riflessioni
Mentre i Radicali presentano in Parlamento la loro proposta, il Forum non può che dissociarsi venerdì, aprile 21st, 2017
di Alessia de Stefano. Leggendo la presentazione della proposta di legge dei radicali italiani di modifica della legge 180 (vedi), scopro di avere capito molto poco delle regole che da dieci anni applico nei servizi di salute mentale. L’impianto normativo più volte elogiato dalla OMS sarebbe “fragile”, la tutela dei diritti del paziente del tutto inconsistente, il sindaco “figura ornamentale”. La soluzione passerebbe per un giudice tutelare, non più garante e supervisore ma diretto responsabile della emanazione della ordinanza di tso, per un avvocato che difenda il paziente proprio come una persona arrestata o fermata.
Cantiere salute mentale 9. Inventare le istituzioni giovedì, aprile 13th, 2017
di Piero Cipriano … ricordo un’infermiera che lavorava nella mia equipe, e che sul finire degli anni ‘70 evidentemente era accorsa con centinaia di altri volontari a Trieste, che mi racconta di una discussione, a dir poco animata, tra Rotelli e ...
Il Tso. Punto delicatissimo di equilibrio tra il ciittadino, lo stato e la garanzia della cura (Video) domenica, aprile 9th, 2017
Da tempo il Forum denuncia l’assenza dello stato, il fallimento di politiche regionali coerenti per la salute mentale, il declino dei servizi di salute mentale comunitari, l’inconsistenza delle scuole di formazione, la sottrazione ormai  drammatica delle risorse. Fino a quando il governo vorrà abusare del nostro silenzio e di chi non ha voce?  Fino a quando continueremo, tutti, a tacere?
I radicali e il Tso venerdì, aprile 7th, 2017
Il Trattamento sanitario obbligatorio, ovvero la sua regolamentazione, nucleo sensibile - ma certo non dominante - della legge di riforma del 1978 rappresenta il punto di massimo equilibrio tra il bisogno di cura riconosciuto nella circostanza di un disturbo mentale che compromette la salute, la dignità, la contrattualità l’immagine  sociale della persona  e la mancanza di consenso, fino al limite estremo del rifiuto ostinato; nella pratica una intensa negoziazione per garantire il diritto alla cura e alla salute come  previsto dall’articolo 32 della Costituzione, rischia al contrario di assumere, all’atto della sua applicazione, distorsioni e disattenzioni tali da renderlo strumento di repressione e di mortificazione.
Andare avanti! Un’altra riforma è necessaria: dopo gli OPG gli istituti di pena. domenica, marzo 19th, 2017
Di Pietro Pellegrini (*) Molta preoccupazione suscita l'approvazione del disegno di legge n. 2067 che prevede di collocare in REMS anche i soggetti ai sensi dell'art. 148 c.p. (sopravvenuta infermità mentale nella detenzione), art. 112 le persone (imputati, condannato o internati) per le quali occorra accertare la presenza o meno di ...
Non lo so se c’entra sta cosa, se non c’entra scusate. domenica, marzo 19th, 2017
Ti trovi di fronte questa immagine nella sala d'attesa del reparto di oncologia a Macerata. Tu ti siedi, alzi gli occhi e ti metti a pensare. Ti chiedi se è così in tutti gli ospedali o se è ...
Opposti che non si toccano giovedì, marzo 2nd, 2017
di Giovanni Rossi Ricorderete il video girato dentro gli OPG mentre i membri della commissione d'inchiesta sul servizio sanitario nazionale, presieduta dall'allora senatore Marino, li visitava. Si dice che l'impulso a documentarne l'indegnità sia venuto direttamente da Giorgio Napolitano, che poi ne parlò nel suo ...
Contributo al cantiere. Chi vuole uccidere la psichiatria? giovedì, marzo 2nd, 2017
SIEP: “DSM sotto organico e assistenza diseguale” Sul Sole Sanità un’analisi dei dati del Rapporto Salute mentale (Ministero della Salute, 2016) relativi ...
2010. La Commissione Marino entra a Barcellona Pozzo di Gotto giovedì, marzo 2nd, 2017
di Peppe Dell’Acqua. Mentre gli ultimi 4 internati escono da Barcellona Pozzo di Gotto, non possiamo non ricordare che  proprio in quell’Opg la Commissione parlamentare d’inchiesta sull’efficacia ed efficienza del servizio sanitario nazionale, presieduta dal sen. Ignazio Marino, cominciò la sua indagine. Era il 2010 e la Commissione, prefiggendosi di esaminare le richieste di riforma della Legge 180, che allora ancora erano numerose, decise di verificare da vicino lo stato della riforma, trent’anni dopo. Avviò un programma di visite nei servizi di salute mentale in diverse regioni.
La lettera a Luca. Che ha scritto una lettera a Daniele Piccione e Peppe Dell’Acqua domenica, gennaio 22nd, 2017
Caro Luca, noi utenti e operatori del Centro Diurno “Volo Libero” di Albano Laziale, abbiamo letto la tua lettera pubblicata su Forumsalutementale del 21 luglio 2016 che hai indirizzato a Daniele Piccione e Peppe Dell’Acqua (vedi la lettera). Condividiamo pienamente ...
Page 10 of 28« First...«89101112»20...Last »