riflessioni
Trilogia domenica, dicembre 29th, 2013
di Giorgio Bignami. Dopo Cancrini e Fagioli mancava all’appello soltanto Vittorino Andreoli. Nell'intervista su La Stampa del 21/12/2013 (vedi l'articolo), di Michele Brambilla, Andreoli lamenta il fatto che i direttori di carcere propongono permessi a go go per sfoltire le celle; i periti non approfondiscono anche perché ...
L’Unità di Cancrini e Fagioli domenica, dicembre 29th, 2013
di Giorgio Bignami. Caro Peppe, riferendomi alla tua condivisibilissima indignazione dell'altro giorno, a proposito dell'attacco fagiolino a Basaglia su L'Unità del 17 dicembre 2013 (leggi l'articolo), e la puntuale riflessione di Rovatti, di certo ti avrà "consolato" ...
Povero Gramsci! sabato, dicembre 28th, 2013
di Piero Cipriano. Franco Basaglia nel 1979, l’anno successivo all’approvazione della legge 180, la legge più libertaria al mondo in tema di assistenza al malato mentale, nelle conferenze che tenne in Brasile, tra le molte cose (ancora di straordinaria attualità), disse, ...
Dimenticare Basaglia? sabato, dicembre 21st, 2013
di Pier Aldo Rovatti Ha destato in me (e non solo in me) stupore e quasi incredulità l’articolo comparso su “L’Unità” del 17 dicembre scorso a proposito delle mie “lezioni” sul pensiero di Franco Basaglia (Restituire la soggettività, con interventi di Mario Colucci, Peppe Dell’Acqua, Giovanna Gallio, Maria Grazia Giannichedda, Franco Rotelli, Ernesto Venturini e Michele Zanetti, edizioni Alphabeta Verlag, Merano). L’articolo (a firma Gianfranco De Simone - leggi l'articolo) non meriterebbe di per sé alcuna risposta: è un misto di protervia, ignoranza e volgarità. Credevo che l’epoca del linciaggio di Basaglia e del negazionismo riguardo al suo pensiero e agli esiti materiali che la sua opera ha avuto (e che tutto il mondo ormai riconosce) fosse definitivamente tramontata. Mi sbagliavo.
Nuove conoscenze e culture per la promozione della salute mentale domenica, dicembre 8th, 2013
Una voce fuori dal coro della psichiatria biologista: società e schizofrenia secondo un sedicente biologista. Da un articolo di Marina Mannucci "I ricercatori biologi come me nel corso dell'ultimo ventennio hanno promosso una visione di un modello molto medico della schizofrenia ...
Una nuova Quarto è possibile. domenica, dicembre 8th, 2013
Pubblichiamo la lettera del Coordinamento per Quarto uscita sul giornale di Genova Il Secolo XIX: un invito rivolto al Presidente della Regione Liguria Claudio Burlando al coinvolgimento dei cittadini, tutti, per la trasformazione e la rinascita dell'ex ...
CSM tagliati. E più risorse per fabbricare “cronicità”. domenica, dicembre 8th, 2013
di Anita Eusebi In occasione del Convegno Il DSM-5 e i suoi riflessi nella pratica psichiatrica clinica in Italia che si è recentemente tenuto a Firenze, la Società Italiana di Psichiatria ha presentato i risultati di un’indagine svolta a livello regionale sui Dipartimenti di Salute Mentale (ne dà notizia anche Il Sole 24Ore del 29 novembre scorso). Il quadro che viene fuori dall’analisi di oltre il 30% dei DSM in 14 regioni è a dir poco allarmante. Riorganizzazioni, accorpamenti e tagli hanno portato negli ultimi dieci anni a una riduzione del 50% delle risorse umane (medici, infermieri, psicologi, operatori socio-sanitari, assistenti sociali, educatori) dedicate all’assistenza e alla cura dei pazienti con disturbi psichici: si è passati da 0,8 a 0,4 ogni 1500 abitanti.
Marco Cavallo. La Costituzione prima di tutto giovedì, novembre 14th, 2013
12 - Le ragioni del viaggio di Marco Cavallo nel mondo di fuori per incontrare gli internati. Di Anita Eusebi. Sul piano giuridico - istituzionale. Lo Stato deve occuparsi dei cittadini per ciò che fanno o per ciò che sono? Questa celebre domanda di Michel Foucault è quanto mai attuale a proposito di come il nostro sistema giudiziario tratta il caso di reati commessi da persone con disturbi psichici: giudicando non i fatti ma le persone, la loro storia familiare e le loro condizioni di vita, praticando una giustizia basata sul pregiudizio e sull’ignoranza, offrendo come unica assurda prospettiva l’Ospedale Psichiatrico Giudiziario.
Marco Cavallo in marcia giovedì, novembre 14th, 2013
di Anita Eusebi, da L'Unità, 12 novembre 2013 La nuova battaglia: Marco Cavallo, il simbolo della liberazione dei matti, torna contro gli Opg. “Marco Cavallo riparte qui da Trieste per un lungo viaggio attraverso l’Italia per dire basta agli Ospedali ...
Marco Cavallo. La dignità riconquistata martedì, novembre 12th, 2013
11 - Le ragioni del viaggio di Marco Cavallo nel mondo di fuori per incontrare gli internati. Di Anita Eusebi. Sul piano etico. La dignità di un uomo esiste a prescindere dal suo stato di salute e dai reati che abbia commesso. Questo è il messaggio che Marco Cavallo vuol ribadire con il suo viaggio a fianco di stopOPG, tornando a parlare a gran voce dell’inviolabilità della persona umana, sempre e ovunque. Un principio che vale per tutti, anche per coloro che oggi sono internati negli Ospedali Psichiatrici Giudiziari. Più di 1000 persone recluse in luoghi definiti “indegni per un Paese appena civile” dal Presidente della Repubblica Napolitano, private di ogni diritto e soggettività, spesso legate e violate, dimenticate e sole, ridotte a “oggetti”. Persone alle quali è urgente restituire il loro volto, la loro storia, i loro diritti, la cittadinanza nel senso più ampio del termine, la dignità di essere umani.
Page 30 of 33« First...1020«2829303132»...Last »