Zampa: “L’eccellenza del modello Trieste va difesa e valorizzata”

schermata-2021-07-11-alle-00-26-56SALUTE MENTALE: TRIESTE PATRIMONIO STRAORDINARIO
LA RESPONSABILE SALUTE: DEVE ESSERE CONOSCIUTO E DIFFUSO IN ITALIA

Comunicato stampa
(DIRE) Trieste, 9 lug. – “Questo modello è un patrimonio di cui il Friuli Venezia Giulia dovrebbe andare fiero e orgoglioso, e che tutta Europa ci invidia”. Così la responsabile nazionale Salute del Pd, Sandra Zampa, ha commentato la visita al sistema della salute mentale a Trieste, insieme al consigliere regionale del Pd Roberto Cosolini e della senatrice Tatjana Rojc. “Sono venuta desiderosa di vedere con i miei occhi e di capire come funziona questo sistema, era un impegno che avevo preso già da sottosegretario, ed esco da questa visita con la certezza che è un patrimonio straordinario, che deve essere conosciuto e diffusoin tutto il Paese- sottolinea Zampa – quello che si ottiene con questi progetti sulla salute mentale e sulla riabilitazione è di salvare le persone e le loro famiglie, progetti che restituiscono ampiamente alla società ciò che viene investito”.

Zampa ha incontrato ieri l’assessore regionale alla Salute, Riccardo Riccardi, e “abbiamo avuto rassicurazioni relative alla volontà dell’amministrazione regionale di non mettere minimamente in discussione questo modello, considerato di altissimo livello e di altissima qualità”. Rojc ha posto l’accento sull’esigenza di “continuare a investire sulla sanità pubblica, mentre sul fronte della salute mentale a Trieste abbiamo visto quanto gli operatori si occupino della dignità della persona, un aspetto fondamentale, un punto di riferimento dal quale partire per continuare a costruire”. Per Cosolini, la realtà triestina della salute mentale “è avanzata, abbiamo constatato, parlando con professionisti e visitando i luoghi, che i diritti della persona sono messi al centro, e questo si accompagna all’impegno del Partito Democratico perché questo modello si evolva, si estenda, e che non si torni mai indietro”.

(Mic/ Dire)

Articoli Correlati:

Share

Lascia un commento

Devi essere registrato per commentare l'articolo