risorse economiche
Foggia: lettera aperta dopo il Convegno domenica, marzo 9th, 2014
Il convegno è servito a definire con precisione quali sono i nodi problematici che rischiano di affossare una tutela della salute mentale che voglia porsi in linea con tutti gli atti innovativi europei, nazionali e regionali emanati nell’ultimo decennio, che la facciano retrocedere nella nostra Regione addirittura a situazioni ...
Convegno Foggia “Guarire si può” – le linee guida lunedì, febbraio 10th, 2014
Al termine del Convegno "Guarire si può", che si è tenuto a Foggia lo scorso 28-29 gennaio 2014 ed è stato occasione di confronto, profonda riflessione e sensibilizzazione sociale e culturale, si è convenuto di stilare le seguenti direttive. Finanziamento da subito ...
L’indagine della Substance Abuse and Mental Health Services Administration e la salute mentale negli USA domenica, gennaio 12th, 2014
di Anita Eusebi e Daniele Garino Mentre il nostro sistema sanitario nazionale è impegnato a gestire il declino più che a contrastarlo, pare che oltreoceano sia in atto un processo di segno opposto. È noto da tempo l’impegno del Presidente degli Stati Uniti ...
Una nuova Quarto è possibile. domenica, dicembre 8th, 2013
Pubblichiamo la lettera del Coordinamento per Quarto uscita sul giornale di Genova Il Secolo XIX: un invito rivolto al Presidente della Regione Liguria Claudio Burlando al coinvolgimento dei cittadini, tutti, per la trasformazione e la rinascita dell'ex ...
CSM tagliati. E più risorse per fabbricare “cronicità”. domenica, dicembre 8th, 2013
di Anita Eusebi In occasione del Convegno Il DSM-5 e i suoi riflessi nella pratica psichiatrica clinica in Italia che si è recentemente tenuto a Firenze, la Società Italiana di Psichiatria ha presentato i risultati di un’indagine svolta a livello regionale sui Dipartimenti di Salute Mentale (ne dà notizia anche Il Sole 24Ore del 29 novembre scorso). Il quadro che viene fuori dall’analisi di oltre il 30% dei DSM in 14 regioni è a dir poco allarmante. Riorganizzazioni, accorpamenti e tagli hanno portato negli ultimi dieci anni a una riduzione del 50% delle risorse umane (medici, infermieri, psicologi, operatori socio-sanitari, assistenti sociali, educatori) dedicate all’assistenza e alla cura dei pazienti con disturbi psichici: si è passati da 0,8 a 0,4 ogni 1500 abitanti.
Page 4 of 4«1234