pericolosità
Ma i matti sono violenti? lunedì, marzo 31st, 2014
di Anita Eusebi –  Conversando con Peppe Dell'Acqua. La Società Italiana di Psichiatria (SIP) ha di recente istituito la I Giornata Nazionale sulla Salute e Sicurezza degli operatori in psichiatria, prevista per il 24 ottobre 2014, a Bari. Il motivo appare chiaro fin dalle prime parole con cui si apre la lettera d’invito del presidente Claudio Mencacci. Una lettera breve, in cui le parole violenza e aggressione compaiono ben sei volte nello spazio di poche righe. Ma di quale violenza si parla? Una lettera in cui è protagonista il camice bianco di medici e operatori con il tesserino e la qualifica in bella vista, e dei pazienti non vi è traccia. E naturalmente a sostegno delle motivazioni viene chiamata la scienza, con i suoi studi internazionali e le recenti indagini. E come si cerca di dare una risposta alla violenza? Compilando un questionario.
Legato, sedato e infine ucciso. L’assurda morte di Giuseppe Casu. domenica, marzo 30th, 2014
Si chiamava Giuseppe Casu. Faceva l'ambulante. Ed è morto dopo essere rimasto per sette giorni legato a un letto d'ospedale. I medici che lo hanno tenuto in queste condizioni sono stati assolti, anche in secondo grado. Ora però i giudici della ...
Lo psichiatra nella gabbia: Riflessioni di un matto sul convegno SIP sulla “Sicurezza e Salute dell’operatore psichiatrico” domenica, marzo 16th, 2014
di Federico Scarpa Big Psy is watching you. La Società Italiana di Psichiatria (SIP) discende dalla Società Freniatrica Italiana che fu fondata nel 1873 da Andrea Verga e riunisce il 30% degli psichiatri provenienti dalle Università ed il 70% dai Servizi territoriali. ...
Misure di sicurezza e pericolosità: Superare l’equivoco giovedì, marzo 13th, 2014
Nel corso della Conferenza stampa della Sip alla Camera dei deputati (vedi) è stata anche presentata una Relazione del presidente della società italiana di criminologia Roberto Catanesi sulla delicata questione dell’abolizione delle misure di sicurezza e della cancellazione della pericolosità sociale. Tutti i documenti che di seguito ...
Con gli occhi rivolti al futuro (video) martedì, gennaio 28th, 2014
di Anita Eusebi e Michela Rondi "Stiamo guardando con occhi rivolti al futuro al grande lavoro che ha svolto Franco Basaglia". Con queste parole Peppe Dell’Acqua ha aperto il discorso di ringraziamento per il conferimento del Premio Nonino 2014, visibilmente emozionato. "Questo premio va a tantissime persone, potrei dire cinquecento nomi e ancora cinquecento, e cinquecento ancora e non basterebbero. Va a tutti coloro che hanno condiviso una battaglia che non è stata mai facile, né una strada in discesa, né priva di dubbi, di contraddizioni, di fatiche."
Crimini di pace: articolo 206 del codice penale sabato, gennaio 18th, 2014
di Peppe Dell'Acqua e Silvia D'Autilia Salerno, 1° gennaio 2014 “Testa di maiale sotto casa di De Luca: è Marcello De Martino il colpevole. Fermato l'autore delle minacce al sindaco di Salerno, Vincenzo De Luca: si tratta di Marcello De Martino di 36 ...
La pericolosità delle psichiatrie di ritorno: risposta ad Andreoli domenica, dicembre 29th, 2013
di Silvia D’Autilia e Peppe Dell’Acqua. “È la politica. È l’Italia”. Con queste affermazioni si chiude l’intervista rilasciata da Vittorino Andreoli a La Stampa del 21 Dicembre scorso, a proposito dei permessi d’uscita dal carcere a detenuti come Bartolomeo Gagliano. Dopo ...
Per favore! giovedì, luglio 25th, 2013
Da Salerno, Luciana Libero, giornalista e madre, ha inviato questa lettera: Per favore, non parlate di “raptus”, di follia, di mostro. Abbiate pietà e non citate, a vanvera, Hannibal Lecter. Quello che è accaduto in via Martuscelli (vedi), l’orrore di quella madre smembrata e di quel figlio malato ...
Salerno. La “casa degli orrori”. giovedì, luglio 25th, 2013
da La Città di Salerno del 23.07.2013: ORRORE A SALERNO Donna forse già morta da tre giorni Il figlio aveva già aggredito la madre La morte di Maria Pia Guariglia, la donna di 70 anni fatta a pezzi dal figlio, Lino Renzi, di 45 anni, a Salerno, potrebbe risalire a due-tre giorni fa. È quanto emerso dal primo esame esterno sul cadavere effettuato dal medico legale. Sarà comunque l'autopsia, che è stata disposta dalla Procura di Salerno e sarà eseguita nel pomeriggio di oggi o domani mattina, a stabilire data e cause del decesso. Il figlio della donna, trovato ieri dalla Polizia in stato confusionale sul letto di casa, ha trascorso la sua prima notte nella sezione detenuti dell'ospedale Ruggi d'Aragona di Salerno, sotto stretta sorveglianza degli agenti della Polizia Penitenziaria. L'uomo da tempo soffriva di problemi psichici e più volte era stato costretto a ricorrere a ricoveri nel reparto di psichiatria dell'ospedale di Salerno.
Perché Basaglia è ancora attuale. Un’analisi sulla sopravvivenza dei “manicomi giudiziari” giovedì, aprile 4th, 2013
di  Pier Aldo Rovatti. Di solito, per tranquillizzare la nostra coscienza, pensiamo che l’epoca dei manicomi sia ormai conclusa. Come se fosse un ieri molto lontano, ricordiamo pionieri come Franco Basaglia il quale abbandonò le stanze universitarie per andare a dirigere il manicomio di Gorizia: scoperchiò un sottosuolo infernale e i ...
Page 4 of 7« First...«23456»...Last »