Impazzire si Può… al 30 maggio

bellaImpazzire si può. Viaggio nelle guarigioni possibili

Trieste 2013 – Sesto Incontro nazionale di associazioni e persone con l’esperienza del disagio mentale

Parco Culturale di San Giovanni, 23 – 25 giugno

Bozza di programma al 30 maggio 2013

Il convegno è accreditato ECM

Domenica 23 giugno

Ore 17.30 – 18.30

Aperitivo di benvenuto per i partecipanti al convegno

In contemporanea e a seguire la tradizionale festa della vigilia dei “Fuochi di San Giovanni”. Ritrovarsi e cominciare facendo festa insieme non può che essere l’inizio migliore.

Sul grande palcoscenico all’aperto teatro, danze e musica, nel Parco le Popolimpiadi (olimpiadi popolari) con giochi adatti a tutte le età, le esibizioni degli Armigeri del 1300 e la costruzione del Totem a cui appendere i propri desideri, le speranze, gli auguri …  a sera, accompagnati dalle performance dei Fuoco Danza, il grande falò della notte di mezza estate.

Lunedì 24 giugno 2013

Ore 8.30 – 9.30

Apertura della segreteria e accoglienza

1.

Ore 9.30

Narrare l’invisibile:

Narrare e narrarsi per costruire senso collettivo nell’era dell’incertezza

Sentimondo,

Nessuno mi chiede una mano

ma tutti vogliono tenermi per mano.

A me fanno impazzire quelli che non mi ascoltano

e pretendono che io faccia quello che vogliono loro

Sentimondo,

Io esisto. Lo senti, mondo?

(Associazione Oltre quella Sedia)

Portare alla luce il mondo delle relazioni e del non detto: storie, vissuti, percorsi individuali, diversità, emarginazioni, rimonte, emozioni … Narrare l’invisibile e l’inudibile che ogni relazione porta con sé, raccontare lo stupore e poi la compassione, l’allegria, la fatica, il dolore, i pensieri, i gesti, la salute, la felicità, il gioco, l’errore, l’affettuosità, l’ascolto, la rabbia, la pazienza, il piacere, l’amicizia, la sessualità. Per renderci visibili nella nostra soggettività. 

Il convegno si presenta come fosse una ricerca, nella pratica, per ricomporre la continuità delle storie, delle relazioni, del futuro possibile. Esserci come unica e irrinunciabile possibilità di essere protagonisti, cittadini attivi, soggetti politici, consapevoli dei propri diritti e dei propri doveri.

Parole chiave: soggettività, narrazione, emancipazione, autonomie possibili, protagonismo

Aprono l’assemblea l’Articolo 32 insieme al Centro Sperimentale “Marco Cavallo” di Brindisi.

Massimo Cargnin introduce le sue riflessioni su i “Diritti non costituzionali

Letture da “Guarire si Può” da parte dell’Ass. Luna e l’Altra interpretate dalle attrici dell’Ass. Oltre quella Sedia

Partecipano alla sessione, portando la loro esperienza: Mariagrazia Giannichedda, Flora Tommaseo, Silva Bon,  Ass. Rete Italiana Noi e le Voci, Ass. Apertamente Trieste, Coordinamento Nazionale Utenti salute mentale, ….

Ore 13.30 – 14.30

Come consuetudine, agli ospiti, verrà offerto un “sacco al pranzo

2.

Esistenza/Resistenza

Vorrei un mondo all’altezza dei sogni che ho

(Luciano Ligabue)

“Per non essere dei semplici amministratori dell’esistente, dobbiamo diventare degli utopisti”

Franco Basaglia

Apre l’assemblea la Grande Orchestra del Club Zyp

In uno scenario di crescenti incertezze e di profonda stagnazione economica, incontriamo reti di soggetti e cooperative sociali per condividere e costruire assieme le risposte alla crisi. Vogliamo discutere di come le difficoltà possano trasformarsi in occasioni di crescita, di come le idee si trasformino in esperienze. Dell’alleanza o del silenzio dell’istituzione quando è chiamata a rispondere ai bisogni e alle proposte dei cittadini. Della relazione con il proprio territorio, per riconoscere e valorizzare le risorse. Vorremo parlare di contratto sociale, di nuove forme di collaborazione e di partecipazione dei cittadini, ridiscutere la storia delle imprese sociali

Parole chiave: sociale, risorse del territorio, servizi, reti, diritti, valori, conoscenze

Rap “a soggetto” degli Freestyle on the Bridge

Partecipano alla sessione, portando la loro esperienza: don Giacomo Panizza, Antonio Esposito, Laboratorio Hubility Trieste, Consorzio CORE Napoli, Coop. Farsi Prossimo Milano, Coop. Fuori di Zucca Aversa, Nuovo Consorzio Organizzato campano, Coop. Capodarco Roma, Circolo Arci “Caffè Basaglia” Torino, ..

A sera:

Serata al mare presso il Bagno Ausonia, gestito dalla Coop. Soc. Confini.

Cena in terrazza (menu dedicato circa 10.00€) accompagnati dalle esibizioni degli “Scordati” dell’Ass. Arià. Performance musicale e di poesia in ripresa dell’iniziativa “Suoni e Riflessioni” realizzata nel giugno 2012 con Afasop ed alcune persone “autrici” di testi in prosa e liberi pensieri fra musica e poesia.

Martedì 25 giugno

3.

La mia vita con altri, altrove:

Costruiamo assieme le nostre comunità di destino

“Il modo migliore per realizzare un sogno é quello di svegliarsi.”

