contenzione
Ho visto un uomo legato al letto per otto giorni domenica, luglio 7th, 2019
Di Enrico Bronzo, Comunità di Sant'Egidio, Roma Mi chiamo Enrico Bronzo, ho partecipato alla Conferenza Nazionale per la Salute Mentale che si è svolta a Roma nel mese di giugno presso l'Università ...
Vecchi da slegare mercoledì, giugno 19th, 2019
21-22 maggio 2019 Al Forum Salute Mentale Buongiorno, sono Silvia, OSS da tre anni nella provincia di Parma. Ho lavorato per 12/13 anni come responsabile di un grazioso vivaio a Sant'Ilario d'Enza, presso un progettista privato, ma poi, per ragioni ...
Ravenna: due anni senza contenzioni martedì, maggio 28th, 2019
In occasione della giornata di studio La salute mentale in Romagna, che si terrĂ  il 30 maggio e che rappresenta la tappa ravennate in vista della Conferenza Nazionale per la Salute Mentale, gli operatori del Servizio Psichiatrico ...
Ancora una morte per TSO (?) martedì, maggio 28th, 2019
Per una psichiatria gentile Di Peppe Dell’Acqua Continuano ipotesi di proposte di abolizione del trattamento sanitario obbligatorio e di introduzione dell'amministratore di sostegno, di avvocati e di giudici. Si tratta di proposte che, seppure possano essere riconosciute per il loro contenuto di spingere oltre ...
Infermieri legati…e tu slegali subito! martedì, aprile 30th, 2019
Di Livia Bicego, Dirigente Infermieristica, per la Rete multiprofessionale del FVG impegnata dal 2006 nella lotta alla contenzione Il 13 aprile 2019 l’Infermieristica Italiana ha perso un’occasione storica Il Nuovo Codice deontologico dell’Infermiere approvato dal Comitato centrale della Federazione e dal Consiglio nazionale degli Ordini delle Professioni infermieristiche riuniti a Roma nella seduta del 12 e 13 aprile 2019  presenta, in tema di Contenzione, il seguente articolo: « Art 35 – Contenzione. L’Infermiere riconosce che la contenzione non è atto terapeutico. Essa ha esclusivamente carattere cautelare di natura eccezionale e temporanea; può essere attuata dall’equipe o, in caso di urgenza indifferibile, anche dal solo Infermiere se ricorrono i presupposti dello stato di necessità, per tutelare la sicurezza della persona assistita, delle altre persone e degli operatori. »
1974: Dieci obiettori a San Giovanni sabato, aprile 6th, 2019
Scritto nel luglio 2018 da Angelo Bettoni, ingegnere, già Presidente dell'ALER di Brescia, obiettore di coscienza a Trieste nel 1974 “Ritorno in manicomio dove i pazzi mi sembrano come quegli alberi che vidi una volta in America ...
Legare si può ! (?) Le linee di indirizzo dell’ASUR Marche sulla contenzione meccanica sabato, marzo 30th, 2019
di Luigi Benevelli Il saper “fare a meno delle contenzioni” deve diventare parametro prioritario della valutazione di qualità dei servizi e dei conseguenti riconoscimenti “aziendali”. Non abbiamo bisogno di protocolli nazionali, regionali o aziendali circa il “saper legare bene”, ma di ...
Da allora, “e per sempre” si evitò il camerino martedì, marzo 26th, 2019
Di Peppe Dell'Acqua A Trieste, dove ho iniziato a lavorare nel 1971, era già raro il ricorso alla contenzione meccanica. Nell’ordinato e magnifico frenocomio dell’imperial regia asburgica città, gli infermieri e i medici parlavano con orgoglio del rifiuto di questa pratica. Fascette ...
Matti ancora da slegare a quarant’anni dalla Legge Basaglia mercoledì, maggio 2nd, 2018
di Antonella Barina In Italia ci sono 320 reparti di psichiatria, all’interno di ospedali generici, dove si ricovera chi è in fase di sofferenza acuta. Di questi 320 Servizi psichiatrici di diagnosi e cura, Spdc (si chiamano così), solo una ventina ...
Contenzione in Francia. E l’Europa? domenica, marzo 18th, 2018
« Condizioni indegne » al Centro Ospedaliero Universitario di Saint-Etienne Pazienti legati, isolamento forzato...Gli ispettori generali all'inizio di gennaio hanno rivelato le pratiche « vergognose » che vengono messe in atto alla luce del giorno. Trasmessi i dossier al Ministero della Salute. (da Liberation del 28/ 2/ 18) E' una visita che non avrebbe dovuto lasciare conseguenze come di solito sono quelle degli ispettori generali nelle istituzioni chiuse, nei luoghi di privazione della libertà. Arrivano senza avvisare. E danno un'occhiata. La scena avviene al CHU di Saint-Etienne, tra l'8 e il 15gennaio scorso, con l'obiettivo di soffermarsi sulle condizioni di ospedalizzazione in un reparto di psichiatria. All'inzio si recano presso il « pronto soccorso » psichiatrico, di seguito nel reparto di psichiatria. Cos'hanno visto ? Non si riprendono ancora. Pazienti contenuti con i legacci da diverisi giorni. « Condizioni indegne », ovvero vergognose. Nei piani, nel reparto di psichiatria, le stanze d'isolamento sono sempre piene ; i pazienti restano contenuti senza esser visitati da un medio per intere settimane – pratiche d'isolamento estese in contrasto netto con i regolamenti vigenti.
Page 1 of 2012345»1020...Last »