Notizie
Trieste: a Mezzina il premio Gamian Europe 21 settembre 2017
Gamian-Europe, che è la principale ONG impegnata nel campo della salute mentale e dei diritti umani assegna a Roberto Mezzina, direttore del Dipartimento di salute mentale di ASUITs, e del Centro Collaboratore OMS per la Ricerca e la Formazione in ...
2850. Abbiamo il numero! 14 settembre 2017
Conferenza stampa Su iniziativa della Senatrice Nerina Dirindin: Senato della Repubblica, Sala Caduti di Nassirya - Piazza Madama, 1 - Roma Martedì 19 settembre, ore 12-13 Un ddl per rilanciare e dare concreta attuazione alla l. 180 Salvaguardare e promuovere la salute mentale A quasi 40 anni dalla 180, una legge che ha reso l'Italia punto di riferimento internazionale per l'assistenza alle persone con problemi di salute mentale, appare necessario rilanciare l’attualità dei suoi principi fondanti, superare le difformità territoriali, rispondere alle nuove domande, promuovere le condizioni per una sua concreta attuazione, favorendo il superamento delle attuali carenze applicative.
Il cantiere salute mentale approda in Senato 10 settembre 2017
Il Disegno di legge (vedi testo) verrà presentato in Senato nel corso della conferenza stampa del 19 settembre prossimo alle ore 12. Nell’ambito del Forum Salute Mentale, dei movimenti e delle associazioni che, nella piazza che il Forum vuole essere, si è venuto elaborando il testo che ora approda in Parlamento.  Determinante si è rivelato il contributo di numerosi esperti, professionisti, associazioni e persone che con impegno e competenza si prodigano quotidianamente per il rispetto dei diritti umani e delle libertà fondamentali delle persone che vivono l’esperienza del disturbo mentale. Finalizzato allo sviluppo  e all’attuazione dei principi della legge 180, il Ddl  vuole riattivare attenzione, discussione e partecipazione per far fronte comune al declino, che pare inarrestabile, delle culture, delle organizzazioni, delle politiche della salute mentale.
Un’interpellanza al sen Manconi per il suicidio di Simone L. 15 agosto 2017
Comunicato stampa Come  Forum veneto per la Salute Mentale, Associazione Cittadinanza e Salute  e Unasam rendiamo noto  di aver indirizzato al sen. Luigi Manconi e alla Commissione straordinaria per la tutela e la promozione dei diritti umani di cui è Presidente,  la richiesta di far luce intorno al suicidio di Simone, ...
Società Pericolosa: Comunicato 18 luglio 2017
“Società pericolosa” parte da Napoli, dalla contraddizione, in una prospettiva utopistica da “dopo-welfare”. Attori di mondi distanti, si organizzano, costruiscono soluzioni producendo innovazione nelle strutture istituzionali, sociali e imprenditoriali. Si configura un campo aperto dove confluiscono sperimentazione e formazione, teorica e ...
Impazzire si può ’17. Facciamo il punto 1 giugno 2017
"Rivoglio il potere che sconfigge le ingiustizie presenti nella società tramite processi politici, sociali e psicologici, ma anche quello che valorizza le mie singole abilità e capacità, il potere di ritrovare la serenità che ho perduto. Il potere ...
Il 17 maggio 1990 l’omosessualità non è più una malattia mentale 17 maggio 2017
di Silvia D'Autilia Risale al 17 maggio di 27 anni fa la decisione di eliminare l'omosessualità dalla lista delle malattie mentali nella Classificazione Internazionale delle Malattie (ICD) redatta dall'Organizzazione mondiale della sanità. Si tratta di una decisione che agita il clima culturale e sociale dell'Occidente dal '68 agli anni '90.
Scherzavo! 13 maggio 2017
di Michela De Mattio Passo un'ora a visitare una paziente anziana che attualmente non sta benissimo. La visito, la coccolo, ci chiacchiero e via dicendo. Poi vado in studio a modificarle la terapia. Quando esco è stata messa in carrozzina, in quel salone dove sembrano tutti uguali, posizionati come al cinema, verso lo schermo di una televisione che forse nemmeno guardano.
Cantiere salute mentale 12. Quel particolare modo di stare al mondo e di vivere le relazioni 11 maggio 2017
Molte volte la persona non percepisce la condizione di sofferenza come qualcosa di definibile e di oggettivabile, dal momento che questa sofferenza è in stretta continuità con la sua storia, col divenire della sua esistenza, con il suo stesso sentire. Molto spesso il problema viene identificato dalla persona come qualcosa di estraneo, che non le appartiene: uno sguardo, un’offesa, una parola che gli altri agiscono con intenti ora minacciosi, ora seduttivi, ora misteriosi. Questo provoca isolamento, distacco, tensioni, ostilità, rancori. In tutte queste situazioni le persone fanno fatica ad avere consapevolezza e a condividere con gli altri il senso e il peso di una tale esperienza.
FIMMG e Cittadinanzattiva: “allarme sulla spesa sanitaria” 9 maggio 2017
Come è possibile garantire il diritto del cittadino di accedere alle cure se le liste di attesa sono un ostacolo fondamentale per un italiano su sei? A partire da questa domanda, Cittadinanzattiva sta promuovendo nelle regioni italiane una serie di eventi per l’undicesima giornata europea dei diritti del malato, ...
Page 12 of 72« First...«1011121314»203040...Last »