati:

Share

Lascia un commento

Devi essere registrato per commentare l'articolo