Paul Valéry

Nella comunità di destino le persone, attraverso la loro diversità, sviluppano legami di interdipendenza. Ben più che i legami di sangue, è l’interdipendenza dei destini a creare appartenenza e a definire un senso collettivo. Ma che cos’è una comunità di destino?

Quando la sofferenza diventa disturbo, come reinventarsi e riappropriarsi della vita? Uscire dal silenzio, aprire gli occhi, avere dei compagni di viaggio. Tappe per ognuno diverse. Servizi reali e servizi ideali. Buone pratiche ma anche pratiche praticabili. Il farmaco per sostenere situazioni altrimenti insostenibili.

Sentire di appartenere a una comunità di destino è già una guarigione?

Parole chiave: servizi, strategie, indirizzi, alleanze, sogni condivisi

In apertura cortometraggio “L’altra metà della psichiatria” dell’Ass. Jenny è tornata (Salerno)

Le interviste sulla guarigione condotte dal vivo dall’Articolo 32. E tu vuoi essere intervistato sulla tua guarigione?

Conclude la performance di Torino Mad Pride

Partecipano alla sessione, portando la loro esperienza: Aldo Bonomi, Dario Stefano Dell’Aquila, Federico Scarpa, Novella Comuzzi, Forum Salute Mentale Versilia, Centro Diurno Cava dei Tirreni, Pino Apollonio, Paolo Pini, …

A margine ma anche nel mentre:

il Raduno nazionale delle Radio per la Salute Mentale

Una comunità di redattori e speakers pronta a condividere e a esser coinvolta …

  • Lunedì mattina ci incontriamo e ci ri/conosciamo
  • Lunedì pomeriggio ne parliamo e ci confrontiamo
  • Martedì mattina una diretta tutti insieme!

Radio Stella 180 di L’Aquila e Radio Fragola di Trieste si sono fatte capofila per organizzare il Raduno nazionale. Stanno organizzandosi: Radio Fuori Onda (Roma), Radio Liberamente (Modena), Psicoradio (Bologna), Collegamenti (Pisa), Radio Ondattiva (Bari), Interferenze (Bolzano), Rete 180 (Mantova), Radio Shock (Piacenza), Radio DNA (Senigallia), Como Cheria (Sassari), Radio 180 l’altra musica (Cosenza), Vibra TV (Treviso), Radio Seconda Ombra (Udine), Radio Icaro (Cesena).

Il convegno è organizzato dal Gruppo di Protagonismo “Articolo 32” e dalle associazioni e cooperative sociali triestine: “Freestyle on the Bridge”, Club Zyp”, Polisportiva Fuoric’entro”, Franco Basaglia”, “Luna e l’altra”,  “Larnia”, “Arià”, “AFASOP/Noiinsieme”, “Apertamente”, Coop. Lavoratori Uniti Franco Basaglia, Posto delle Fragole, La Collina, Cassiopea, Confini, Lister, Agricola Monte San Pantaleone, Duemilauno Agenzia Sociale, in collaborazione con il Forum nazionale Salute Mentale e il Dipartimento di Salute Mentale di Trieste.

La versione finale e definitiva del programma sarà disponibile, come oramai tradizione degli incontri del Forum, solo dopo la conclusione del convegno. L’assemblea di un forum, e di uno come il nostro in particolare, non può avere un programma definitivo se non a costo di limitare la partecipazione di quanti saranno presenti nella “piazza” che si organizzerà dal 23 al 25 giugno: l’unico programma definitivo possibile è quello del giorno dopo

Hanno aderito, ad oggi:

Forumsalutementale Versilia, Fondazione Franca e Franco Basaglia, AFaSoP Trieste, Ass. Jenny è Tornata Salerno, Torino Mad Pride, Ass. 180Amici L’Aquila, Ass. 180Amici Puglia, Ass. Liberamente Fano, Ass. Il Filo d’Arianna Valle del Serchio (LU), Comitato Iniziativa Antipsichiatrica Taormina (ME), Ass. Oltre Quella Sedia Trieste, Idee in Circolo Modena, Ass. CuriosaMente Lodi, MahBoh Pistoia, Ass. Culturale Elettra Pesaro, Arci Torino, Centro Diurno Cava dei Tirreni, Laboratorio Hubility Trieste, Consorzio CORE Napoli, Coop. Farsi Prossimo Milano, Coop. Fuori di Zucca Aversa, Nuovo Consorzio Organizzato campano, Coop. Capodarco Roma, ..

E, nel Parco di San Giovanni, ci intrecceremo con …

Un grande tappeto iniziato in Slovenia all’interno di un progetto con le detenute e i detenuti di un carcere (2009). Da là e da allora è stato intessuto da altre mani e da altre esperienze nel suo itinere. Verrà collocato nel parco e i partecipanti al convegno potranno contribuire, con le proprie mani e le proprie parole, a tessere e ad accrescere con la propria voce l’ampiezza del tappeto

Le installazioni della Foresta dei racconti abi(ta)ti, degli abiti parlanti che narrano tante storie di vite

Un Mandala, creato durante la giornata con sale colorato e, seguendo il tradizionale buddista, distrutto a sera quale segno di bene-augurio

La Cortomobile: il Cinema più piccolo del mondo! Cortometraggi, documentari, cartoni animati … tutto dentro un’automobile

programma_stampabile

scheda_iscrizione_ECM

scheda iscrizione

soluzioni_alberghiere

Articoli Correlati:

Share

Lascia un commento

Devi essere registrato per commentare l'articolo