Si pranza per raccogliere fondi all’ex OP di Sassari

Sassari, 29 aprile (Agi). – Aprire la citta’ agli ospiti del dipartimento di salute mentale di Rizzeddu, favorendo il loro reinserimento nella societa’, e contemporaneamente raccogliere fondi da devolvere in beneficienza ad alcune associazioni umanitarie. E’ l’obiettivo della manifestazione “Bere per non dimenticare”, arrivata alla sesta edizione, presentata oggi nel padiglione Arfap dell’ex manicomio di Sassari. L’iniziativa, in programma per il primo maggio e’ organizzata dall’Associazione “Amicizia e solidarieta’” e dall’Asarp, Associazione dei familiari per l’attuazione della riforma psichiatrica. Al costo di 25 euro, i partecipanti potranno partecipare a un pranzo curato dall’istituto alberghiero di Sassari, con la collaborazione di quaranta aziende enogastronomiche sarde. L’evento, che si terra’ il primo maggio nel giardino del padiglione VI dell’ex ospedale psichiatrico, prevede inoltre nel pomeriggio il concerto di alcuni artisti locali tra cui Giuliano Rassu, recente finalista del talent show X Factor. I proventi della manifestazione andranno alle associazioni Colibri’, Casa della fraterna solidarieta’, Up&down, alla mensa delle Vincenziane e delle Dame della carita’ di Sassari e a un progetto umanitario in Madagascar. Nell’aprile 2006 l’Afarp ha ricevuto in comodato gratuito dall’Asl di Sassari una parte dell’ex manicomio cittadino per quindici anni. Da quattro anni vengono svolte attivita’ ritenute fortemente riabilitanti ed efficaci per reintrodurre gli ospiti nella societa’.

Articoli Correlati:

Share

Lascia un commento

Devi essere registrato per commentare l'articolo