Soggetto, persona, cittadino. Il Budget di Salute, esperienze in Emilia-Romagna

soggettopersonacittadinoQuando non abbiamo cura, perdiamo il nostro essere;

e la cura è la via di ritorno all’essere.

Martin Heidegger

Soggetto, persona, cittadino. Il Budget di Salute, esperienze in Emilia-Romagna a cura di Pietro Pellegrini, Patrizia Ceroni, Raffaella Dall’Aglio e Caterina Soncini è il nuovo volume che va ad aggiungersi ai titoli della Collana 180 delle Edizioni Alpha Beta Verlag. Un manuale di grande utilità per chi opera nel campo della salute mentale.

«Partire dalla persona, dal suo punto di vista, includerla come prima ed essenziale risorsa, ha profonde implicazioni non solo sulle pratiche sociosanitarie: il Budget di Salute apre ad altre tematiche quali l’utilizzo di patrimoni personali, l’attivazione di convivenze, gli ambiti di vita, con specifici riferimenti normativi.»

La centralità della persona nel suo contesto di vita. È questo il punto di partenza di un nuovo approccio al welfare e ai servizi socio-sanitari noto come Budget di Salute (BDG). Si tratta di un progetto innovativo che intende integrare risorse economiche, professionali e umane al fine di promuovere ambiti relazionali, familiari e sociali idonei a favorire una migliore inclusione sociale della persona con disabilità. Nato nella regione FVG, dopo le prime positive sperimentazioni, il BDG comincia a destare interesse in diverse regioni italiane. La regione Emilia-Romagna ha avviato una puntuale sperimentazione e un percorso di formazione rivolto a tutti gli operatori che con funzioni differenti saranno impegnati a portare nella quotidianità queste pratiche.

Soggetto, persona, cittadino. Il Budget di Salute, esperienze in Emilia-Romagna passa in rassegna tutti gli aspetti tecnico-scientifici e normativi che hanno accompagnato la sperimentazione del Budget di Salute nella Regione Emilia Romagna. Ai fondamenti teorici seguono le esperienze delle diverse realtà regionali, espressione della collaborazione tra servizi sociali e sanitari. Completano il testo, il glossario e le schede tecniche.

Questo volume intende essere un manuale utile per tutti quanti coinvolti nel lavoro sociale e nel lavoro di cura: operatori di base, tecnici della riabilitazione, assistenti sociali, infermieri, studenti delle scuole di specializzazione, psichiatri e psicologi, operatori di distretto.

La premessa dell’uso dello strumento del Budget di Salute non può che essere una valida relazione umana che permette di intervenire su diversi fronti per far sì che si riducano le menomazioni e le disabilità, si rafforzino le abilità cognitive, sociali, familiari, lavorative, ricreative e, al tempo stesso, possano essere riconosciute e messe in campo le risorse della comunità per raggiungere una maggiore autonomia possibile.

Questo è un libro corale, non soltanto perché è stato scritto da più persone, ma perché molteplici sono le istituzioni coinvolte nel percorso innovativo del budget di salute in Emilia-Romagna: dai Centri di Salute Mentale alle Aziende Sanitarie, dai Comuni alla Regione. Al centro vi è quella che potremmo definire una svolta fondamentale nell’idea di welfare, un vero e proprio rovesciamento dello sguardo: i diritti non vengono somministrati dall’alto, i bisogni non sono interpretati e la singolarità degli individui non è un semplice orpello.

L’idea che sta alla base del Budget di Salute presuppone un rapporto concreto, in situazione, tra la persona e i vari presidi socio-sanitari. Nasce come eredità del pensiero basagliano, ma assume connotati che vanno ben al di là della salute mentale, per diventare un modello di rapporto virtuoso tra cittadini e istituzioni.

Articoli Correlati:

Share

4 Commenti a “Soggetto, persona, cittadino. Il Budget di Salute, esperienze in Emilia-Romagna”

  1. Vorrei sapere se il libro Soggetto, persona, cittadino. Il Budget di Salute, esperienze in Emilia-Romagna, contiene anche esempi pratici, ad esempio esportabili in qualche CSM di Torino, dato che la Regione Piemonte ha previsto la sperimentazione del Budget di Salute, da predisporsi unitamente al Progetto Terapeutico Personalizzato, con la DGR n. 116/2018 de 3 agosto 2018 ??

  2. Il libro contiene un intero corso di formazione e dunque presenta una moltitudine di spunti e stimoli che sicuramente si posso sfruttare per iniziare un lavoro di questo tipo anche in Piemonte.

    Redazione Forum Salute Mentale

  3. quando è disponibile nelle librerie ?
    grazie, macio fada

  4. È possibile acquistare il libro direttamente sul sito della Collana 180, con spese di spedizione a carico della libreria. Dopo aver compilato la scheda con i propri dati personali si viene contattati dalla libreria di fiducia dell’editore per concordare modalità di pagamento e consegna.

    Allegra Carboni
    Redazione Forum Salute Mentale

Lascia un commento

Devi essere registrato per commentare l'articolo