marco cavallo
NO a proroghe senza vincoli: proposte per l’effettivo superamento degli Ospedali Psichiatrici Giudiziari e il rafforzamento dei servizi di salute mentale martedì, febbraio 18th, 2014
Oggi 18 febbraio una delegazione del comitato StopOPG presenta in Senato le proposte di vincoli alla proroga, richiesta dalle Regioni, al 2017 della chiusura degli ospedali psichiatrici giudiziari. Proposte, quelle di StopOPG, per l'effettivo superamento degli Opg e il potenziamento dei ...
Foggia: Perchè utopia? lunedì, febbraio 10th, 2014
L'intervento al convegno Guarire si Può di Antonio Del Gaudio (ASSOCIAZIONE ADASAM CENTRO DIURNO SAN SEVERO –FOGGIA) P E R C H E’ U t o p i a? Con il termine utopia si intende qualcosa di irraggiungibile, un sogno ...
Convegno Foggia “Guarire si può” – le linee guida lunedì, febbraio 10th, 2014
Al termine del Convegno "Guarire si può", che si è tenuto a Foggia lo scorso 28-29 gennaio 2014 ed è stato occasione di confronto, profonda riflessione e sensibilizzazione sociale e culturale, si è convenuto di stilare le seguenti direttive. Finanziamento da subito ...
Foggia: Guarire si può domenica, febbraio 2nd, 2014
Di Michele Grossi. “GUARIRE si può se i servizi di salute mentale imparano a guardare la persona nella sua globalità e non solo nella malattia. Reali piani di “Recovery “che rientrino nel vocabolario di professionisti, politici e amministratori attraverso un nuovo ...
Della proroga si discuterà in Parlamento venerdì, gennaio 31st, 2014
di Anita Eusebi La senatrice Nerina Dirindin, a nome dei senatori e delle senatrici della Commissione del Senato – che Marco Cavallo ha incontrato di recente – ha rilasciato la dichiarazione che segue e che ci costringe a un ulteriore e più ...
Con gli occhi rivolti al futuro (video) martedì, gennaio 28th, 2014
di Anita Eusebi e Michela Rondi "Stiamo guardando con occhi rivolti al futuro al grande lavoro che ha svolto Franco Basaglia". Con queste parole Peppe Dell’Acqua ha aperto il discorso di ringraziamento per il conferimento del Premio Nonino 2014, visibilmente emozionato. "Questo premio va a tantissime persone, potrei dire cinquecento nomi e ancora cinquecento, e cinquecento ancora e non basterebbero. Va a tutti coloro che hanno condiviso una battaglia che non è stata mai facile, né una strada in discesa, né priva di dubbi, di contraddizioni, di fatiche."
Marco Cavallo torna a correre lunedì, gennaio 6th, 2014
Quaranta anni fa il viaggio che portò alla chiusura dei mainicomi. Ora l’animale di cartapesta blu grida contro gli ospedali psichiatrici giudiziari. Di Claudio Magris. Come Ronzinante, il destriero di don Chisciotte, Marco Cavallo è uscito dalla sua casa e si è avventurato per le strade del mondo col suo ostinato messaggio di liberazione e di cavalleria, che non si lascia intimidire dalle tante difficoltà incontrate per strada. Marco Cavallo è il grande cavallo azzurro di cartapesta che nel 1973 uscì, rompendo il muro, dall’ospedale psichiatrico di San Giovanni a Trieste, per simboleggiare la libertà che si apriva per molte persone, che cinque anni dopo avrebbero ritrovato, con la legge 180 che aboliva i tradizionali manicomi, diritti e dignità. Diritti e dignità ridati a persone che vivevano spesso in condizioni subumane; malati mentali cui la malattia – a differenza di altre egualmente gravi, dolorose e respingenti – toglieva, agli occhi della legge e soprattutto della mentalità generalmente diffusa, dignità umana. Persone relegate in una reclusione ignorata, tollerata, voluta. Inoltre gli ospedali psichiatrici ospitavano o meglio recludevano – in condizioni certo diverse da ospedale a ospedale, a seconda di chi li dirigeva, ma di per sé inaccettabili e spesso umanamente intollerabili – non solo pazienti affetti da disturbi psichici (mai negati, come spesso falsamente si dice, dalla nuova psichiatria riassunta nel nome di Basaglia) ma anche disadattati, infelici, asociali, alcolizzati, gli ultimi e dannati della terra che la società amputa da sé.
Marco Cavallo e la Ministra domenica, dicembre 29th, 2013
di Stefano Cecconi e Maria Grazia Giannichedda. Si è svolto il 23 dicembre 2013 l'incontro tra la Ministra della Giustizia Annamaria Cancellieri e una delegazione del comitato nazionale StopOPG (Denise Amerini, Stefano Cecconi, Girolamo di Gilio, Maria Grazia Giannichedda, Alessio Scandurra; con Antonella Calcaterra e Alessandro De Federici, entrambi dell'Osservatorio Carceri Unione Camere Penali Italiane). Hanno partecipato all'incontro dirigenti collaborat-rici/ori della Ministra e del Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria (DAP).
Benvenuto a Genova, Marco Cavallo! domenica, dicembre 22nd, 2013
di Paolo Peloso. Ma Marco Cavallo ha esaurito la sua corsa?Io credo di no, che quarant’anni dopo non possiamo ancora permetterci di consegnarlo alla storia, che abbiamo ancora tutti bisogno di lui. Di lui con la sua capacità - ce lo ...
Caro Marco Cavallo … da Genova, con affetto domenica, dicembre 8th, 2013
Caro Marco Cavallo, ti ho conosciuto dopo 40 anni, la tua età mi sembra di avere capito. Non è vero che sei del 1973? Io allora ne avevo 18. Volevo essere indipendente da tutto e da tutti ma la maggiore età ...
Page 4 of 9« First...«23456»...Last »