Dalla stampa
Il Tso. Punto delicatissimo di equilibrio tra il ciittadino, lo stato e la garanzia della cura (Video) domenica, aprile 9th, 2017
Da tempo il Forum denuncia l’assenza dello stato, il fallimento di politiche regionali coerenti per la salute mentale, il declino dei servizi di salute mentale comunitari, l’inconsistenza delle scuole di formazione, la sottrazione ormai  drammatica delle risorse. Fino a quando il governo vorrà abusare del nostro silenzio e di chi non ha voce?  Fino a quando continueremo, tutti, a tacere?
I radicali e il Tso venerdì, aprile 7th, 2017
Il Trattamento sanitario obbligatorio, ovvero la sua regolamentazione, nucleo sensibile - ma certo non dominante - della legge di riforma del 1978 rappresenta il punto di massimo equilibrio tra il bisogno di cura riconosciuto nella circostanza di un disturbo mentale che compromette la salute, la dignità, la contrattualità l’immagine  sociale della persona  e la mancanza di consenso, fino al limite estremo del rifiuto ostinato; nella pratica una intensa negoziazione per garantire il diritto alla cura e alla salute come  previsto dall’articolo 32 della Costituzione, rischia al contrario di assumere, all’atto della sua applicazione, distorsioni e disattenzioni tali da renderlo strumento di repressione e di mortificazione.
Contrordine, dopo sole tre settimane l’Italia riapre gli OPG? martedì, marzo 14th, 2017
di Sara De Carli Il ddl giustizia, su cui il ministro Orlando pare intenzionato a porre la fiducia, prevede che alle residenze per l’esecuzione delle misure di sicurezza detentive (REMS) possano essere destinati tutti i soggetti con problemi psichiatrici a cui ...
Appello a Napolitano. Impedisca la riapertura dei manicomi criminali martedì, marzo 14th, 2017
di Franco Corleone Il ministro Orlando sta predisponendo un maxiemendamento su cui mettere la fiducia al Senato sulla legge delega che riguarda il processo penale e l’Ordinamento penitenziario. E’ stato proposto dalla Presidente della Commissione Sanità De Biasi e da molte senatrici e senatori un emendamento per impedire che le Rems, le Residenze per le misure di sicurezza si trasformino in piccoli Opg, i manicomi criminali appena chiusi, ma pare che siano sorti ostacoli indecenti ai quali il ministro della giustizia non sa opporsi o non può resistere.
Ddl Giustizia. È allarme Rems. L’appello dei senatori Pd e Mdp: “Non farle diventare nuovi Opg”. ‘Rischio’ fiducia al Senato martedì, marzo 14th, 2017
di Giovanni Rodriquez La questione nasce da un emendamento approvato nei mesi scorsi in commissione Giustizia, che apre le porte delle Rems anche a quelle persone per le quali l’infermità di mente sia sopravvenuta durante l’esecuzione della pena, agli imputati sottoposti a misure di sicurezza provvisorie e a tutti coloro per ...
Contributo al cantiere. Chi vuole uccidere la psichiatria? giovedì, marzo 2nd, 2017
SIEP: “DSM sotto organico e assistenza diseguale” Sul Sole Sanità un’analisi dei dati del Rapporto Salute mentale (Ministero della Salute, 2016) relativi ...
Gli Opg chiudono dopo 150 anni, ecco la ‘rivoluzione gentile’ martedì, gennaio 31st, 2017
Ci sono voluti 150 anni, ma nel giro di poche settimane gli Opg, gli ospedali psichiatrici giudiziari italiani, chiuderanno le porte per sempre. La data scelta per celebrare la fine dei manicomi criminali e delle strutture che ne derivarono è ...
Cantiere salute mentale 2. Risorse. Ultimi in Europa sabato, gennaio 21st, 2017
di Fabrizio Starace. “Finanziamenti insufficienti in 18 regioni su 20. Le Regioni rispettino gli impegni da loro stesse definiti” La percentuale della spesa sanitaria dedicata alla Salute Mentale è pari al 3,49%, ben lontano quindi dalla soglia minima del 5% cui si erano impegnate le Regioni con un documento sottoscritto all’unanimità da tutti i Presidenti il 18 gennaio 2001. Si collocano al di sopra della soglia del 5% solo le PA di Trento e Bolzano, seguita dall’Emilia Romagna, con il 4,93% Per la Società Italiana di Epidemiologia Psichiatrica (Siep), la recente pubblicazione del Rapporto Salute Mentale del Ministero della Salute confermerebbe "con la spietata neutralità dei dati" il ruolo sempre più marginale oggi assegnato alle attività psichiatriche nelle Regioni italiane.
I desideri 2017 nella pancia di Marco Cavallo lunedì, gennaio 2nd, 2017
Di Francesca de Carolis «Tante cose belle», che purtroppo quelle cattive non ci saranno risparmiate. Quindi, che quelle belle siano davvero tante. Tante e belle come i desideri che, al tempo di Basaglia, gli ospiti dell’allora manicomio di Trieste scrivevano su bigliettini da imbucare nella pancia di Marco Cavallo, il grande cavallo azzurro di cartapesta. Desideri ‘folli’. Anche i desideri scritti sulla lavagna della scuola del Centro di accoglienza di Casale san Nicola, centro per rifugiati, a Roma Nord. Le cose belle che, dopo tante cose brutte, sognano i ragazzi che arrivano dal Mali, dal Senegal, dalla Costa d’Avorio, da Eritrea, Somalia… Tutti salvati dal mare. “O dolce musa, portami a Lampedusa”, cantano i Sud Sound System…
Salute mentale, disturbi per quasi un milione di italiani sabato, dicembre 17th, 2016
Depressione, schizofrenia e sindromi nevrotiche i problemi più frequenti. L’anno scorso circa 330 mila persone hanno avuto accesso per la prima volta nella vita a un servizio psichiatrico di Maria Giovanna Faiella L’anno scorso quasi un milione di italiani hanno ricevuto assistenza per ...
Page 1 of 1412345»10...Last »