marco cavallo
Quattro ragazze e un cavallo azzurro mercoledì, aprile 17th, 2019
Di Agnese Baini, Allegra Carboni, Marzia Lopiccolo e Giulia Turetta Dove sei tu? Sedere di Marco![1] Eppur si muove. Si narra che Galileo Galilei, dopo essere stato costretto all’abiura delle sue teorie cosmografiche, uscendo dal tribunale dell’Inquisizione nel 1633 abbia pronunciato queste tre semplici parole in riferimento allo stato della Terra. Non vi sono prove che Galilei abbia davvero affermato ciò – e pare anzi che si tratti di un’errata citazione attribuitagli anni dopo – ma a me piace credere che sia così, che il grande scienziato abbia davvero rimarcato fino all’ultimo la sua libertà di pensiero contro coloro che lo costringevano a negare pubblicamente l’evidenza. Eppur si muove è ciò a cui ho pensato sfilando per le vie di Trieste assieme alle tante associazioni che hanno aderito alla manifestazione People – Prima le Persone, tenutasi il 13 aprile scorso. Mentre il ministro degli Interni costruisce il proprio successo politico su azioni che inevitabilmente portano all’odio, sentendosi legittimato dai sondaggi che danno la Lega a più del 32%, e negando, per esempio, ad oltre sessanta esseri umani soccorsi dalla nave Alan Kurdi della ong Sea Eye di sbarcare in un porto sicuro, ecco, simultaneamente, nonostante il drammatico contesto sociale, nonostante tutto, migliaia di persone hanno scelto consapevolmente di scendere in piazza per ricordare le leggi che tutelano i diritti e promuovono una reale giustizia sociale. Un’obbedienza costituzionale che in questo momento storico implica una chiara azione di disobbedienza civile. Una dimostrazione tangibile che esiste un’alternativa, un’Italia migliore, giusta. Eppur si muove.
La nota di Marco Cavallo. Paolo, la Pazza Gioia e la psichiatria romana domenica, aprile 9th, 2017
A Roma da qualche anno c’è “Lo spiraglio”, festival del cinema sulla salute mentale. Lo so perché qualche anno fa mi hanno invitato. Era il momento del viaggio negli Opg. Tutti a farmi i complimenti e io a dire: ma ...
La nota di Marco Cavallo. Lettera aperta alla signora Maria senatrice, gruppo misto, giĂ  M5S domenica, marzo 19th, 2017
Cara Maria, ho letto di recente una tua dichiarazione. Hai detto: “..fare delle Rems appannaggio esclusivo delle persone prosciolte e con misura di sicurezza definitiva, avrebbe significato, negare il diritto di cura a un'ampia fascia di persone detenute, abbandonandole al proprio destino (!) …" Quando sento parlare di carceri, di manicomi , di matti m’imborezzo, come dicono a Trieste, e così mi è venuto di scriverti.
La nota di Marco Cavallo. La giornata della dignità a Collegno venerdì, marzo 3rd, 2017
Mi piacerebbe essere a Collegno per la giornata della dignità. Attraversare muri e abbatterli è quanto più mi piace fare. Ma sarà difficile. Il 13 maggio è per me una giornata molto impegnativa. In Piemonte, a Torino, ci sono ...
Quelli delle Rems a Trieste per dire che è possibile mercoledì, febbraio 1st, 2017
di Peppe Dell'Acqua L’incontro di Trieste ha segnato una data storica: la sorprendente fine, a 140 anni dalla nascita, del manicomio criminale, dell’ultima istituzione psichiatrica, dell’ultimo e arcaico luogo di segregazione. Chiude un ciclo di mezzo secolo di impegno. Marco Cavallo nitrisce di gioia ma non riesce a fermarsi deve continuare ad andare.
La pazza gioia, la scrittura, l’ironia. Intervista a Paolo Virzì lunedì, giugno 6th, 2016
di Silvia D'Autilia e Andrea Muni [pubblicato su Charta Sporca il 3 Giugno 2016] Durante la presentazione de La pazza gioia a Trieste, il 26 maggio scorso, Paolo Virzì ha raccontato a Charta Sporca il suo ultimo film, nel ...
Lettera di Marco Cavallo alla città di Lecco nel giorno della sua partenza mercoledì, maggio 25th, 2016
Cari bambini, care ragazze e ragazzi e cari detenuti, vorrei nitrire  prima di tutto con voi, perché mi avete commosso con il canto, la musica e le immagini di tanti altri cavalli che avete fatto nascere con le vostre mani, perché venissi accolto da tanti altri amichevoli nitriti. Mi ha commosso la ...
Giuliano non poteva mancare giovedì, aprile 21st, 2016
...
Marco Cavallo nel cantiere “inventa” le nuove istituzioni della Salute Mentale giovedì, aprile 21st, 2016
di Barbara Candotti. A Ravenna sabato 23 aprile sarà inaugurato un nuovo giardino esarà intitolato a “Franca OngaroBasaglia”, si trova nel Centro di salute mentale Ponte Nuovo. L'Assessore alle Politiche e culture di Genere Giovanna Piaia, artefice di questo progetto, nel 1973, giovanissima (aveva solo vent'anni), era a Trieste in formazione, mandata dall'allora amministrazione Provinciale di Ravenna, proprio nel gruppo di Basaglia, dove ha visto nascere Marco Cavallo.
“Un messaggio chiamato Cavallo” di Umberto Eco giovedì, febbraio 25th, 2016
Domenica 25 Febbraio del 1973, alle ore 12.45, Marco Cavallo uscì da San Giovanni rompendo le mura del manicomio di Trieste. Quale congiuntura migliore per ricordare insieme a Giuliano Scabia Umberto Eco! Scrive Giuliano: "Mentre il grande Umberto ci sorvola ridendo, rileggo  l'articolo ...
Page 1 of 912345»...Last »