risorse economiche
Piemonte e Lazio: l’insensatezza della residenzialità domenica, luglio 19th, 2015
Il diritto alla cura e' un diritto di cittadinanza. Sospensione immediata della delibera n. 30-1517 “Riordino della rete dei servizi residenziali della Psichiatria” Il 2 Luglio 2015 è stata pubblicata la Delibera della Giunta Regionale n. 30-1517 “Riordino della rete dei servizi residenziali della Psichiatria”, che ha generato proteste ed indignazione. E' stata pertanto chiesta da alcuni Consiglieri l'apertura di un Tavolo con i soggetti coinvolti; dopo il primo incontro, avvenuto il 10 luglio, non sembra esserci spazio per modifiche sostanziali. Con l’attuazione di tale Delibera  la psichiatria  piemontese  farebbe un balzo indietro tornando ad un modello di strutture ospitanti utenti dei CSM precedente alla Legge 180, più simile ai vecchi manicomi e che prevederebbe lo smantellamento della  Residenzialità  leggera come ad oggi è intesa (in contrapposizione a tutte le evidenze della letteratura internazionale).
Mare forza 180. Quasi 188!! venerdì, luglio 10th, 2015
Di Gianluca Monacelli. Tutti ai propri posti di manovra! Bisogna tenere ben stretta la barra del timone e puntare tutto a dritta. Mare forza 180 quasi 188. Una nuova sbandata sul fianco sinistro, arriva quasi d’improvviso sulla cultura delle buone pratiche e la lezione basagliana. In un cielo inquieto e cupo cade un’altra tegola, stavolta un macigno, sulla stagione dei diritti e  sulle buone pratiche oramai a rischio sopravvivenza. Poco tempo fa avevo segnalato al Forum di ‘cosa rimanesse nel Lazio della lezione basagliana’ e come essa fosse a rischio di essere silenziosamente contro-riformata dentro atti legislativi amministrativi, centrali e regionali, senza alcuna Legge nazionale. (vedi l'articolo)
La Regione delle case di cura mercoledì, gennaio 28th, 2015
di Piero Cipriano Di mestiere faccio lo psichiatra. Lavoro a Roma. In un SPDC. Uno dei ventuno SPDC chiusi, blindati (tranne uno), uno dei ventuno SPDC dove si adopera la contenzione meccanica, le fasce insomma (in tutti, nessuno ...
“La dimensione politica della guarigione: il diritto a star bene”. Intervista a Roberto Mezzina sul convegno “Impazzire si può”. martedì, ottobre 7th, 2014
di Silvia D'Autilia e Andrea Muni sul periodico culturale Charta Sporca Si è conclusa sabato scorso la quinta edizione di Impazzire si può. Il convegno si è svolto nello storico parco culturale ...
Foggia: lettera aperta dopo il Convegno domenica, marzo 9th, 2014
Il convegno è servito a definire con precisione quali sono i nodi problematici che rischiano di affossare una tutela della salute mentale che voglia porsi in linea con tutti gli atti innovativi europei, nazionali e regionali emanati nell’ultimo decennio, che la facciano retrocedere nella nostra Regione addirittura a situazioni ...
Convegno Foggia “Guarire si può” – le linee guida lunedì, febbraio 10th, 2014
Al termine del Convegno "Guarire si può", che si è tenuto a Foggia lo scorso 28-29 gennaio 2014 ed è stato occasione di confronto, profonda riflessione e sensibilizzazione sociale e culturale, si è convenuto di stilare le seguenti direttive. Finanziamento da subito ...
L’indagine della Substance Abuse and Mental Health Services Administration e la salute mentale negli USA domenica, gennaio 12th, 2014
di Anita Eusebi e Daniele Garino Mentre il nostro sistema sanitario nazionale è impegnato a gestire il declino più che a contrastarlo, pare che oltreoceano sia in atto un processo di segno opposto. È noto da tempo l’impegno del Presidente degli Stati Uniti ...
Una nuova Quarto è possibile. domenica, dicembre 8th, 2013
Pubblichiamo la lettera del Coordinamento per Quarto uscita sul giornale di Genova Il Secolo XIX: un invito rivolto al Presidente della Regione Liguria Claudio Burlando al coinvolgimento dei cittadini, tutti, per la trasformazione e la rinascita dell'ex ...
CSM tagliati. E più risorse per fabbricare “cronicità”. domenica, dicembre 8th, 2013
di Anita Eusebi In occasione del Convegno Il DSM-5 e i suoi riflessi nella pratica psichiatrica clinica in Italia che si è recentemente tenuto a Firenze, la Società Italiana di Psichiatria ha presentato i risultati di un’indagine svolta a livello regionale sui Dipartimenti di Salute Mentale (ne dà notizia anche Il Sole 24Ore del 29 novembre scorso). Il quadro che viene fuori dall’analisi di oltre il 30% dei DSM in 14 regioni è a dir poco allarmante. Riorganizzazioni, accorpamenti e tagli hanno portato negli ultimi dieci anni a una riduzione del 50% delle risorse umane (medici, infermieri, psicologi, operatori socio-sanitari, assistenti sociali, educatori) dedicate all’assistenza e alla cura dei pazienti con disturbi psichici: si è passati da 0,8 a 0,4 ogni 1500 abitanti.
Page 4 of 4«1234