Dalla stampa
I numeri inventati e la Salute Mentale a Napoli. Una precisazione. giovedì, maggio 5th, 2016
di  Fedele Maurano. Il 21 aprile è stato pubblicato nelle pagine dell’edizione locale di Napoli della Repubblica l’articolo “I TSO a Napoli e la pratica della contenzione” a firma di Alessio Maione e Teresa Capacchione (vedi l'articolo) in ...
I TSO a Napoli e la pratica della contenzione martedì, aprile 26th, 2016
Di Alessio Maione e Teresa Capacchione La rete dei servizi di salute mentale presenta segni di malfunzionamento. Il numero dei Trattamenti Sanitari Obbligatori nei confronti di persone residenti a Napoli, attuati nei servizi psichiatrici ospedalieri, è elevatissimo rispetto ai valori nazionali e ...
“Strutture”. Un silenzio inquietante giovedì, aprile 14th, 2016
di Mimmo Castronuovo. Cari amici del Forum, dopo l'ultimo episodio accaduto a Potenza (vedi) ho deciso di scrivere due note per sapere cosa ne pensate del silenzio generalizzato e inquietante relativo alle continue violenze che vengono perpetrate sulle persone ricoverate nelle cosiddette comunità di assistenza. Dal mio punto di vista l'aspetto drammatico è quello che malgrado gli episodi si ripetano in continuazione, nessuno fino ad ora, che io sappia, ha alzato la voce sul livello di degrado culturale e umano a cui stiamo assistendo.
Morti sospette e camicie di forza: cosa non funziona più nei TSO in Italia domenica, marzo 13th, 2016
Di Laura Antonella Carli Il 5 agosto del 2015 Andrea Soldi era seduto sulla sua solita panchina in piazza Umbria, a Torino, quando i vigili sono intervenuti per sottoporlo a un trattamento sanitario obbligatorio. Lo hanno ammanettato, stretto per il collo e caricato sulla barella a pancia in giù. È ...
Salute mentale: preghiera, contenzione e nuovi obiettivi sabato, gennaio 30th, 2016
La malattia mentale non è mai stata la prima voce di spesa nei bilanci di salute pubblica. Un passo in avanti per rimediare alla posizione ancillare dei disturbi che colpiscono la sfera psichica è stato fatto lo scorso settembre, quando la Nazioni Unite, tra gli obiettivi dell’Agenda di Sviluppo Sostenibile ...
E tu slegalo subito: una campagna di civiltà domenica, gennaio 24th, 2016
di Valentina Calderone. «E tu slegalo subito», un imperativo categorico scelto come titolo dalla neonata campagna per l’abolizione della contenzione, presentata ieri nella sala del Senato di Santa Maria in Aquiro. Un imperativo ma anche una risposta, quella che Franco Basaglia soleva dare agli operatori che gli chiedevano cosa fare di fronte a un paziente legato al letto. E tu slegalo subito, appunto.
I jihadisti che trasformano l’uso delle anfetamine in rito venerdì, novembre 27th, 2015
di Piero Cipriano Cosa c’è dentro la testa di un jihadista? Cosa c’è dentro la testa di chi pensa, se pensa: uccido, dunque sono? Cominciamo dal sorriso del terrorista Abdelhamid Abaaoud. Nelle foto la sua espressione oscilla tra il cinismo e ...
Tso e contenzione: silenzio sulle manette e chiacchiere stupide domenica, novembre 15th, 2015
E questo non per volontà delle forze dell’ordine, che hanno tutto il mio rispetto per il lavoro fondamentale e pericoloso che svolgono, ma per una deriva securitaria della salute mentale, conseguenza dello smantellamento della psichiatria territoriale e della concezione sociosanitaria del disturbo psichico.
Che Bindi esista e sia esistita mi pare una buona cosa martedì, novembre 3rd, 2015
Di Peppe Dell’Acqua “Io rimprovero alla Bindi la sua esistenza”, così il governatore della Campania, Vincenzo De Luca. Non sono d’accordo. Non solo per una questione di buone maniere. L’onorevole Bindi è stata ministro della Sanità dal 1996 al 2000. In quei ...
Tutta la vita tra cliniche e Opg, missione per salvare un 20enne martedì, ottobre 20th, 2015
Il 17 ottobre 2015, sono entrato nell’Opg di Reggio Emilia con il senatore Luigi Manconi, Presidente della commissione per i diritti Umani. Inutile che vi descriva i luoghi e le atmosfere. Abbiamo fatto visita ad Antonio M., un giovane vicentino, appena ventenne, da 2 anni sottoposto a misura di sicurezza ( e altri 3 dovrebbe “scontarne”) e internato prima a Castiglione delle Stiviere e dallo scorso ottobre a Reggio. Della sua vicenda puoi leggere  su forum che si è occupato sempre di questa storia insensata (http://www.news-forumsalutementale.it/la-storia-minima-di-…/). Speriamo ora che si esca dalle insensatezze delle procedure dell’internamento e delle psichiatrie della pericolosità e che Antonio posa rapidamente accedere alla misura alternativa e al programma terapeutico già predisposto per lui. Il Presidente Manconi ha ascoltato molti internati e detenuti. Oggi in questo Opg ci sono poco meno di 70 persone tra detenuti e internati. Nel novembre 2013, Marco Cavallo ne aveva incontrato 175. Più che dimezzati. La legge 81sembra aver già prodotto tanto e tantissimo bisogna ancora fare. All’attenzione del presidente la presenza degli internati veneti, circa 20, per i quali quella regione continua colpevolmente a non elaborare programmi di rientro.
Page 7 of 18« First...«56789»10...Last »