Scoperte della psichiatria dopo Natale: il senso di colpa ci spinge in palestra per recuparare l’autostima

¬†Roma, 28 dic. (Adnkronos Salute) – “E’ il prezzo da pagare dopo le grandi abbuffate natalizie: chi pi√Ļ, chi meno, la maggioranza si trova a fare i conti con i sensi di colpa per avere messo su qualche chilo di troppo. Ecco perch√©, in vista del veglione di Capodanno, molti corrono in palestra per cercare di recuperare in fretta la forma perduta. E con essa l’autostima”. Parola di Massimo Di Giannantonio , docente di psichiatria all’universit√† Gabriele D’Annunzio di Chieti. “Le feste – spiega Di Giannantonio¬† – rappresentano un momento di gratificazione affettiva, ma anche gustativa. I ‘ricchi’ pasti di Natale e le tavolate con i parenti, sono, infatti, anche un modo per ricostruire l’identit√† familiare. Naturalmente questo comporta un prezzo da pagare: la modificazione dell’immagine del nostro corpo. Non solo quella che diamo agli altri, ma anche a noi stessi”. Ecco quindi la corsa a recuperare la linea perduta. “Fiondarsi in palestra – spiega lo psichiatra – significa voler riacquistare in fretta la padronanza e il potere sulla propria capacit√† non solo di sedurre l’altro, ma anche di sedurre noi stessi con il nostro corpo. In altri termini – conclude Di Giannantonio – sudare in palestra ci aiuta a recuperare una forma di autostima”.

    Share

    Lascia un commento

    Devi essere registrato per commentare l'articolo