Basaglia
L’equazione umana: nell’ex manicomio di Trieste 40 anni dopo la legge Basaglia (Video) giovedì, maggio 10th, 2018

Warning: getimagesize(/web/htdocs/www.news-forumsalutementale.it/home//w/jsp/video_embed.jsp?u=78ade996-39c7-11e8-b50a-1ae1949cb302&w=500&h=394) [function.getimagesize]: failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.news-forumsalutementale.it/home/wp-content/themes/default/functions.php on line 125
Quaranta anni dopo la chiusura dei manicomi in Italia, viaggio nell’ex manicomio di Trieste da dove è partita la rivoluzione di Franco Basaglia. Di Lidia Catalano Riprese e montaggio di Stefano Scarpa
Da Marco Cavallo a oggi: i 40 anni della legge Basaglia giovedì, maggio 10th, 2018
Il Corriere della Sera, 29 aprile 2018 di Elena Tebano Marco Cavallo uscì dal manicomio una bella domenica di marzo. Azzurro come il cielo di primavera, arrivò fino a Piazza Unità, il cuore di Trieste, accompagnato da almeno ...
Malattia mentale, l’esperienza di Trieste e Gorizia dove i ‘matti’ sono persone lunedì, maggio 7th, 2018
E' l'isola che c'è, dove il pensiero del padre della 180 è diventato realtà. I centri di salute mentale sono sempre aperti. E qui si spende meno della media. La professoressa ...
La rivoluzione Basaglia, quando l’Italia diventò civile domenica, maggio 6th, 2018
La rivoluzione Basaglia, quando l'Italia diventò civile Quarant’anni fa la legge 180 che cancellò i manicomi.  Ma molto resta anc Quarant’anni fa la legge 180 che cancellò i manicomi.  Ma molto resta ancora da fare Di Luigi Manconi Prima, bisogna conoscere il prima . In caso contrario, non si può discutere seriamente del dopo: ovvero i quattro decenni trascorsi da quando, nel 1978, il Parlamento approvò la legge 180 in materia di “Accertamenti e trattamenti sanitari volontari e obbligatori”. E il prima era fatto di quella condizione di spoliazione e annichilimento che - come scrisse Primo Levi a proposito di altre e più lontane situazioni - rende l’individuo «materia umana». Lo riduce, cioè, alla sua sofferenza fisica e alla sua corporeità dolente. Così erano gli esseri umani - uomini e donne di tutte le età - rinchiusi nei manicomi e nei loro dispositivi di prigionia: sbarre, camicie di forza, cinghie e legacci, letti di contenzione.
Anniversario. Peppe Dell’Acqua: «Con Basaglia il malato divenne un cittadino» domenica, aprile 22nd, 2018
di Lucia Bellaspiga sabato 21 aprile 2018 A quarant'anni dalla storica legge che porta il nome dello psichiatra veneziano, parla il suo allievo Peppe Dell’Acqua: «Restituì ai “matti” libertà, diritti e dignità» «Non mi resta il tempo necessario per cambiare la testa agli psichiatri. Meglio formare una squadra di giovani ». Così lo psichiatra veneziano Franco Basaglia, l’uomo che fondò la concezione moderna della salute mentale, restituendo ai “matti” la dignità di persone colpite da una malattia e non più marchiate da un’indicibile colpa, tra i giovani di buone speranze reclutò Peppe Dell’Acqua, allora ventiquattrenne. «Era il 1971, mi ero laureato a Napoli e all’epoca Basaglia era bandito dalla clinica universitaria, assieme alla psicanalisi»
40#180 L’eredità della legge 180 nelle parole di Franco Rotelli giovedì, aprile 5th, 2018
6 Aprile ore 10.00 Frattamaggiore Autidorium ASL NA2 Nord Via Padre Mario, Vergara 228
40#180 W Marco Cavallo giovedì, aprile 5th, 2018
Il cavallo blu simbolo della libertà dei matti arriva a Fucecchio per farci galoppare con la fantasia e riflettere sui percorsi di inclusione a 40 anni dalla legge Basaglia -->Programma Marco Cavallo Fucecchio
40#180 Il mondo là fuori giovedì, aprile 5th, 2018
Il malato psichiatrico a quarnt'anni dalla legge 180: Giovedì 12 Aprile 2018 --->locandina basaglia
I 40 anni della Legge 180 sabato, marzo 24th, 2018
Di dr. Giorgio Colombo I 40 anni della Legge 180 Perché incontrarci a ragionare  sulla legge 180, dopo quarant’anni, concentrandoci sui temi della fragilità e della pericolosità? Credo che  la legge abbia in sé un nucleo di incompiutezza che si protende verso il futuro e sollecita la nostra riflessione, come fosse una sfida a realizzare principi irrinunciabili, anche correndo rischi prevedibili, accettati  e condivisi. Siamo qui perché, oggi, noi siamo il futuro della 180  e  dobbiamo conoscere e capire che cosa ha significato e  significhi per i pazienti e le loro famiglie, per la comunità a cui appartengono, per i servizi e per gli operatori che se ne prendono cura.
Morire di classe, il GR1, il Ddl 2850: Cosa accadrà adesso? lunedì, marzo 12th, 2018
Di Peppe dell'Acqua “Il mio amico Goffman mi diceva che uno psichiatra può recarsi senza alcun disagio, anche senza conoscere la lingua, in qualunque manicomio del mondo perché la scena e le quinte non cambiano mai. Si troverà sempre col suo schizofrenico, col suo infermiere, col suo assistente o col suo direttore.” Così Franco Basaglia per commentare quanto riportava dai suoi viaggi, ma soprattutto per dire dell’immutabilità e della ripetitività di quei luoghi. Di paese in paese e di tempo in tempo i manicomi restano immutabili.
Page 4 of 10« First...«23456»...Last »